in

7 psicologi delle Serie Tv che alla fine hanno ceduto al rapporto personale

Tanti sono i telefilm che annoverano tra i loro personaggi la presenza di uno psicologo: ne sono un esempio show come Lucifer o Suits. Le serie americane, in particolare, menzionano con molta frequenza questa figura professionale, grazie alla grande importanza che in quei Paesi (e fortunatamente sempre di più anche in Italia) viene attribuita al supporto psicologico all’interno dei luoghi di lavoro, delle scuole e in ogni attività quotidiana.

Quando, però, uno psicologo inizia ad essere particolarmente presente in una serie, ecco che allora ogni ogni spettatore capisce immediatamente che quel personaggio avrà molto più da fare di qualche semplice seduta di terapia.

I rapporti personali tra pazienti e psicologi, infatti, sono un cliché molto comune nelle serie tv, presenti in molti dei nostri show preferiti.

Vediamo, dunque, 7 esempi di terapeuti delle serie che alla fine hanno ceduto a un rapporto personale con i loro pazienti.

1) Kevin Venkataraghavan (How I Met Your Mother)

Lucifer

La storia tra Kevin e Robin è forse una delle più importanti tra quelle avute dalla donna in How I Met Your Mother, seconda ovviamente a quella con Barney.

Non tutti ricordano, però, che in origine il rapporto che legava Kevin e Robin era strettamente professionale. L’uomo, infatti, era il suo terapeuta, assegnatole dal tribunale per aiutarla a controllare i problemi di rabbia che l’avevano condotta ad aggredire una donna.

Per il giovane psicologo resistere al fascino della Scherbatsky non fu affatto facile, tanto che a un certo punto egli fu costretto a concludere la terapia fingendo un trasferimento improvviso.

Quando, però, il caso porta i due giovani a incontrarsi ancora, le difese di Kevin cadono definitivamente, portando l’uomo ad arrendersi di fronte ai suoi sentimenti. Tra i due nascerà così una storia d’amore.

Se inizialmente la relazione tra i due è complicata dalle strane dinamiche che l’aver intrattenuto un rapporto terapeuta/paziente comporta, la coppia riuscirà ben presto a superare queste difficoltà, raggiungendo un perfetto equilibrio che spingerà addirittura Kevin a proporre alla donna il matrimonio.

Nessun lieto fine, però, è riservato alla coppia: Robin scopre di non poter avere figli e lascia Kevin libero di trovare una compagna che possa realizzare il suo desiderio di famiglia.

2) Linda Martin (Lucifer)

Lucifer

Il rapporto tra Linda e Lucifer inizia in maniera assolutamente non professionale.

Quando Linda Martin vede Lucifer per la prima volta, resistere allo charme del Diavolo le risulta impossibile. Subito la donna si sente attratta da lui, tanto da mostrare in maniera spudorata il suo desiderio sessuale.

Intenzionato a trovare qualcuno disposto ad ascoltarlo, Lucifer decide di sfruttare l’attrazione di Linda a suo vantaggio, proponendole favori sessuali in cambio di una terapia. Un rapporto non convenzionale che, però, sembra riuscire ad aiutare davvero Lucifer, permettendogli di capire meglio i suoi nuovi sentimenti.

Ben presto la dottoressa si ritrova catapultata nella vita di Lucifer, entrando in contatto con le persone a lui più vicine: il fratello Amenadiel e Chloe. Nonostante a un certo punto la terapeuta decida di riportare il rapporto con Lucifer su un piano professionale, la donna diventa di fatto un punto di riferimento nella vita dell’uomo e finisce per entrare a pieno nella cerchia dei suoi intimi.

A seguito della sua relazione con Amenadiel e alla nascita del loro bambino, Linda diventa ufficialmente un membro della famiglia di Lucifer, cedendo definitivamente al rapporto personale.

3) Ben Harmon (American Horror Story 1 – Murder House)

In una serie in cui misteri, paranormale e stranezze rappresentano i veri protagonisti della storia, non potevamo certo aspettarci che anche un semplice evento, quale l’inizio di una terapia, potesse avere risvolti “normali“.

Per lo psichiatra Ben Harmon, ritrovarsi personalmente coinvolto nelle vicende del suo paziente Tate è un evento inevitabile, anche se assolutamente indesiderato. In questo caso, infatti, la vera causa di questa rottura dei confini sarà lo stesso paziente, che sfruttando la terapia con Ben inizierà a intromettersi nella vita della sua famiglia.

La prima vittima del ragazzo sarà Violet, figlia di Ben, che presto svilupperà una forte attrazione verso Tate. Deciso a impedire questa amicizia, Ben proverà a interrompere ogni contatto con Tate, inconsapevole però che forze più grandi di lui sono in azione.

La situazione diventerà ancora più complessa quando Vivien, moglie di Ben, rimarrà vittima di un inganno ordito dal giovane che riuscirà a consumare un rapporto con la donna fingendosi il marito. Da questa unione verrà concepito un bambino.

Un paziente che sconvolgerà completamente la vita di Ben e della sua famiglia.

4) Isaac Roa (How to Get Away With Murder)

Il rapporto tra Annalise Keating e i suoi terapeuti è sempre stato tutt’altro che professionale. Se con il primo psicologo della donna, Sam Keating, la relazione era diventata talmente personale da portare i due a unirsi in matrimonio, la storia con il secondo terapeuta ha esiti diversi.

