in ,

Le 10 migliori coppie non endgame nella storia delle Serie Tv

Le serie tv come Grey’s Anatomy o The Vampire Diaries sono spesso terreno fertile per la nascita di ship intriganti ed emozionanti. Che queste coppie siano crack o canon non importa poiché se i personaggi sono ben costruiti, così come le scene in cui interagiscono, sarà inevitabile desiderare che alla fine della storia stiano insieme, ovvero che siano endgame.

Purtroppo gli eventi affrontati da queste coppie, o ship se preferite, non sempre sono clementi. Ecco perché molti di questi protagonisti o co-protagonisti sono costretti a lasciarsi per molteplici motivi mandando in frantumi il nostro sogno di crederli insieme per sempre felici e contenti. Ed è così che rapidamente diventano coppie non endgame.

A questa categoria di ship appartengono sempre e comunque le crackship, ossia quelle coppie mai realizzate, formate da personaggi che per qualsiasi motivo non vedremo mai insieme. Di solito accade perché la storyline di entrambi non permette loro di incontrarsi, oppure perché sono personaggi che appartengono a due serie tv differenti.

Ma poiché oggi vogliamo essere clementi abbiamo deciso di scatenare solo quelle emozioni legate alle ship non endgame, che tuttavia per qualche puntata ci hanno dato soddisfazione diventando canon, ovvero realizzandosi come coppia ufficiale. Ecco le dieci migliori coppie non endgame.

1) Rory Gilmore e Jess Mariano (Una Mamma per Amica)

Grey’s Anatomy

Rory Gilmore (Alexis Bledel) e Jess Mariano (Milo Ventimiglia) sono una delle coppie più amate e desiderate di Una Mamma per Amica. Con il suo carisma, Jess ha messo all’angolo sia Dean che Logan dimostrando anche di essere l’unico vero amore della piccola Gilmore. Entrambi hanno avuto un’infanzia diversa e sono cresciuti sviluppando caratteri diversi, a tratti anche incompatibili. Eppure, per puntate e puntate hanno dato prova di quanto siano necessari l’uno all’altro. Si incoraggiano a vicenda e sono fonte di ispirazione reciproca, a dimostrarlo non sono solo le scene della serie di quasi vent’anni fa, ma anche quelle del revival. Purtroppo, a meno che non vengano prodotte altre puntante, la nostra coppia tanto amata resterà “scoppiata” e quindi non endgame come vorremmo.

2) Brienne di Tarth e Jaime Lannister (Game of Thrones)

Brienne di Tarth (Gwendoline Christie) e Jaime Lannister (Nikolaj Coster-Waldau) per anni sono stati una crackship, una coppia tanto desiderata ma che in cuor nostro sapevamo che non si sarebbe mai realizzata. Ma D&D hanno dimostrato – sia in positivo che in negativo – di saper sorprendere i fan di Game of Thrones. Ecco perché quando il rapporto tra Brienne e Jaime – nato seguendo il trope della coppia HateToLove – si è realizzato, abbiamo gioito.

Ma come accade in Grey’s Anatomy, anche questa coppia viene distrutta rapidamente.

Jaime e Brienne non saranno endgame, ma di certo le scene della terza e della quarta stagione non potremo mai dimenticarle poiché Brienne ha ricoperto un ruolo fondamentale nel percorso evolutivo dello Sterminatore di re.

3) Willow Rosenberg e Tara Maclay (Buffy L’Ammazzavampiri)

Grey’s Anatomy

Buffy L’Ammazzavampiri ci presenta una corona di personaggi bellissimi che ci fanno vivere tantissime emozioni. Tra di loro vi sono di certo Tara (Amber Benson) e Willow (Alyson Hannigan), co-protagoniste interessanti sia individualmente che in coppia. La loro storia è ricca di dolcezza, nasce e si sviluppa dando l’idea che a legare queste due donne sia stato proprio il destino, poiché nel momento in cui si incontrano scompare Xander, scompare Oz. Tutti diventano un’ombra senza forma e silenziosa mentre Tara e Willow al centro della pista danzano sollevandosi leggermente da terra e dimostrando di essere fatte l’uno per l’altra.

Una sensazione di inevitabilità e di perfezione l’abbiamo vissuta anche in altre serie. Basta pensare a Grey’s Anatomy, a Meredith e a Derek.

