in

7 curiosità su Jack Dylan Grazer, il giovanissimo protagonista di We Are Who We Are

we are who we are

È una delle giovani promesse del piccolo schermo, nonché l’ultima musa del regista Guadagnino. Jack Dylan Grazer, protagonista del travolgente teen drama We Are Who We Are ha sorpreso positivamente tutti con la sua ottima performance nei panni di Fraser.

Dinamico, spontaneo e dotato di un inusuale carisma per la sua giovane età, Grazer gode già di un curriculum di tutto rispetto. Ha recitato insieme a star come Steve Carell, Bill Skarsgård, Rainn Wilson, Chloë Sevigny, Zachary Levi e tanti altri, dando prova del suo formidabile talento per la recitazione. Ma cosa sappiamo della nuova stella emergente della serie HBO? Con la sua personalità ricca e colorata, Jack Grazer è riuscito ad affermarsi in breve tempo tra i giovani attori più talentuosi del piccolo e grande schermo.

Ha ancora parecchia strada da fare, ma ha tutte le carte in regola per scalare la vetta del successo: ecco 7 curiosità sul protagonista di We Are Who We Are.

1) Ha iniziato a recitare a 7 anni

we are who we are

L’approdo nel mondo della recitazione avviene da piccolissimo. Considerato il suo dinamico temperamento, a 7 anni il giovane Jack Grazer viene già indirizzato verso una disciplina capace di contenere la sua vivacità: la recitazione. Inizia così a prendere parte a piccoli spettacoli in teatro mentre studia alla Adderley School.

Già nel 2015 ottiene i primi ruoli minori, affiancandosi a star del grande schermo come Paul Rudd e Tom Hanks. Il successo, tuttavia, arriva con la pellicola diretta da Andy Muschietti IT in cui interpreta Eddie Kaspbrak, seguita poi dai film Beautiful Boy e Shazam

Ma è con We Are Who We Are che Jack riesce a dar prova delle sue capacità recitative, regalandoci una eccellente performance nei panni di Fraser.

Scritto da Simona Mainenti

Innamorata della scrittura, ossessionata da film e serie tv.
Sono fermamente convinta che la cultura sia il superpotere più figo di tutti.

The Office

Uno sguardo diverso su Toby, l’ultima ruota del carro di The Office

community

Quella volta che Community anticipò Black Mirror