in

Alcune storie (mai raccontate) di Harry Potter potrebbero essere delle meravigliose Serie Tv

harry potter

Sette libri (otto con il criticato The Cursed Child), otto film, uno spettacolo teatrale, uno spin-off e un “binario” presso la stazione King’s Cross di Londra. Non serve dire altro per appurare come il fenomeno Harry Potter creato da J.K. Rowling sia stato in grado di conservare un posto nel cuore di tutti i fan. Sembra impossibile ma sono passati ormai vent’anni dal 1997, anno della prima edizione britannica di Harry Potter E La Pietra Filosofale, primo atto di una saga destinata a meraviglie. E in occasione di questo anniversario il mondo si è mobilitato, con mostre, eventi e iniziative (da noi la Feltrinelli ha organizzato in alcune città la Harry Potter Night).

E mentre lo spin-off Animali Fantastici e Dove Trovarli ha convinto in positivo i fans dell’universo magico che attendono ora il secondo capitolo, gran parte di questi non desiste e non perde la speranza di una reunion sul grande schermo, magari con un adattamento cinematografico di The Cursed Child. Ma nell’era in cui le Serie Tv hanno raggiunto il loro apice, dove il potentissimo Netflix sembra essere in grado di far avverare qualsiasi desiderio seriale, la fantasia vola: ci sono tante storie da raccontare, perchè non farlo sul piccolo schermo? Syfy sta tentando con The Magicians ma Harry è sempre Harry.

La storia dei Malandrini

Una delle sotto-trame più amate è la storia dei Malandrini, che hanno frequentato la Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts nel 1971-1978. James Potter, Sirius Black, Remus Lupin e Peter Pettigrew, meglio conosciuti come Ramoso, Felpato, Lunastorta e Codaliscia, erano quattro studenti dotati di uno spiccato talento nell’infrangere le regole e nel compiere misfatti. A loro si deve anche la creazione della Mappa Del Malandrino, una pergamena magica capace di indicare tutti gli spostamenti degli abitanti del castello di Hogwarts e tutti i passaggi segreti, che sarà utile anche ad Harry molti anni dopo.

La Serie potrebbe raccontare come sia nata questa indissolubile amicizia, e come James, Sirius e Peter siano riusciti a diventare Animagus (maghi in grado di assumere la forma di un animale) per aiutare Remus, lupo mannaro dall’infanzia, durante le notti di luna piena. Le scappatelle per il castello, il Platano Picchiatore, la rivalità con Severus Piton e i primi amori (sì, perchè dovrebbe apparire anche Lily, futura madre di Harry), e purtroppo come Codaliscia abbia deciso di tradire i suoi migliori amici per Voldemort. Le basi per una nuova e meravigliosa storia ci sono.

La giovinezza di Tom Riddle

harry potter

In parte messa magistralmente in scena dal cortometraggio fan-made Voldemort: Origins of the Heir, la giovinezza di Lord Voldemort è descritta da Albus Silente ad Harry ne Il Principe Mezzosangue, che racconta l’ascesa del Signore Oscuro e di come già da adolescente fosse un mago particolarmente dotato ma incline a comportamenti piuttosto inquietanti. Tuttavia molti periodi della sua vita sono stati solo menzionati e non esplorati: il suo soggiorno in Albania in cerca della tiara di Corvonero, la sua ricerca della spada di Godric Grifondoro, come abbia creato il suo gruppo di terrore, i cosiddetti Mangiamorte. C’è tanto di cui parlare, e chissà, magari vedere un briciolo di umanità in quegli occhi da serpente (magari per la madre Merope), prima che decidesse di strappare per sempre la sua anima.

Il primo Ordine della Fenice

harry potter

Sappiamo più o meno tutto dell’Ordine della Fenice, del n.12 di Grimmauld Place e dell’eroica Battaglia di Hogwarts. Ma cosa sappiamo sulle origini dell’organizzazione fondata da Albus Silente per combattere Voldemort e il suo tentativo di instaurare il suo regno del terrore? Tra i componenti del primo Ordine sono citati Sirius, Hagrid, Amelia Bones, Alice e Frank Paciock, James e Lily Potter e persino Codaliscia, che avrebbe poi tradito i Potter e dato inizio alla storia che tutti conosciamo. Le informazioni sulla prima guerra contro Voldemort sono poche e frammentarie, ed esplorare questo periodo storico sarebbe davvero interessante.

I quattro fondatori

harry potter

La scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts fu fondata nel 990 da Godric Grifondoro, Priscilla Corvonero, Salazar Serpeverde e Tosca Tassorosso. I quattro organizzarono la scuola dividendola in quattro Case che portano i loro nomi e rispecchiano i loro caratteri. Nei primi anni, nella scuola erano ammessi tutti i maghi ma poi, a causa di un litigio tra Salazar Serpeverde e gli altri tre, ognuno ebbe le sue preferenze. Salazar Serpeverde mostrava infatti un’evidente inclinazione nei confronti dei Purosangue, ritenuti, a differenza dei Mezzosangue e dei Nati Babbani, i degni protagonisti della Comunità magica. La nascita della Camera dei Segreti e del Basilisco, la creazione del Cappello Parlante e i fatti che portarono Salazar Serpeverde ad abbandonare la scuola: Hogwarts ha una storia lunga e piena di misteri.

Una nuova storia

harry potter

Nuovi personaggi, nuovi nemici, storia inedita, forse 19 anni dopo. L’universo di Harry Potter è talmente vasto da poter vedere la nascita di una nuova epoca, un’epoca in cui Harry Potter è l’eroe che ha sconfitto il Signore Oscuro e Auror del Ministero. Naturalmente lo scenario perfetto sarebbe Hogwarts, e le vicende potrebbero essere ambientate anche molti anni dopo la battaglia di Voldemort, per darci l’opportunità di capire come il mondo magico abbia reagito alla scomparsa del più grande mago oscuro e come i vecchi eroi abbiano influenzato le nuove generazioni. E perchè no, in alternativa una Serie Tv ambientata nel passato e con protagonista lo stregone Ekrizdis, colui che eresse Azkaban e diede origine ai Dissennatori.

Leggi anche: Harry Potter e Gli Animali Fantastici potrebbe presto diventare Serie Tv!

Written by Enrico Calogiuri

Nasce con Buffy e cresce con Smallville, la mia passione per le Serie Tv non ha limiti. Studente di Giurisprudenza, ma con una netta preferenza per la fantascienza.

Westworld

Westworld – La Serie Tv piace più del film, e non è mai così scontato

Breaking Bad

Breaking Bad – Il guardaroba di Walter White