in

10 motivi per amare Jesse Pinkman

Jesse Pinkman
Jesse Pinkman

Jesse Pinkman è il co-protagonista di Breaking Bad insieme a Walter White, tuttavia condivide con quest’ultimo poco e niente; spesso, anzi, il ragazzo rappresenta nelle varie fasi della Serie modi diversi di essere ago della bilancia della criminalità in cui si è buttato con il professore di chimica. A causa della sua ingenuità (mista, a volte, a stupidità) è uno dei personaggi con cui lo spettatore più facilmente empatizza, soprattutto man mano che la Serie prosegue; come tutti in Breaking Bad, anche Jesse è protagonista di un’evoluzione che lo porterà a rivalutare i suoi principi morali e a sacrificare il suo onore per un bene non solo personale ma anche più importante.

Vediamo, dunque, 10 motivi per amare Jesse Pinkman.

1) Bitch

Jesse

Inutile negarlo: quando Jesse dice quella parola (che sia serio o meno) riesce sempre a strapparci un sorriso. Usato quasi come intercalare, questa parola (tradotta in diversi modi in base alla circostanza in italiano) è il vero marchio di fabbrica dei dialoghi di Pinkman. Notevoli e meritevoli di menzione sono tra i tanti “Heil Hitler Bitch”, “Yeah bitch, magnets!” e “What’s up, bitch?”.

Written by Alessandro Fazio

"Una vita basta a malapena per diventare bravo in una cosa, quindi devi stare bene attento a quello in cui vuoi diventare bravo" (True Detective). Seguire le passioni è la linfa vitale della mia esistenza.

Tywin Lannister

Le 7 morti più umilianti delle Serie Tv

detective

20 Serie Tv che hanno una protagonista femminile