in

Le 5 peggiori infamie commesse da Ditocorto nella sua vita

Game of Thrones

Senza Petyr Baelish, Game of Thrones non sarebbe la stessa. Ambizioso fin da giovane, vuole solo due cose nella vita: Catelyn Stark e il Trono di Spade. Per realizzare i suoi desideri è disposto a tutto. Non c’è nessuno a Westeros che sia più esperto nell’arte del sotterfugio, della menzogna e dell’opportunismo quanto Ditocorto. Credere alle sue parole equivale a cadere nella sua trappola. E allora non c’è più scampo. È sopravvissuto manipolando, ingannando e tradendo. Perché questo è quello che fanno gli arrampicatori sociali: trasformano il caos in un’occasione.

Le sue trame e i suoi complotti sono al centro di Game of Thrones, le sue azioni disgustose hanno influenzato gran parte degli eventi nello show. Ce ne sono cinque che proprio non riusciremo mai a perdonargli tanto sono meschine e viscide. Ecco dunque le 5 peggiori infamie da lui compiute.

1) L’uccisione di Jon Arryn

Petyr Baelish è una pedina fondamentale nel Gioco del Trono, anzi senza di lui il Gioco del Trono non ci sarebbe stato. La Guerra dei Cinque Re, il conflitto Lannister-Stark e tutte le altre vicende iniziano da un preciso momento: la morte di Jon Arryn. Si pensò per molto tempo che, ad averlo ucciso, fossero stati i Lannister. Le cose andarono diversamente.

Nella quarta stagione di Game of Thrones si scopre la verità. Ditocorto è riuscito a manipolare e sedurre Lysa Tully (tra i 10 personaggi peggiori della serie tv) a tal punto da farle avvelenare il suo stesso marito. In più la convinse a scrivere una lettera a sua sorella Catelyn dicendole che credeva che Jon Arryn fosse stato ucciso proprio dai Lannister. Ned volle vederci chiaro in questa storia. Decise di assumere la carica di Primo Cavaliere e andare ad Approdo del Re. Il resto è storia.

Perché Ditocorto fa tutto questo? Per seminare discordia tra i Lannister e gli Stark e per aumentare la sua influenza a Nido dell’Aquila.

Written by Chiara Manetti

Amo scrivere; è la mia passione più grande. Datemi due personaggi e vi monto una storia in un baleno. Mi considero da sempre una scrittrice, anche se non ho mai pubblicato niente.
Amo le serie TV. Le ho scoperte quasi per caso ma, da quando l'ho fatto, non le ho più abbandonate. Ne divoro non so quante a settimana, al mese, all'anno.
Quindi che fare con due passioni come queste? La risposta è semplice: le ho unite. Ho fatto bene? Ovviamente. Il risultato? Beh, quello me lo dovete dire voi.

Shameless 10×03 – Le complicate (e improbabili) relazioni dei Gallagher

breaking bad

La lunghezza perfetta di una Serie Tv esiste?