Anche in Buffy i personaggi hanno una loro persona, e il momento in cui Tara viene uccisa con la stessa casualità con cui aveva riportato Willow alla vita – anche solo incontrandola – è doloroso e senza pietà. Una delle coppie più belle di Buffy scompare non potendosi coronare per davvero, mai più. Proprio come Buffy e Spike.

4) Bellamy Blake e Clarke Griffin (The 100)

Se dovessimo parlare di slow born ship di certo parleremmo di Bellamy (Bob Morley) e Clarke (Eliza Taylor). Nemici, alleati, amici e amanti, i Bellarke hanno attraversato tutte le fasi di una relazione che senza dubbio ci avrebbe condotti ad apprezzarli molto.

Come per Jaime e Brienne, anche per loro si è sfruttato molto il trope dell’HateToLove, il cui aspetto più bello è il rispetto reciproco che nasce tra i due. Bellamy e Clarke sono entrambi dei leader che inizialmente non fanno altro che scontrarsi, eppure le avventure che sono costretti a vivere sulla Terra li costringono pian piano a venire a patti, a collaborare e a provare rispetto che inevitabilmente si sarebbe trasformato in affetto e in qualcosa di più. Eppure le sofferenze in The 100 non mancano mai, così come le delusioni. Ecco perché questa coppia viene distrutta da una scelta finale dello sceneggiatore che decide di divederli senza possibilità di tornare indietro.

5) Caroline Forbes e Klaus Mikaelson (The Vampire Diaries)

Grey’s Anatomy

In The Vampire Diaries non sono solo Caroline (Candice Accola) e Klaus (Joseph Morgan) a non essere endgame. Potremmo nominarne molte altre di coppie che alla fine non si realizzano, alcune persino distrutte all’improvviso e tragicamente alla fine dell’ultima stagione della serie. Eppure Klaus e Caroline hanno sempre avuto fascino e chimica senza essere scontati. Con l’arrivo dei vampiri originali a Mystic Falls si moltiplicano le difficoltà per i Gilbert e per i Salvatore. Sebbene inizialmente Klaus sembri un cattivo alquanto piatto, le cui azioni paiono derivare da un capriccio o da una cattiveria innata e immotivata, alla fine si rivela molto più interessante e poliedrico.

Gli incontri-scontri con Caroline durante gli episodi servono a far emergere una parte di lui sconosciuta, il cui scopo è quello di farlo apparire migliore agli occhi dello spettatore in modo tale che la possibile coppia prenda forma nella mente di chi guarda. Il risultato negli anni è stato stravolgente, poiché dopo la fatidica frase di Klaus – I intend to be your last – ogni fan ha desiderato che i due si rincontrassero un giorno per restare insieme.

Purtroppo non accadrà, anzi, le sorti degli originali sono state ben diverse e tutto ciò che abbiamo potuto fare è stato piangere sul latte versato.

6) Fleabag e il Prete (Fleabag)

Fleabag è irriverente, divertente e sconvolgente. La serie il cui personaggio abbatte la quarta parete coinvolgendoci nelle sue avventure ci porta ad affezionarci al particolare rapporto tra lei e il Prete. Il nome della controparte maschile non è mai rivelato, sebbene di lui i vengano mostrati molti aspetti e stranezze.

Con Fleabag (Phoebe Waller-Bridge) e il Prete (Andrew Scott) viene messo in scena il fascino del proibito e dell’incontro tra sacro e profano. Il pubblico giunge a desiderare che il Prete abbandoni la sua vocazione per poter stare con la protagonista, ma così non è. Come Fleabag siamo travolti dalla tristezza e abbandoniamo le speranze passo dopo passo per poter viaggiare verso una nuova narrazione.

7) Meredith Grey e Derek Shepherd (Grey’s Anatomy)

Grey’s Anatomy

Grey’s Anatomy è la serie tv prodotta da Shondaland che negli anni è diventata sinonimo di sofferenza, sorpresa, ansie e timori. Il motivo è semplice: in questa serie tv non si fanno sconti perché muoiono anche i protagonisti.

La storia di Meredith (Ellen Pompeo) e Derek (Patrick Dempsey) è di certo una delle migliori della storia, e nonostante questo è stata distrutta con una tale facilità da farci dubitare di ogni cosa. Gli unici personaggi che sarebbero dovuti essere endgame sono stati divisi così come Bellamy e Clarke. La differenza rispetto a The 100 è che nel caso di Meredith e Derek abbiamo avuto la possibilità di vivere molto di più la loro vita di coppia senza fermarci ai primi scontri e alle difficoltà che hanno dovuto affrontare.

