in

Come finisce Beverly Hills 90210?

beverly hills 90210

Per chiunque non lo sapesse: Beverly Hills 90210 sta per tornare. L’iconica serie tv di cui anche i sassi conoscono l’esistenza, creata nel 1990 da Aaron Spelling e Darren Star, cavalcherà l’onda dei tanto chiacchierati revival e tornerà a raccontarci le vite dei gemelli Walsh e dei loro compagnoni del liceo, il prossimo agosto su Fox.

Beverly hills 90210

La domanda che molti si pongono è: ne sentivamo l’esigenza? La più sincera delle risposte penso sia un . Siamo sicuramente tutti d’accordo nel dire che assistere da adulti a uno dei quasi trecento episodi dello show senza un buon supporto alcolico di accompagnamento è uno sforzo di contegno e giudizio a cui molti soccomberebbero, ma non possiamo non ammettere che, nonostante questo, Beverly Hills 90210 sia stata una serie generazionale di grande impatto culturale. Oltre ad aver lanciato mode mai dimenticate, ha anche creato spunti narrativi che centinaia di altre serie dopo di lei hanno saccheggiato a mani basse, e senza nemmeno scomodarsi nel cercare un alibi che le scagionasse dal furto.

Per quelli che il revival proprio non intendono perderselo, è doveroso però fare un rapido recap per cercare di ricordare tutti insieme dove eravamo rimasti.

E sì, perché mai nessuna serie come Beverly Hills 90210 ha mescolato le carte (sempre le stesse nel corso di una decade) così freneticamente e senza senso da farci chiedere, quando inciampavamo nell’ennesimo episodio pomeridiano trasmesso, se stessimo guardando le avventure di Kelly & Co. o Sentieri.

Beverly hills 90210

Recast continui, amori adolescenziali riciclati così tante volte da diventare più ovvi e noiosi del copione che la Eminflex fa recitare a Mastrota da quindici anni nel tentativo di rifilarci un materasso che è in offerta limitata dall’era mesozoica, e drammi che di drammatico non hanno assolutamente niente.

Per vostra fortuna, chi scrive ha una passione per il trash smisurata e quindi si è lanciata volentieri nel labirintico mondo degli sviluppi narrativi portati avanti da quello spiritosone di Aaron Spelling. Una vecchia volpe che fece presentare sua figlia ai provini per la serie sotto falso nome, ma che quando venne scartata per il ruolo della tormentata Kelly Taylor ne scrisse uno appositamente per lei, per garantirle un ingresso nella serie. Avercene ancora di geni del male così!

Partiamo per questo viaggio in Beverly Hills 90210, togliendoci subito il dente che fa più male.

Come tutti sanno, neanche stavolta, proprio come quasi due decadi fa -quando il 17 maggio del 2000 la serie terminò con l’episodio Ode to Joy – (Addio Beverly Hills! nella versione italiana, sempre originalissimi noi), vedremo esaudito il nostro sogno più profondo: Brenda e Dylan tornare insieme. La prematura scomparsa dell’amatissimo Luke Perry ha sconvolto moltissimi fan che lo consideravano un simbolo della loro giovinezza, e ha impedito l’avverarsi del sospirato happy ever after tra i due ragazzi ribelli del West Beverly High.

All’epoca della trasmissione dell’ultimo episodio, invece, il mancato lieto fine tra i due fu un boccone un po’ amaro da buttare giù, dal momento che, nonostante l’eterno triangolo Dylan-Brenda-Kelly ci avesse accompagnato dalle elementari all’università dividendo il pubblico in TeamBrenda e TeamKelly a fasi alterne (a seconda di quanto le due rivali diventassero pesanti come rogiti nel corso delle stagioni), eravamo tutti piuttosto concordi che quella cosa bella che era Dylan McKay dovesse finire con la frizzantissima Brenda per il resto dei suoi giorni. Allora il sogno di molte fan andò in frantumi a causa di un accordo mancato tra la produzione e la capricciosetta Shannen Doherty. Quindi, quei maledetti burocrati decisero di ripiegare su un improbabile e melenso ritorno di fiamma tra Dylan e Kelly, che ci ha entusiasmati meno dell’ennesimo paio di ciabatte regalate a Natale.

Beverly Hills 90210

Sempre poco entusiasmante fu il matrimonio della più longeva coppia dello show, il quale venne usato nel gran finale come elemento di congiunzione tra i personaggi che nel corso delle stagioni avevano abbandonato la nave in cerca di destini migliori. David e Donna coronano il loro sogno d’amore sposandosi al cospetto di amici e familiari. Donna viene portata all’altare da Nat del Peach Pit, Brandon non si squassa per il gran evento e manda solo un video da “tante care cose amici miei”; una carezza a Jason Priestley che non se l’è sentita in pieno di rimbalzare gli amici di un tempo. Steve, dopo anni da giullare di corte, è forse quello che ha avuto una parabola narrativa che potremmo riassumere con un esaustivo “boh”. Fortunatamente, giunto alla soglia dei trenta, decide di mettere la testa a posto con Janet, la ragazza giusta al momento giusto. Si dà all’editoria e al ruolo di padre.

I gemelli Walsh lasciano la città californiana per cercare successo e soddisfazioni altrove. Brandon, dopo aver schivato il proiettile Kelly Taylor Walsh nell’ottava stagione, decide dopo la laurea di andare a fare il giornalista a New York e provare a rimorchiare di brutto pure lì, mentre Brenda la ribelle ci aveva salutati già alla fine della quarta stagione per andare a fare l’attrice teatrale a Londra. Nella sesta stagione verrà raggiunta da Dylan, che tenterà di nuovo di saltarci fuori con l’amore della sua vita fallendo in pieno come del resto tanti di noi. Tornerà, come già detto, per il matrimonio di Donna e David e per ricongiungersi a Kelly che fino a due minuti prima doveva sposare un insipidone che poi, per volere di trama, è uscito di scena senza destare malinconie o dispiaceri, e per lasciare carta bianca a Dylan smetteremo di piangere a una certa McKay.

A qualcuno interessa sapere che fine ha fatto Andrea Zuckermann? Ignorerò i grilli in sottofondo e aggiornerò i pochi interessati su ciò che accadde alla super friendzonata amicona nerd di Brandon. Dopo una gravidanza, un matrimonio molto poco californiano e pure un corno improvviso, risolto da Dylan versione Alberto Castagna, se ne andrà al termine della quinta stagione a studiare a Yale insieme col consorte.

Per i più fedeli allo show, ricordo che nello spin-off 90210, Brenda e Kelly si ritrovano in quel del West Beverly High, una in qualità di consulente psicologa (annamo bene!) e l’altra come insegnante di recitazione. Ovviamente sono lì per formare una nuova generazione di adolescenti turbolenti e sotterrare l’ascia di guerra, tornando a essere le amicone della prima stagione. Tuttavia sembrerebbe che il revival non terrà in considerazione lo spin-off uscito nel 2008 e si atterrà interamente allo show originale.

Non ci resta quindi che attendere agosto per scoprire come sono invecchiati (pardon, cresciuti!) gli adolescenti di Beverly Hills 90210.

LEGGI ANCHE – Beverly Hills 90210: prima e dopo

The Handmaid's Tale

Some Kind of Monster

Game of Thrones – Emilia Clarke terrorizzata: «Pensavo di non essere brava e che ne avessero abbastanza»