in

5 cose in The Big Bang Theory che non hanno senso

3) Stuart non era affatto timido con le donne

Quando abbiamo conosciuto Stuart, il proprietario del negozio di fumetti non era affatto timido come ci è stato mostrato in seguito. La sua prima apparizione risale infatti alla seconda stagione: Penny va in fumetteria per cercare un regalo per suo nipote, e Stuart riesce abilmente a ottenere un appuntamento con la ragazza. La bionda lo definirà addirittura “un ragazzo carino, per essere uno a cui piacciono i fumetti”.

In seguito il personaggio di Stuart ha subito un’incredibile involuzione caratteriale che lo ha portato dall’essere un ragazzo normale a divenire timido, impacciato e quasi depresso.

Written by Palma Vasta

Ho sempre seguito le Serie Tv e amo scrivere. Un giorno ho pensato di unire le due cose... e ogni tanto ne esce fuori addirittura qualcosa di interessante.

Tutte le angoscianti Serie Tv crime e i documentari in uscita prossimamente

BoJack Horseman

BoJack Horseman e Rick Sanchez: i mentori che ci meritiamo e di cui abbiamo bisogno