in

7 serie da seguire se sei in astinenza da The Walking Dead

Rick The Walking Dead
Rick The Walking Dead

L’astinenza è una brutta bestia. Possiamo provare a combatterla in tutti i modi, ma non vinceremo mai del tutto. I modi per limitare il problema, però, ci sono eccome. Specialmente quando si parla di Serie Tv.

C’è una serie in particolare che ci ha stregato e della quale non possiamo più fare a meno. Dobbiamo assumere almeno la nostra dose settimanale ma per un motivo o per un altro siamo impossibilitati: la serie è in pausa, o, ancora peggio, è finita per sempre. 

Il caso di The Walking Dead, per fortuna del fandom walkers, è quello meno grave. The Walking Dead è semplicemente in pausa, ma questo non significa che l’astinenza non si faccia sentire. I modi per rimediare, per compensare a questa mancanza, tuttavia, ci sono.

Oggi vi proponiamo 7 Serie Tv da seguire se siete in astinenza da The Walking Dead. Qualcuna la conoscerete, di qualcun’altra avrete semplicemente parlare. E forse, di qualcun’altra ancora ignoravate completamente l’esistenza. Nessun problema, ci pensiamo noi ad aiutarvi. O almeno, ci proviamo!

z nation


1- Z Nation

Molti di voi ne avranno sentito parlare, e qualcun’altro si sarà anche avventurato a vederla. Il nostro consiglio è: guardatela, perchè ne vale assolutamente la pena. Z Nation non ha troppe recensioni positive in giro, ma il motivo è molto semplice: la maggior parte delle persone, incuriosita dal format zombie in stile The Walking Dead, ci ha provato con Z Nation ed ha mollato dopo i primi 2\3 episodi. Errorissimo. Z Nation in effetti nei primi 2\3 episodi è un prodotto davvero scadente. Poi però cresce a dismisura, raggiungendo livelli interessantissimi già durante la prima stagione, in ulteriore nella seconda. Quello di Z Nation è un mondo zombie diverso: il gruppo è molto più abituato alla situazione apocalittica e ci si perde poco in chiacchiere. Non c’è l’approfondimento introspettivo che troviamo in The Walking Dead, ma non per forza si tratta di un male. L’azione è la chiave di Z Nation. Ed anche la varietà. Le puntate sono tutte appassionanti ed ogni vicissitudine affrontata dai protagonisti potrebbe farti sobbalzare. Ci sono vari tipi di zombie, ma non solo: si vengono a creare nel tempo anche delle sottospecie ibride, metà zombie e metà umane. Il gruppo ha sempre e comunque un obiettivo preciso in testa, non vaga disperato per il mondo. In Z Nation si percepisce poi, realmente, la speranza di poter risolvere le cose, perchè una speranza sembra ancora esserci. I personaggi sono caratterizzati benissimo. V’innamorerete di Murphy, ma forse pure di Doc e di Roberta Warren (una sorta di Rick Grimes in gonnella). Provateci, andate oltre al terzo episodio. Non ve ne pentirete.

Written by Vincenzo Galdieri

Sostanzialmente scrivo baggianate, ma gli dò un tono talmente epico che a volte rischiano pure di sembrare cose interessanti

Le 15 SORELLE più scapestrate delle Serie Tv

pausa natalizia

10 motivi per odiare la pausa natalizia delle Serie Tv