in

5 domande che continuiamo a porci sul personaggio di Benjen Stark

game of thrones

Benjen Stark è stato più un mistero che un vero personaggio di Game of Thrones. Ha fatto la sua comparsa fin dal primo episodio dove è stato presentato come il fratello minore di Ned Stark e come primo Ranger dei Guardiani della Notte. Ben presto però scomparve oltre la Barriera per poi riapparire nella sesta stagione come un essere mezzo umano e mezzo White Walker (seguendo la scia di questi altri 10 personaggi). Alimentando in questo modo notevoli speculazioni da parte di tutti e generando anche parecchie aspettative.

Quando Bran Stark incontra di nuovo suo zio oltre la Barriera, Benjen gli spiega cosa gli è successo. Lo sentiamo infatti dirgli che lui e gli altri membri dei Guardiani della Notte furono attaccati dai White Walkers. Stranamente però dopo essere stato colpito da uno di loro viene lasciato lì, morente. Più tardi i Figli della Foresta lo trovarono e lo portano in salvo. Se tutto questo è certamente un colpo di fortuna per Benjen, per noi spettatori è stato quantomeno un po’ strano immaginare come mai tutto ciò sia potuto accadere. Perché gli Estranei non avrebbero dovuto semplicemente aspettare che si rialzasse e si unisse al loro esercito? Come abbiamo visto accadere in innumerevoli altre situazioni analoghe.

Per essere un personaggio che non ha avuto molto spazio in Game of Thrones bisogna ammettere che nessuno come lo zio Ben ha saputo suscitare dubbi e lasciare domande irrisolte lungo tutti gli anni di questa importante e coinvolgente serie tv. Scopriamole assieme.

1) Perché non è diventato un Estraneo?

Game of Thrones

Come abbiamo detto poco fa, la prima grande domanda su Benjen Stark, dopo la conclusione di Game of Thrones ruota decisamente su ciò che non abbiamo visto. E che da lui stesso è stato raccontato. Perché i White Walkers l’hanno abbandonato così, ma soprattutto: perché non è diventato uno di loro? Certo ci è stata fornita una spiegazione.

Benjen spiega infatti che si stava trasformando proprio in un Walker, come capiamo anche dal suo braccio, ma la magia è stata fermata dai Figli della Foresta, dalla loro ancestrale magia. Questi spinsero un pugnale di Vetro di Drago nel suo petto interrompendo così la sua trasformazione. Ma questa è una spiegazione che non risolve la questione. Anzi. Ci fa nascere ancora più domande.

Avevamo già visto infatti applicata una procedura simile, ma con risultati molto diversi. In un flashback, Bran vede i Figli della Foresta conficcare una lama di Vetro di Drago nel petto di un uomo proprio per creare il Re della Notte. Perché la stessa cosa non è successa a Benjen? Perché lo stesso rituale ha avuto invece l’effetto opposto su di lui?

Written by Enrico Maccani

Scrivere di ciò che si ama.. con chi condivide la stessa passione, questa è una strada per la felicità.
"Sembra quasi un paradosso ma spesso si fa fatica a trovare un romanzo moderno o un film che sia più interessante di un buon telefilm. C'è in giro, ad esempio, un'opera che rappresenti un viaggio metafisico fra i segreti del Male più avvincente di Twin Peaks?"

ozark

Marty Byrde, le apparenze ingannano

skam

5 Serie Tv che hanno una costruttiva e interessante parentesi islamica