in

5 Serie Tv dove il personaggio principale perde la vita

Si pensa sempre che il protagonista sia intoccabile. Che in un modo o nell’altro si salverà. Che per lui o lei deve esserci per forza l’happy ending. Insomma chi si sognerebbe mai di uccidere Ragnar di Vikings? Eppure è diventato sempre più frequente scioccare lo spettatore con la morte di chi dovrebbe essere il motore dell’intera vicenda. Spesso avviene alla fine della storia, ma non sono mancati i casi in cui il protagonista viene ucciso a metà dell’opera. E allora è davvero interessante vedere come la serie tv riesce ad andare avanti. C’è quella che cala, che resiste o che lo fa tornare. Perché è indispensabile.

Anche le serie tv in questo pezzo ci sono passate. Inutile dire che ci sono grossi spoiler se si continua con la lettura per quelle incluse nel pezzo. Per i più coraggiosi, andiamo a vederle insieme.

1) Breaking Bad

Breaking Bad non poteva che finire con la morte di Walter White. Perché è dalla sua diagnosi di cancro terminale che inizia tutto. È quella che lo spinge a entrare nel mondo della droga, producendo la metanfetamina più pura in circolazione, così da poter provvedere alla sua famiglia. Eppure non sarà il cancro a ucciderlo in Breaking Bad.

Walt (descritto perfettamente da una canzone dei Linkin Park) lascia questo mondo alle sue condizioni, riuscendo a liberare Jesse dagli aguzzini che lo tenevano imprigionato. È la mitragliatrice che aveva caricato lui stesso a colpirlo. Così, mentre Jesse va via alla ricerca della tanto agognata libertà, Walter accarezza i macchinari del laboratorio, accasciandosi lentamente al suolo in una morte che chiude una storia avventurosa ma intrecciata pericolosamente con il male. Una punizione per il male fatto agli altri, soprattutto a Jesse.

Ma se ne va trionfante, assumendosi la responsabilità delle sue azioni senza rinnegare Heisenberg, colui che l’ha fatto sentire più potente che mai.

Written by Chiara Manetti

Amo scrivere; è la mia passione più grande. Datemi due personaggi e vi monto una storia in un baleno. Mi considero da sempre una scrittrice, anche se non ho mai pubblicato niente.
Amo le serie TV. Le ho scoperte quasi per caso ma, da quando l'ho fatto, non le ho più abbandonate. Ne divoro non so quante a settimana, al mese, all'anno.
Quindi che fare con due passioni come queste? La risposta è semplice: le ho unite. Ho fatto bene? Ovviamente. Il risultato? Beh, quello me lo dovete dire voi.

Game of Thrones, Nikolaj Coster-Waldau ha quasi firmato la petizione per il nuovo finale

Il Signore degli Anelli: l’autrice della serie rassicura i fan con un messaggio sui social