in

Giancarlo Esposito all’improvviso: «Better Call Saul non finirà alla quinta stagione!»

Better Call Saul

Nell’ultimo anno ogni volta in cui gli addetti ai lavori di Better Call Saul sono stati interrogati in merito al numero di stagioni della serie, le risposte sono sempre state piuttosto vaghe. “Siamo più vicini alla sua fine che al suo inizio” è stata la più gettonata. Certo l’affermazione non risulta granchè spiazzante dopo l’ultima stagione. Dal momento in cui nell’episodio finale vediamo completarsi quasi del tutto la trasformazione di Jimmy McGill in Saul Goodman, è facile immaginare che Better Call Saul sia ormai vicina al capolinea. È altamente probabile che la prossima stagione si concentri molto sul rapporto tra Jimmy/Saul e Kim dopo la sua “trasformazione”.

Dopodichè sembra ci sarà una sola stagione rimasta da vedere. O perlomeno questo è quanto detto da Giancarlo Esposito, interprete di Gus Fring nella serie.

better call saul
Gus Fring, interpretato da Giancarlo Esposito

La star di Breaking Bad e Better Call Saul, infatti, durante un’intervista per Collider, ha commentato così il futuro della serie:

“Ci sarà un nuovo personaggio nella prossima stagione che avrà un gran peso, Lalo Salamanca, con il quale il mio personaggio avrà chiaramente molto a che fare. Ci saranno sei stagioni di Better Call Saul. Sembra essere questa la strada per concludere la serie nel modo migliore. Come artista spero tuttavia di aver modo di condividere con Bob Odenkirk più di una semplice collaborazione.”

Sinora nessun’altro del cast o della produzione sembra aver confermato le parole di Esposito.

Better Call Saul

Tuttavia pensando alla “poetica” di Vince Gilligan è facile immaginare che l’affermazione dell’attore risponda al vero. Anche Breaking Bad è “non-ufficialmente” costituita da sei stagioni (l’ultima infatti è stata divisa in due sotto-stagioni andate in onda a un anno di distanza). E come ben noto Gilligan è un amante della simmetria. Certo può sembrare dura immaginare di dover dire “addio” all’universo Breaking Bad in un futuro così prossimo. Ma a ben pensarci quel momento potrebbe non essere poi così vicino. Infatti è stato già annunciato come non vedremo la quinta stagione di Better Call Saul prima del 2020, e in più la sesta potrebbe non arrivare prima del 2022.

Inoltre se Vince Gilligan volesse ripetersi, potrebbe decidere di spezzare in due la sesta stagione di Better Call Saul.

Ciò significherebbe non assistere al finale di serie prima del 2023. Per non parlare dell’attesissimo film sequel annunciato mesi fa, che sicuramente colmerà un gran vuoto nel cuore di molti fan. Quindi dormite sonni tranquilli cari patiti dell’universo Breaking Bad: la parola ‘fine’ potrebbe essere ancora molto lontana.

Leggi anche:https://www.hallofseries.com/news/better-call-saul-jimmy-inatteso-ritorno/

Written by Cinzia Bevilacqua

Ad una realtà di numeri ne preferisco una fatta di lettere. Tuttavia sopravvivo con la prima, ma vivo della seconda.

bojack horseman breaking bad

L’episodio in cui BoJack Horseman è Walter White

Game of Thrones 8, la morte è già qui nel trailer del terzo episodio