in ,

Agents of S.H.I.E.L.D. 5X11 – Casa atroce casa

agents of s.h.i.e.l.d.

Dopo una pausa di un mese gli Agents of S.H.I.E.L.D.  sono tornati!

Il mid-season finale ci aveva lasciati con parecchi dubbi, il primo dei quali sull’effettiva riuscita del piano di Coulson e soci. Era quindi facile immaginare che la 5×11 riprendesse proprio dal punto in cui eravamo rimasti sciogliendo subito ogni riserva.

Smaterializzatisi nel presente – all’interno del Faro, che si scopre essere una ex base dello S.H.I.E.L.D. – gli agents trovano ad accoglierli un “collega” di Enoch: Noah (Joel David Moore), pronto a reintrodurli nella loro epoca. Tempo di appoggiare metaforicamente i bagagli che già qualcosa attira l’attenzione della squadra, uno strano segnale luminoso diretto verso lo spazio.

Agents of S.H.I.E.L.D.

Ad aspettare la ricomparsa del team è poi un personaggio già visto nella 5×05: il generale Hale (Catherine Dent). Donna spietata e pronta a tutto pur di catturare gli ultimi agenti rimasti di uno S.H.I.E.L.D. ormai distrutto. Non sono ancora chiari i reali motivi che spingono questo personaggio, ma i suoi metodi ce la mostrano subito come un avversario temibile e da non sottovalutare.

Agents of S.H.I.E.L.D. dunque riparte con una nuova spinta, ma non per questo abbandona le tensioni del passato. In particolare ritroviamo una Yo-Yo sospettosa – ma come darle torto – ed una Daisy particolarmente salda nei suoi propositi – appendere in guantoni di Quake al chiodo.

L’episodio è divisibile in due filoni separati e tematicamente opposti, uno comedy ed uno action.

Il comedy è affidato alla sorpresa più piacevole di questo ritorno, l’arrivo di Deke nel passato. Chiamatemi ingenuo, ma non mi aspettavo di rivedere il personaggio così presto. La scena che coinvolge il simpatico gaglioffo spaziale lo vede proiettato, come un pesce fuor d’acqua, in una realtà prima solo immaginata, quella della terra pre-cataclisma. L’incontro tra Deke ed il pianeta integro regala alcuni dei momenti più genuinamente divertenti che lo show abbia mai mostrato – veramente da applausi la sequenza all’interno del pub.

Agents of S.H.I.E.L.D.

La presenza nel passato di Deke permette poi di rivedere anche Daisy sul campo – e badate bene, Daisy non Quake – in una divertente scena di salvataggio dell’ubriaco uomo del futuro.

Il lato action, invece, quello in cui Agents of S.H.I.E.L.D. eccelle, si concentra sull’incursione del resto della squadra nel laboratorio da cui è stato attivato il segnale – proveniente dal radiofaro utilizzato da Hive nella terza stagione.

Attenzione, adesso seguiranno spoiler belli grossi, ma è inevitabile.

La scena nel laboratorio la potremmo definire perfetta, in quanto contiene tutti i migliori elementi dello show condensati in pochi minuti. Alla gioia per il ritrovamento di Piper segue rapidamente la realizzazione del tradimento di quest’ultima, che ha attirato i protagonisti in trappola. Abbiamo quindi l’occasione di vedere in azione un nuovo e letale personaggio – Ruby (Dove Cameron) – le cui azioni ricadono davvero pesantemente su Yo-Yo, dimostrando quanto il futuro sia difficile da cambiare.

Agents of S.H.I.E.L.D.

Un po’ ragazzina del liceo, un po’ cosplayer di Arrow – il costume purtroppo sembra uscito da lì – il personaggio di Dove Cameron è sicuramente la novità più interessante della 5×11. Infatti, nonostante le vengano dedicati pochi minuti, è in grado di intrigare lo spettatore. Le domande sono tante: qual è il suo vero rapporto con il generale Hale? Perché è così ossessionata da Quake? È una degli Inumani?

Un episodio da manuale che non può non far riflettere su quanto Agents of S.H.I.E.L.D. sia cambiata e maturata nel corso degli anni, arrivando  a toccare picchi di intensità un tempo nemmeno sperati. Alle soglie del centesimo episodio della Serie Tv ci viene regalata una ripartenza letteralmente esplosiva che mette hype per il futuro e propone nuovi ed interessanti personaggi.

L’appuntamento è quindi alla prossima settimana, nel frattempo diffidate dei segnali luminosi!!

Un saluto agli amici di Agents of SHIELD ITALIA!

Leggi anche: Agents of S.H.I.E.L.D. – Una nuova stagione intergalattica

Written by Lorenzo Berti

Da piccolo volevo essere Hercules. Da adolescente, prima Pacey Witter e poi Seth Cohen. Fino a poco tempo fa avrei voluto fare un colloquio per la Sterling-Cooper, ma ora non ne sono più sicuro. E se provassi ad entrare nello S.H.I.E.L.D? Non mi prenderebbero, passo troppo tempo sul divano a guardare Serie Tv..

Jaina Lee Ortiz di Station 19 ha spiegato il legame tra la Herrera e Meredith

The Walking Dead 8×10 – Il punto di incontro