in ,

Beverly Hills 90210 è tornato onorando la memoria di Luke Perry

Beverly-Hills-90210-Reboot

Per la maggior parte degli addicted, Beverly Hills 90210 è stato uno dei primi amori. Alcuni di noi erano dei bambini quando il celebre show venne trasmesso per la prima volta, altri erano adolescenti.

In un modo o nell’altro, tutti abbiamo però sentito almeno una volta parlare della serie in questione. Madre di tutti i teen drama, Beverly Hills 90210 è stata la prima ad aver trattato temi delicati quali la droga, la sessualità e l’alcolismo.

Qualche giorno fa, a distanza di ben 19 anni dall’ultima stagione, abbiamo avuto modo di rivedere i protagonisti della nostra infanzia sullo schermo. E le emozioni non sono mancate di certo. Il reboot di Beverly Hills 90210 prevede sei episodi. Noi abbiamo deciso di commentarli insieme.

Ma prima di farlo dobbiamo chiedervelo: vi ricordate il finale? Se la risposta è no cliccate qui.

Questo nuovo pilot ci ha mostrato non i personaggi che abbiamo imparato a conoscere nelle dieci stagioni del telefilm, bensì gli attori che li interpretavano.

Abbiamo quindi a che fare proprio con Tori Spelling, Jason Priestley, Shannen Doherty, Jennie Garth, Ian Ziering, Gabrielle Carteris e Brian Austin Green.

beverly hills 90210

Il membri del cast interpretano loro stessi, mescolando realtà e fantasia e raccontandoci le loro vite ben 30 anni dopo la prima messa in onda di Beverly Hills 90210.

Ci ritroviamo allora con Tori Spelling costretta a dar vita a dei reality show fallimentari pur di mantenere i propri figli. Suo marito, infatti, sembra non abbia intenzione di accettare “un lavoro qualunque” ed è quindi un disoccupato cronico. Jason Priestley è un regista con alcuni problemi nel gestire la rabbia e ha una moglie che pare si preoccupi soltanto di ripulire il nome del suo compagno. Jennie Garth è alle prese con l’ennesimo divorzio, mentre Ian Ziering sembra abbia un matrimonio perfetto. Al termine dell’episodio, tuttavia, scopriremo che non è proprio così. Gabrielle Carteris è addirittura diventata nonna e Brian Austin Green vive all’ombra di sua moglie, una cantante molto più famosa di lui. Il gelo tra i vari attori/personaggi è innegabile, ma dopo poco tempo insieme sembra che la nostalgia inizi a prendere il sopravvento.

Non mancano ovviamente i riferimenti a Luke Perry. Il celebre attore è infatti deceduto il 4 marzo 2019, ed è proprio a lui che questo reboot è dedicato. I momenti dedicati al ricordo del tanto amato Dylan McKay sono pochi ma decisamente toccanti. Siamo sicuri, infatti, che durante quegli istanti gli attori stessero davvero pensando al loro amico che purtroppo ha abbandonato tutti fin troppo presto.

Al termine del primo episodio vediamo Tori Spelling avere una sorta di “illuminazione”: parlando con la sua amica Jennie, sostiene che la soluzione ai loro problemi è proprio a portata di mano. Devono semplicemente far rivivere un mito. Devono riportare alla luce la serie tv che li ha resi famosi in tutto il mondo.

beverly hills 90210

Come ben sappiamo è stata realmente Tori Spelling ad annunciare del reboot di Beverly Hills 90210, che è stato sviluppato proprio da lei e da Jenni Garth. Inizialmente fu detto che Shannen Doherty non avrebbe preso parte allo show e che Luke Perry avrebbe invece partecipato al maggior numero possibile di episodi, non a tutti poiché già impegnato con Riverdale.

Alla morte dell’attore, però, “Brenda” ha deciso di omaggiare il suo vecchio amico partecipando a sua volta al progetto.

A distanza di quasi 20 anni, dobbiamo tutti ammettere che la nostalgia si è fatta sentire già durante le prime note della sigla d’apertura. Rivedere alcuni pezzi della nostra infanzia e pensare a uno di loro che purtroppo non c’è più è stata un’esperienza toccante.

Adesso non ci resta che aspettare i prossimi episodi.

Leggi anche – Beverly Hills 90210: prima e dopo

Written by Palma Vasta

Ho sempre seguito le Serie Tv e amo scrivere. Un giorno ho pensato di unire le due cose... e ogni tanto ne esce fuori addirittura qualcosa di interessante.

The Handmaid’s Tale 3×12: il dolore trasforma le persone irreversibilmente

Jessica-Jones-3

Jessica Jones è maturata (e ha capito cos’è un supereroe)