in ,

#VenerdiVintage – Le 10 sigle dei cartoni animati più tristi di sempre

2. Lady Oscar

Il buon padre voleva un maschietto ma, ahimè, sei nata tu. Nella culla ti han messo un fioretto, Lady dal fiocco blu.”

È sempre buono a sapersi che, un giorno, se doveste reprimere la sessualità di vostra figlia sin dal momento in cui rischia di perdere un occhio nella culla a causa del fioretto che la costeggia, qualcuno vi racconterà come “IL BUON PADRE”.

 

3. Gemelli nel segno del destino

“Questi splendidi bebé han davanti a sè un difficile cammino. Una bimba e un bimbo già in difficoltà, che si tengono per mano. Più si va giù e più, dopo, si va su. Non si può dir di no al destino visto che sottomette pure i Re.”

Nell’edizione mattutina (tra il 95 ed il 97) della nostra “trasmissione gallo” preferita da bambini, Bim Bum Bam, la visione di questo cartone ha rappresentato una delle attività da spuntare nelle liste di esercizi dei più attenti mental-coach del mondo.
Se però sei un bambino, forse il consiglio di andare sempre più giù per poi risalire, potrebbe non essere così entusiasmante.

 

4. Ken il guerriero

https://www.youtube.com/watch?v=HRuSQgu9vYE

“Mai. Mai, scorderai l’attimo. La terra che tremò. Vai. Vai, tu vivrai giorni felici.

Se esistesse una legge del contrappasso al contrario, Ken avrebbe un esercito di anime al suo servizio, tre draghi ed il carattere dell’ignifugicità all’inferno, che non fa mai male.

Written by Vincenzo Bellopede

Vincenzo, studente di psicologia.
Cresciuto a pane e Sartre, accompagnando con sbornie da prelibato nettare di Lynch.
Come disse il primo, gli oggetti sono cose che non dovrebbero commuovere in quanto non vive. Eppure lo fanno.
Se anche le parole riescono in questo, l'obiettivo di chi scrive è stato orgogliosamente raggiunto.

Zoey

#VenerdìVintage – Ma Zoey 101 l’ho visto solo io?

kebab for breakfast

#VenerdìVintage – Che fine hanno fatto gli attori di Kebab for Breakfast?