in

Ma ha senso una quarta stagione di Élite?

elite 4

Attenzione: l’articolo contiene spoiler sul finale della terza stagione di Élite.

Per tre stagioni, gli studenti di Élite sono rimasti imbrigliati in una rete di sotterfugi, passioni, amicizie, amori e… omicidi. Una girandola di eventi insoliti e conditi da molti colpi di scena, una girandola che sembra essersi fermata al termine della terza stagione (che abbiamo recensito qui). Il finale, infatti, differisce in maniera sostanziale rispetto ai primi due: il cerchio si è chiuso, sembra il termine di un ciclo. Eppure, non è chiaro se la serie si fermerà qui. Anzi, voci insistenti rivelano che Élite potrebbe andare avanti. Ma ha senso una quarta stagione?

Élite

Per prima cosa, occorre ragionare sul format della serie. Le tre stagioni che abbiamo visto finora sono costruite esattamente nello stesso modo. Un avvenimento tragico e eclatante viene mostrato fin dal primo episodio attraverso un flash forward frammentario, intrecciato alla situazione presente. Nel corso delle puntate, lo spettatore fa quindi la spola tra presente e futuro, guadagnando sempre più tessere di un puzzle che riuscirà a costruire interamente soltanto all’ultimo episodio.

Logicamente, il tutto è condito da tipiche vicende adolescenziali, in certi casi portate all’estremo. L’adolescenza è un’età ricca e misteriosa, ci sarebbero molte situazioni da portare sullo schermo. Eppure, Élite sembra essere incappata in una sorta di ricorsività. Tutto si ripete. Un esempio lo si può trovare nella triplice relazione tra Polo, Valerio e Cayetana, che non è altro che una replica di quello che era accaduto tra Polo, Carla e Cristian.

La sensazione è che, dopo tre stagioni di Élite che seguono lo stesso identico copione, senza variabili originali, si sia giunti a una situazione in cui tutto inizi a stancare.

Se i creatori della serie avessero optato per una trama simile, ma proposta stagione dopo stagione in una modalità differente, forse non saremmo qui a chiederci che senso avrebbe una quarta stagione. e saremmo ben felici di tuffarci in una nuova avventura a Las Encinas. Ma siamo sicuri di voler vedere ancora lo stesso filone narrativo, le stesse indagini di una polizia spagnola piuttosto imbarazzante, gli stessi piani di Samuel per arrivare alla verità? E non è soltanto il format in sé a far sorgere dei dubbi.

elite

Come si anticipava nell’introduzione, il finale della terza stagione (che abbiamo commentato qui) non lascia aperta nessuna questione e ogni personaggio sembra aver avuto un suo epilogo. Nadia e Lucrecia sono partite per New York grazie a una borsa di studio, forti di una nuova amicizia. Anche Carla è partita per studiare all’estero, rendendosi finalmente indipendente dalla famiglia e offrendo a Valerio il suo posto negli affari col padre. Ander è riuscito a sconfiggere la malattia e si è ricongiunto con il suo Omar. Cayetana si è liberata dalle bugie, ha consegnato l’arma del delitto e iniziato una vita onesta. Rebeca ha implorato la madre di lasciar perdere il traffico illegale di droga ed è tornata a Las Encinas. Samuel e Guzman, sempre più uniti, sembrano aver ritrovato un equilibrio e un senso di pace.

Questo significa che i personaggi che sono partiti non avrebbero alcuna ragione per tornare a Las Encinas, a meno di una qualche serie rocambolesca di eventi – nello stile di Élite, certo, ma sembrerebbe un po’ forzata (e poi ce la vedete Lucrecia a mollare tutto e tornare sui suoi passi?). Senza contare che questi tre personaggi non sono tre personaggi qualunque: chi si immagina una nuova stagione di Élite senza Lucrecia, Carla e Nadia?

La serie potrebbe proseguire con i personaggi rimasti e l’aggiunta di nuovi? Anche questa sembra un’ipotesi da scartare.

Il rischio sarebbe quello di riportare il caos nelle vite di Samuel e compagni con qualche pretesto inverosimile e si potrebbe cadere nel rischio di ripetere la struttura del format per l’ennesima volta. Un altro omicidio a Las Encinas, poi, sembrerebbe davvero troppo, tanto varrebbe chiudere la scuola allora. Escludendo il ritorno di Nadia, Lucrecia e Carla e lo scenario di una nuova stagione con personaggi rimanenti e new entry, esiste una terza opzione, ancora peggio delle precedenti.

La quarta stagione di Élite potrebbe essere soggetta a un completo re-casting. Addio personaggi che conosciamo, benvenuti nuovi personaggi. Sarebbe praticamente un reboot. Un reboot con un grosso rischio: gli spettatori ormai si sono affezionati ai personaggi delle prime stagioni, avrebbero voglia di ripartire daccapo, con una storia magari molto simile, ma una serie di personaggi sconosciuti? I commenti in rete rispondono negativamente a questa domanda. Sui social il messaggio è unanime e chiaro: senza il vecchio cast, la quarta stagione non avrebbe molti spettatori.

Sembrerebbero non esserci gli estremi vincenti per una quarta stagione, anche se in realtà sembra plausibile un rinnovo. Voci di corridoio molto insistenti dicono da tempo che una quarta stagione ci sarà e che, appunto, potrebbe essere teatro di una nuova serie di personaggi. Netflix tende a rinnovare le serie tv amate dal pubblico e non è un mistero che Élite abbia tanti spettatori: un teen drama trash e un po’ thriller è una formula che sta funzionando. Staremo a vedere cosa succederà.

Leggi anche – 7 curiosità su Maria Pedraza, la caliente Marina di Élite

Written by Alice D'Arrigo

Mi piace far giocare le parole tra di loro finché non formano storie. Quando non scrivo libri, mi diverto a tuffarmi negli strabilianti mondi delle serie tv, lasciandomi conquistare da dialoghi e colonne sonore.

Amazon Prime Video

The Office – Svelata finalmente la verità sull’abbandono di Steve Carell

il-buco-recensione-film-netflix

Il Buco è una genialata