in

Alessandro Borghese giudica il Williamsburg Diner di 2 Broke Girls

2 Broke Girls
2 Broke Girls

Ciao, sono Alessandro Borghese. Benvenuti a questa puntata speciale di 4 Ristoranti: il mio viaggio nei tipici diner americani. Un solo concorrente in sfida e quattro categorie da votare: lochescion, menù, serrvizio e conto. Ma non basta. Con il mio voto posso confermare o ribbaltare il risultato. Il primo e unico concorrente di oggi è il Williamsburg Diner di 2 Broke Girls.

Ormai sono un fan accanito della cucina americana, c’è poco da fare. Ho assaggiato i diversi sapori di questo meraviglioso paese, e sapete che vi dico? L’America mi piasce! Certo, non offre materie prime a km 0 di alta qualità come l’Italia, ma non è poi così male. Dopo tutto il tempo che ho trascorso negli USA, e dopo la mia ultima avventura al Mariposa Saloon di Westworld, mi sono reso conto che non ho ancora provato una categoria di ristorazione molto tipica: quella dei diner. Si tratta di posti, generalmente non molto grandi, che offrono alta varietà di cucina americana, ottimi per un buon pasto veloce in un atmosfera piacevole.

Ad accogliermi c’è il proprietario Han Lee, un uomo dalla grande personalità. Con il suo carisma non ha dovuto impegnarsi troppo per farmi venir voglia di mangiare nel suo locale.

Che inizi la sfida!

1) Location


Situato nel quartiere di Brooklyn, New York, il Williamsburg Diner è in grado di offrire un momento di pace e tranquillità, rispetto alla vita frenetica di Manhattan, il cuore pulsante di New York City. Il suo interno è tipico di un qualsiasi diner americano. Tavoli con divanetti di color arancione, in tinta con il locale, comodi e spaziosi. Un altro aspetto interessante è il bancone. Se si è da soli, è possibile mangiare lì, seduti su comode sedie alte. Il fatto che ci sia una finestra che permette di far comunicare sala e cucina è molto importante e denota anche una certa trasparenza nel preparare le pietanze.

Voto: 8

Written by Veronica Bettinelli

È inutile girarci intorno: mentre mangio, guardo Serie Tv, mentre viaggio, guardo Serie TV, mentre studio, guardo Serie TV. E vi assicuro che se potessi, le guarderei anche mentre dormo.

game of thrones

30 motivi per cui Chiara Ferragni e Fedez potrebbero conquistare il Trono di Spade

Nella quarta stagione di Outlander c’è un nuovo mondo