in

Cosa è andato storto nella settima stagione di Game of Thrones

Game of thrones

Siamo ormai arrivati quasi al termine di una delle Serie più amate e seguite al mondo. Il tempo di Game of Thrones è ormai contato e molti di noi fanno ancora fatica ad accettarlo. La settima stagione è finita da poche settimane e dovremmo aspettare un tempo praticamente infinito prima di scoprire che ne sarà dei nostri personaggi preferiti. Ma quest’ultima stagione, iniziata più tardi del solito, piena di hackeraggi e finita troppo presto, ci ha lasciato un po’ di amaro in bocca.

Sono anni che seguiamo in maniera devota Game of Thrones e il nostro interesse non ha potuto far altro che crescere e aumentare sempre di più fino a farci diventare dei veri esperti del mondo di Westeros (che farebbero di tutto per restare in pari con le puntate). Tuttavia l’ultima stagione ha creato molto disappunto fra le persone e non possiamo far a meno di ammettere che qualcosa è andato completamente storto. 


La questione è semplice e chiara. Il problema fondamentale è stato il fatto che le puntate non sono state 10 come al solito, ma 7. No, non è una semplice lamentela di una fan che non vorrebbe veder finire la sua Serie preferita. Il fatto è che siamo arrivati a tirare le fila della storia. La stagione prometteva tantissimi colpi di scena, tantissimi ricongiungimenti e chiusure di tanti cerchi lasciati aperti. Peccato che il tempo per raccontare tutto quello che c’era da raccontare non sia bastato. Una delle lamentele più condivise è relativa al fatto che essendoci così poche puntate, gli episodi raccontavano pezzi e bocconi di ogni storia ma in maniera insoddisfacente e a volte davvero poco realistica.

Spostamenti, ragionamenti e avvenimenti si sono susseguiti con una facilità e una semplicità che caratterizza tante Serie ma non Game of Thrones. C’è qualcosa che ha rotto il normale corso della storia, quello che la caratterizzava nel profondo e non abbiamo potuto gustarci lo show come avremmo voluto.

#DeliridiSpade

La cosa si verifica fin dalle prime puntate. Solo nel pilot della settima stagione abbiamo l’incontro di Arya e Nymeria, il Mastino che trova la fede, l’apparizione di Jorah e il cameo di Ed Sheeran. Cose che attendevamo da tutta un’annata si sono esaurite con troppa velocità e a volte sono risultati anche banali. Un esempio si ha quando Jamie sta per essere ucciso da Drogon e viene salvato da Bron. Forse sono io poco perspicace ma mi chiedo: come è possibile che due uomini, uno dei quali con l’armatura, cadano nell’acqua, non affoghino, e soprattutto risbuchino dall’acqua da un’altra parte del fiume del tutto incolumi e senza essere visti e catturati? Non so, hanno fatto in apnea 5 km di fiume?

Daenerys era totalmente disinteressata a prendere come prigioniero Jamie, uomo che le ha ucciso il padre, costretta all’esilio, ferito il drago e che stava per ucciderla? Per non parlare invece della penultima puntata, quando gli Estranei uccidono Viserion.

In molti, feriti dall’accaduto e indignati dal modo in cui si sono svolti i fatti, sono arrivati a pensare che non solo questo sia stato un modo per rendere più semplice ed epica la battaglia finale (che ormai si è ridotta a uno scontro fra fratelli) ma che sia soprattutto un modo per aggirare il problema di dover svelare il nome del terzo Targaryen. Alcune cose sembrano proprio tirate via e non sarebbe bello e anche rispettoso nei confronti della storia stessa, andare a rovinare qualcosa di così unico e stupendo. Anche quando Jon parla della profezia sui figli di Daenerys ritroviamo queste sbavature. Probabilmente David e Dan avranno pensato che sia stato un colpo di genio ma più che la trovata del secolo sembra solo un modo per far accadere una cosa che ormai 7 stagioni fa avevamo dato per certo.

