Vai al contenuto
Home » SERIE TV » 5 Personaggi delle Serie Tv completamente schiave delle proprie ossessioni » Pagina 5

5 Personaggi delle Serie Tv completamente schiave delle proprie ossessioni

Annie Landsberg

serie tv

Il titolo della serie tv in cui Emma Stone è co-protagonista è già esplicativo di per sé: Maniac. Annie Landsberg cammina con la testa rivolta all’indietro, a guardare e ricordare il passato, negando a se stessa il presente. Le memorie legate all’assenza e all’abbandono della madre, alla morte della sorella alimentano l’irrisolto che la blocca e l’inaridisce. Il malessere fatto esplodere dalla scomparsa di Ellie in un incidente stradale, di cui Annie si sente colpevole, permea ogni aspetto della vita della ragazza.

L’ossessione che ne ricava ha però uno scopo perverso: la punizione auto-inflitta.

Annie sconta le proprie colpe ricordando e ribadendo a se stessa il proprio ruolo nella tragica sorte della sorella, mettendo in atto una sorta di giustizia privata contro di sé. Ma l’espiazione non è l’unica ragione per cui la ragazza si tormenta ripercorrendo compulsivamente gli attimi dell’incidente. La serialità dei flashback è anche, e soprattutto, il mezzo di cui Annie si serve per tenere stretta a sé Ellie. Il personaggio di Emma Stone non è disposto ad accettare il lutto, rifiuta l’accettazione e si limita a circumnavigare il perimetro della negazione. Finché il loop diventa insostenibile, al punto che la cura farmacologica sperimentale appare appetibile.

Moltissimi altri personaggi potrebbero far parte di buon grado di questa categoria, per merito o per difetto. E per quanto terrificante possa essere avere l’opportunità di esplorare la loro psiche, nella stessa misura dobbiamo ammettere che il viaggio è tra i più affascinanti che la Tv possa offrirci.

Leggi anche – Le 7 Serie tv che hanno affrontato meglio il tema della depressione

Pagine: 1 2 3 4 5