Isaac Roa fa il suo primo ingresso nella serie a seguito della decisione dell’ordine dell’ordine degli avvocati che costringe Annalise a seguire una terapia per superare i suoi problemi con l’alcol. Fin dalla prima seduta, lo spettatore capisce che il personaggio di Isaac giocherà un ruolo importante nella storia.

La figura di Annalise sembra scuotere particolarmente il terapeuta, il cui passato è segnato da traumi importanti che i racconti della paziente fanno inconsapevolmente riemergere. Seduta dopo seduta, il coinvolgimento emotivo di Isaac sembra prendere sempre più il sopravvento sul suo ruolo professionale.

Ad aiutare questo processo di abbattimento della linea di confine è, senza dubbio, la stessa Annalise. L’avvocato non perde occasione per coinvolgere chiunque la circondi nei suoi intrighi personali, arrivando alla fine a sfruttare la professione di Isaac per i suoi interessi.

Coinvolto sempre di più nella vita di Annalise, Isaac perde completamente il controllo sulla terapia, arrivando a capovolgere gli equilibri e a confidare egli stesso i suoi più profondi segreti alla paziente. Un rapporto personale totalmente nocivo, non solo per Annalise, che si ritroverà priva del suo terapeuta, ma per lo stesso Isaac che in questa difficile relazione finirà per perdere se stesso.

5) Paula Agard (Suits)

 Sai perché non è etico per un terapista uscire con il suo cliente, Harvey? È perché è naturale per un cliente trasferire sentimenti di desiderio sul suo terapeuta che non sono reali. Quello che potresti non sapere è che non è innaturale che un terapeuta si senta allo stesso modo. Non pensi che abbia avuto fantasie su di te? 

Paula Agard è la dottoressa che Harvey Specter inizia a vedere per superare gli attacchi di panico provocati dalla fine della sua relazione con Donna. Iniziata come una normalissima relazione professionale, la storia tra Paula e Harvey si inizia a complicare quando i due si rendono conto di provare sentimenti reciproci.

Harvey trae grandi benefici dalla terapia e vede in Paula l’artefice del suo cambiamento, iniziandola a considerare una persona estremamente positiva per la sua vita.

Ogni rapporto terapeutico, in fondo, non è altro che una profonda, intima e complessa relazione che si instaura tra il paziente e il terapeuta. Un rapporto, però, che non deve mai essere confuso con amore o amicizia, ma che segue delle regole e dei confini particolari.

Paula e Harvey, però, non riescono a rispettare pienamente quelle regole, finendo per scambiare il loro legame terapeutico per sentimento. Tra i due nascerà così una storia, che sarà fortunatamente destinata a vita breve. Ben presto, infatti, Harvey tornerà in sé, rendendosi finalmente conto di chi sia la vera donna della sua vita: Donna Paulsen.

6) Jean Holloway (Gypsy)

Lucifer

Per Jean Holloway, protagonista di Gipsy, scavalcare i confini personali nel suo lavoro è un gesto più che normale. La donna è solita intromettersi nelle vite personali dei suoi pazienti, mentendo al marito e alla figlia al riguardo.

La situazione diventa particolarmente complicata quando Jean si ritrova ad aiutare un paziente a superare la rottura con la sua ex, finendo, però, a innamorarsi lei stessa della donna.

La psicologa inizia, così, a condurre una doppia vita: in una è Jean, una moglie, madre e eccellente psicologa; nell’altra è la donna che ha una relazione extraconiugale con l’ex di un paziente, sotto il falso nome di Diane.

Le intromissioni di Jean nella vita dei suoi pazienti diventano sempre più forti, portandola pian piano a compromettere non solo la loro vita ma anche quella della sua famiglia e il suo stesso lavoro.

7) Paul Weston (In Treatment)

In Treatment è una serie tv che si concentra in maniera determinante sul complicato e importante rapporto tra terapeuta e paziente. Lo show è focalizzato sulle sedute che ogni giorno Paul tiene con i suoi pazienti e offre numerosi spunti di riflessione.

Ogni caso infatti racconta diverse problematiche e insicurezze, permettendoci di comprendere meglio la mente umana e l’importanza della psicologia nella nostra vita.

Tra i vari pazienti di Paul, un ruolo importante sarà quello della giovane Laura, una paziente con difficoltà relazionali nei confronti degli uomini. L’atteggiamento seduttivo e il forte bisogno di sentirsi amata della donna, portano a complicare la relazione terapeutica.

Grazie a questa storia, In Treatment si sofferma sulla dinamica del transfer erotico e lo fa senza scadere mai nel banale, ma approfondendo con serietà una realtà possibile all’interno di un percorso psicologico.

Laura manifesterà fin da subito il suo interesse verso il terapeuta, mettendo più volte in difficoltà Paul, ritrovatosi ad affrontare un imprevisto e pericoloso controtransfert. Rapporto personale e professionale si fondono, così, di continuo, rendendo questa storia una delle più interessanti della serie.

LEGGI ANCHE – Lucifer: gli sceneggiatori hanno scartato un’idea folle per via della politica di Trump

Scritto da Serena Liggeri

Un foglio, una penna e una buona Serie Tv: i tre ingredienti per una giornata perfetta.

breaking bad

5 espressioni facciali di Walter White che parlano più di mille parole

Raised By Wolves 1×01/1×02 – Una partenza esplosiva