in

The Walking Dead e il caso Glenn: qual è la verità?

The walking dead Glenn
The walking dead Glenn

Tra le serie che hanno creato maggiore dipendenza negli ultimi anni c’è sicuramente The Walking Dead. Ispirata all’omonimo fumetto, mostra le difficoltà da affrontare nel mondo post-apocalittico, la sopravvivenza del più forte in un mondo dove gli zombie non sono gli unici “nemici”. Tra i protagonisti della serie ci sono quelli che amiamo, quelli che odiamo e quelli che vorremmo tirar fuori dallo schermo per tenerli stretti a noi per sempre (atteggiamento un po’ psicopatico ma ci avete pensato anche voi, ne sono certa). Tra i personaggi appartenenti all’ultima categoria, c’è sicuramente Glenn Rhee, la cui sopravvivenza è messa in discussione nell’ultimo periodo. Perché? Credo che lo sappiano tutti ormai che nel fumetto (se non lo sapete e non volete saperlo, smettete di leggere) Glenn muore a causa di Negan. La puntata della verità si avvicina sempre più e noi amanti di questo personaggio siamo in perenne angoscia per lui. Non sappiamo se il destino di Glenn rimarrà fedele al fumetto o se invece decideranno di farlo vivere ancora. Fatto sta che ci hanno fatto credere più volte che la fine per Glenn fosse arrivata, e invece ecco il colpo di scena! Miracolosamente si salva da situazioni quasi impossibili.

Ma perché fare ciò? Se deve morire, perché non farlo morire e basta? Sono domande che mi sono posta anche io, a cui ho cercato di dare una risposta qui di seguito. Voglio precisare che sono solo mie congetture. Detto questo, analizziamo le varie ipotesi.

La prima cosa a cui ho pensato è che i produttori della serie vogliono essere fedeli al fumetto e far morire Glenn nello stesso modo. Perché allora farci credere che sia morto o metterlo più volte in situazioni in cui sembra spacciato prima del tempo? Solo per creare suspense? No, non solo per questo. Credo che loro abbiano attuato una specie di “Ballon d’essai” per testare il terreno. Ora vi spiego: hanno creato una situazione di pericolo per Glenn, lasciandoci nel dubbio “È vivo o è morto?”, mandando però segnali che ci facessero credere che fosse morto (come ad esempio togliere il nome di Steven Yeun dalla sigla). Hanno fatto tutto questo per due ragioni: la prima, come ho già accennato prima, è per vedere la reazione del pubblico, la seconda è per farci “abituare” alla sua morte, in modo da essere in qualche modo “alleggerita” la morte vera e propria che verrà. Vi faccio un esempio per essere più chiara: quando abbiamo visto Glenn cadere da quel cassonetto, e prima ancora quando è stato accerchiato dagli zombie a causa di Nicholas, la nostra reazione è stata tipo: “No! Glenn non morire!” seguita da urla e pianti vari ed eventuali (nel mio caso ci sono stati). Adesso invece, se dovessero decidere di farlo morire nelle prossime puntate, la reazione di molti sarebbe più simile a: “Se l’è scampata parecchie volte, doveva morire prima o poi”, proprio perché ci hanno quasi fatto abituare alla sua fine, perché adesso ce l’aspettiamo. È un raggiro psicologico per farci stare più tranquilli, per non rischiare di ritrovarsi con migliaia di persone arrabbiate e deluse.
Al contrario invece, se la loro idea è quella di non far morire Glenn, vuol dire che hanno creato tutto questo solo per farci stare con il panico addosso fino alla fine della stagione, perché amano vederci soffrire, evidentemente.

Tra le due ipotesi, a malincuore credo che la più probabile sia la prima. Ma non sono affatto d’accordo, e anche se i diretti interessati non leggeranno mai questo articolo, sento il bisogno di sfogarmi: GLENN NON DEVE MORIRE! Spiego in breve perché:
Innanzitutto è uno dei pochi personaggi rimasti in vita della prima stagione, quindi che si voglia o meno ci siamo affezionati molto a lui, quasi fosse nostro fratello, e perderlo sarebbe devastante. È sempre stato un personaggio fondamentale, direi addirittura indispensabile. Ci viene presentato la prima volta come il simpatico salvatore di Rick, che lo aiuta ad uscire dal carro armato dandogli indicazioni su come fare. È sveglio, scaltro, agile e molto coraggioso, ma anche sensibile ed ingenuo a volte. È l’unico personaggio tra i principali che non ha mai ucciso nessuno che non fosse “già morto” e non ha intenzione di farlo, anche se questa decisione gli è quasi costata la vita più volte.

Nonostante sia stato rapito, picchiato e quasi ucciso da esseri viventi, lui continua a credere e sperare che le persone possano cambiare, che qualcosa di buono ci possa ancora essere. Sicuramente è un pensiero ingenuo ma anche forte, ci vuole coraggio per continuare a crederci, e il gruppo ha bisogno di qualcuno che pensi questo, di qualcuno che abbia ancora un po’ di umanità.
Oltre ad essere una splendida persona ed un buon amico, è anche un ottimo compagno. La coppia Glenn-Maggie è senza dubbio la più bella della serie. Abbiamo assistito al loro innamoramento, alla loro crescita individuale e come coppia, hanno affrontato e superato momenti terribili, sempre insieme ed ora sono ad un punto di svolta: un bambino in arrivo!

Troppe cose in sospeso, troppe cose che questo personaggio ha ancora da dare, da fare. Quindi perché farlo morire adesso?! Sarebbe una grande perdita per l’intera serie, sotto tutti gli aspetti possibili. Perciò, anche se adoro quando la serie riprende fedelmente gli eventi del fumetto, questa volta spero davvero che abbiano deciso di cambiare il suo destino. Glenn non deve morire, Glenn non può morire.

Orange Is The New Black

5 serie da seguire se sei in astinenza da Orange Is the New Black

better call saul

Better Call Saul 2×01 – Cambiamenti e Responsabilità