in

10 invenzioni delle Serie Tv che potrebbero essere utili nella realtà

invenzioni

Le Serie Tv, lo sappiamo, sono il perno attorno a cui ruota la nostra immaginazione più sfrenata. Non parlo solo di fantascienza o fantasy, generi cardine entro cui si muovono le più strampalate invenzioni mai sentite, ma anche comedy e drama possono raggiungere altissimi picchi di interesse per la nostra ricerca.

Mettiamo caso che un bel giorno ci svegliassimo in un universo parallelo, magari televisivo, potendo toccare con mano tutto ciò che abbiamo sempre desiderato! Chi non vorrebbe, abbracciate al Dottore di turno, svolazzare nel TARDIS? A chi non piacerebbe giocare con i marchingegni del grande Leonardo da Vinci? E sparare ghiaccio o fuoco con le pistole futuristiche di Cisco?

Alzi la mano chi è immune dal fantasticare un futuro dove le scarpe si allacciano da sole e le macchine volano nel cielo. Io no di certo! Le invenzioni tratte dalle serie più conosciute degli ultimi anni fanno si che ognuno di noi si senta, per un po’, un vero artefice del proprio destino!

FRINGE

invenzioni

Il dott. Walter Bishop, un moderno Einstein dal Q.I. pari a 196, era uno stimato docente di Harvard dove conduceva degli strampalati esperimenti insieme al compagno di avventure William Bell. Con una passione mai nascosta per tutti i tipi di droga e le caramelle gommose, negli anni ’70 collabora con il governo degli Stati Uniti in vari progetti, in particolare il secretato Kelvin Genetics, una branca della fringe science. Brillante fino all’inverosimile, nella sua lunga carriera – prima e dopo l’internato all’ospedale psichiatrico di St. Claire – realizzò svariate e strampalate invenzioni, uno della quali, il Disreazione, permetteva alle persone di viaggiare nel tempo e nello spazio. Resosi conto dell’importanza della sua creazione, ne distrusse tutti i pezzi nascondendoli in diverse cassette di sicurezza sparse per le banche di tutto il paese. Purtroppo, diciassette anni dopo, le parti vennero riassemblate dal criminale David Robert Jones, che userò il macchinario per evadere di prigione…

LIMITLESS

invenzioni

Se esistesse un’invenzione dannosa, un tipo di sostanza, una droga (o meglio, un farmaco sperimentale nootropo) che riuscisse ad amplificare le funzioni cerebrali fino a far diventare chiunque un genio, chi di noi non la vorrebbe provare? Questo è successo a un normale ragazzo, Brian Finch, quando per puro caso ha assunto una di queste miracolose pillole. Subito l’FBI gli ha concesso la possibilità di diventare consulente della squadra investigativa di New York, siccome non presentava i normali effetti collaterali della sostanza. Ahimè, i poverini non sapevano che Brian aveva stretto in gran segreto un patto con il senatore Edward Morra, il quale gli forniva il siero che lo immunizzava in cambio di avere in anteprima notizie fresche sulle indagine dell’FBI. Morra e la sua squadra, composta da personaggi non proprio cristallini, uno su tutti il faccendiere Sands, erano abituali consumatori della sostanza scoperta molti anni prima… Morra infatti era uno scrittore fallito a un passo dalla depressione…

Written by Francesca Solazzo

Cinema, Serie Tv, Plaid, Caminetto: la mia vita in quattro parole. Annoiata dal logorio della vita moderna, mi rifugio nei classici o nel Fantasy... ma sono quello Urban eh! Per il resto, "giro, vedo gente, mi muovo, conosco, faccio cose…"

gomorra

I 10 grandi temi esistenziali affrontati in Gomorra

Arrow

Arrow, le Pagelle della quarta stagione