Non è accettabile annullare una profezia dicendo semplicemente che forse la strega che l’ha fatta non era una persona affidabile, dai! Il problema è che poi tutti i fan stanno ad ascoltare le parole dei personaggi e iniziano a ragionare, giustamente. Io, per esempio, a quel punto mi sono chiesta se anche la maga che ha fatto la profezia a Cersei (o le molte altre che in tanti non conoscono) magari non fosse proprio una persona su cui fare affidamento, no?

Sarebbe anche interessante se fosse così ma naturalmente per far fare un bambino a Jon e Daenerys ce ne freghiamo delle profezie, per far morire Cersei invece si sarebbe capaci anche di scriverlo sulla Bibbia. Che giustizia c’è in questo? Che coerenza? Che serietà?

game of thrones

Sebbene sia stata questa la cosa più criticata della stagione, un’altra cosa fastidiosa è nella ripetitività. Probabilmente sempre a causa della fretta ci sono state delle situazioni che si sono ripetute continuamente. In tanti si sono ritrovati in qualche modo. In ogni puntata la gente si rincontrava scoprendo della sopravvivenza di vecchi amici ecc. Tutto ciò ha dato vita anche a parecchie battute e scene divertenti però erano sempre le stesse e dopo un po’ hanno sinceramente scocciato. Più che altro per come si è andata a rompere quella patina che c’è fra realtà e la finzione del mondo di Game of Thrones.

In che senso? Questa stagione ha avuto moltissime battute divertenti che ci hanno fatti sicuramente ridere, però spesso erano battute che non riguardavano prettamente il contesto della Serie ma che erano un po’ cose che tutti i fan avrebbero voluto dire. Mi spiego meglio: l’esempio più calzante è quello di Davos e Gendry.

Davos appena lo ha trovato ha detto la cosa che tutto il fandom ha sempre pensato:”Pensavo stessi ancora remando!”. Chi non ha riso quando Davos l’ha detto? Ma ce ne sono state altre di situazioni che hanno un po’ mischiato realtà e finzione, come quando Ed Sheeran che parla della sua “nuova canzone” come fosse l’inedito pubblicato dopo X Factor e Bron che prende in giro Dickon perchè è cambiato l’attore. Si è andata a perdere quell’atmosfera di irraggiungibilità che tutte le rappresentazioni dovrebbero avere e che Game of Thrones ha sempre avuto. 

Insomma, tutta la stagione è sembrata proprio un po’ forzata. Le cose sembrano un po’ aver perso quell’oleatura che prima faceva scorrere la storia in maniera più naturale. Non per questo smetteremo di guardare Game of Thrones, ci mancherebbe, ma possiamo dire che le aspettative erano molto più alte di quella che si è rivelata la verità e le cose che ci aspettavamo come anche i colpi di scena non sono stati sempre gestiti al meglio. Sicuramente ci sono state grandi scene anche quest’anno.

La vendetta delle Nozze Rosse di Arya, la scoperta del matrimonio di Lyanna e Rhaegar, l’attacco ai Lannister e tante tante altre. Adesso possiamo solo sperare che con tutto il tempo che dovremo aspettare per la prossima stagione si riesca a ristabilire quel caos perfettamente equilibrato che ha caratterizzato Game of Thrones così profondamente e lo ha reso uno degli show più visti della storia. 

Leggi anche – Game of Thrones – La storia di Westeros diventa una Serie animata: ecco il trailer!

Written by Diletta Regoli

Vivo a Milano e sono entrata da poco a far parte della grande famiglia di Hall of Series. Mi piace risolvere i problemi della vita quotidiana con creatività ed inventiva sempre con positività e determinazione magari prendendo spunto dalle avventure dei miei personaggi preferiti.

TGIT

TGIT – Rilasciato il promo che mostra le Serie di punta di Shonda Rhimes: eccolo!

Tutti i premi degli Emmy Awards 2017