in

I 10 momenti in cui ho pensato di non guardare più Grey’s Anatomy

serie tv

Esistono alcune persone che possono essere definite “masochiste”. Nelle Serie Tv questo aggettivo calza a pennello quando vogliamo riferirci ad un fan di Grey’s Anatomy. Tutti noi, cari amici, continuiamo dopo quasi tredici anni a soffrire come cani per colpa di questa serie.

Nonostante la nostra fedeltà allo show, abbiamo avuto tutti dei momenti di debolezza, dei momenti in cui ci siamo detti “Io non posso più soffrire così, non me lo merito!” e abbiamo pensato di abbandonare e non guardare più la serie in questione.

 * SPOILER ALERT *

Questi sono i 10 momenti in cui ho pensato di non guardare più Grey’s Anatomy

1)QUANDO È MORTO GEORGE O’MALLEYgeorge grey's anatomy

Il momento della quinta stagione in cui George O’Malley, per salvare una ragazza dall’essere investita da un autobus, finisce per essere investito lui stesso dal mezzo e ne resta gravemente ferito e sfigurato è indimenticabile, rimane così tanto sfigurato che nessuno riesce a riconoscerlo finché, scrive con un dito 007 sulla mano di Meredith e sappiamo bene che 007 era uno dei soprannomi che gli avevano dato i tirocinanti.

Purtroppo George non sopravviverà e verrà dichiarato morto cerebralmente. In quel momento, esattamente in quel momento, ho pensato che avrei smesso di guardare Grey’s Anatomy perché non riuscivo a sopportare la morte di un personaggio come quello di George. Ah povera e ingenua me!

Scritto da Fabiana Fanelli

La mia vita è un pendolo che oscilla tra una serie tv e l'altra. Tutto sommato mi è andata bene, pensate se oscillasse tra dolore e noia!
Ricordate: "Life's too short to be serious" (La vita è troppo breve per essere seri)

once upon a time

Once Upon a Time: i creatori parlano della seconda metà della sesta stagione

Il grande ritorno di Teen Wolf in Italia: ecco la data e le anticipazioni