in ,

#VenerdìVintage – Che fine hanno fatto gli attori di Ugly Betty?

Daniel Meade, Wilhelmina Slater, Marc St. James, Amanda Tanen, uno più bello dell’altro. Perfetti, nessun difetto all’orizzonte. Sembravano usciti tutti da una scatola targata Barbie. Da una bellezza quasi plastica e finta, i protagonisti di Ugly Betty hanno allietato i nostri pomeriggi e sere, a discrezione della messa in onda. Nell’oceano di pesci da barriera corallina, però, noi ci siamo affezionati a quell’essere marino che sfigura di fronte a coralli, cavallucci e stelle marini: Betty Suarez, ragazza determinata e solare, si ritrova ad iniziare il lavoro dei suoi sogni in un mondo poco sincero e pulito. Mode, rivista di moda, non può che essere diretta e gestita da persone con sorrisi perfetti e outfit impeccabili. Beh, i due segni particolari della nostra cara Betty sono un apparecchio per i denti e uno stile, per così dire, tra il vintage-nonnesco e il barocco-bizzarro. Insomma, l’immagine che si delinea non è propriamente delle migliori. Sappiamo bene quanto sia stata lasciata in disparte per la sua apparenza poco incisiva. Eppure riesce a diventare amica del capo Daniel e riesce a farsi rispettare dai colleghi. Betty Suarez si riscatta per tutte quelle donne, e non solo, che non possono raggiungere un proprio obiettivo per via del loro aspetto fisico.

Dopo questo preambolo abbastanza lungo, arriviamo al nocciolo: gli attori di Ugly Betty li abbiamo più incontrati? Che fine hanno fatto?

America Ferrera – Betty Suarez

Betty SuarezLa ricordiamo anche per la sua partecipazione al film 4 amiche e un paio di jeans e il suo sequel, chi non lo ricorda? Ma non si tratta del periodo post-Ugly Betty. Dal 2010 ha recitato in film come Matrimonio in famigliaEnd of Watch – Tolleranza zero e Cesar Chavez. Per quanto riguarda le serie tv non ha ricoperto più alcun ruolo protagonista, l’abbiamo vista in qualche puntata “random” di The Good Wife e di Inside Amy Shumer.
Almeno fino all’anno scorso: è una dei protagonisti di una sit-com iniziata nel 2015 intitolata Superstore. Interpreta Amy, una diligente dipendente del Cloud 9, un superstore di St. Louis.

Written by Giuseppina Cataldo

Amo i viaggi (anche quelli mentali), i supereroi, i concerti, i colpi di scena, i tramonti, il mio letto, la pizza. Sono una Bridget Jones amante di apocalissi e fantascienza, per cui non ho paura di sognare in grande.
Sono ubriaca di mio, nonostante sia astemia.
Cambio look spesso, voglio captare ogni sfumatura prima di scegliere quella giusta.
In testa ho la mia isola di Lost personale.
Sono onnivora, nel senso più ampio del termine.
Odio l'ansia.

Star Trek

#VenerdìVintage – Star Trek: il fascino del viaggio e della scoperta

#VenerdìVintage – Gli esordi assurdi di David Tennant