In Grey’s Anatomy non vi è nulla di certo.

Considerando gli sviluppi delle ultime puntate forse i nostri due amanti preferiti potrebbero rincontrarsi… o forse no.

8) Brooke Davis e Lucas Scott (One Tere Hill)

Serie Tv

Brooke e Lucas, detti Brucas dai fan, non sono endgame, eppure questo non ci impedisce di ricordare i molteplici motivi per cui loro due hanno dimostrato stagione dopo stagione di essere perfetti l’uno per l’altra, molto più di quanto lo siano stati Payton e Lucas.

Spesso si è discusso sul perché ci siano stati dei cambi repentini legati a queste due coppie, e le risposte spesso si ricollegavano alla storia che nella realtà avevano Chad Michael Murray e Sophia Bush. Infatti, per anni si è vociferato che non siano stati endgame perché i due attori si erano lasciati anche nella vita reale e quindi per evitare situazioni di disagio si era deciso di cambiare nuovamente la vicenda di uno dei triangoli amorosi più famosi dei primi anni duemila.

9) James Fraser e John Grey (Outlander)

La coppia James Fraser – John Grey potrebbe quasi definirsi una crackship, dato che sin dall’inizio eravamo coscienti di come l’amore di Jamie per Claire avrebbe impedito questa relazione. Eppure sognare è umano e le scene tra loro due sono ricche di tenerezza e ammirazione. John ama Jamie e il momento in cui lo rivela a Claire il dolore e la pietà colpiscono anche noi dritto al cuore . È vero, Jamie e John sono una coppia impossibile, ma è tangibile l’affetto e la devozione che provano l’uno nei confronti dell’altro. E sebbene i sentimenti di Grey sfocino in un amore sincero allontanandosi da quelli d’amicizia provati da Jamie, siamo certi che, se la storia fosse stata diversa, tra il soldato e il traditore della corona sarebbe nata una bellissima storia.

Ma i protagonisti dell’opera di Diana Gabaldon sono altri, ecco perché questa coppia resta un’illusione lontana che non sarà mai endgame.

10) Regina Mills e Robin Hood (C’era una volta)

Grey’s Anatomy

In Once Upon A Time, conosciuta in Italia con il titolo C’era una volta, presenta al pubblico molteplici ship, tutte relativamente belle. Tra quelle più interessanti e drammatiche vi è la coppia Regina-Robin. Un legame decisamente inaspettato considerando la storia con cui il personaggio d i Robin Hood viene introdotto. Ma pian piano alla regina vien data una possibilità di amare e di essere amata. Eppure, così come le viene data le viene anche sottratta poiché questa coppia viene distrutta da una morte difficile da superare e che lascia il pubblico – così come Regina – sconvolto. Regina (Lana Parrilla) e Robin Hood (Sean Maguire) non sono e non saranno mai endgame.

LEGGI ANCHE – Grey’s Anatomy: perché continua a funzionare benissimo ancora oggi, dopo 16 anni?

Written by Anastasia Gervasi

Amo leggere e, anche se sono consapevole di non poter superare il record di libri letti da Rory Gilmore (qualcuno può?), sono certa di aver visto più serie tv di lei. Sin da bambina ho sempre amato le storie (okay forse quelle horror un po' meno) e ho sempre voluto parlarne, specialmente dopo averle conosciute grazie a serie tv avvincenti e ricche di feels e angst. Sono cresciuta con i telefilm di Buffy e FRIENDS e ho capito che, come gli amici di tutti i giorni, anche loro sono dei buoni compagni di vita. Ho incontrato personaggi che mi hanno ispirata e mi hanno spinta a migliorare come persona, trasmettendomi anche una carica di adrenalina pazzesca. Sono storie che ti portano ad imboccare una strada, in parte, ancora sconosciuta. Io spero che la mia sia tanto bella, avvincente e avventurosa quanto quella delle mille storie che ho letto e visto in questi anni. Per il resto mi affiderò al Carpe diem di Orazio.

raiplay

I 10 migliori documentari che puoi trovare su RaiPlay

Lady Gaga

Ritrovati i cani rapiti di Lady Gaga, la popstar omaggia il dogsitter ferito