in ,

10 set di film e Serie Tv che sembrano avvolti da una qualche sorta di maledizione

Glee

Davanti alla successione di tragedie che colpiscono alcuni set, viene davvero da chiedersi se non ci sia qualche maledizione dietro. Se lo saranno domandati gli attori di Glee, accomunati perfino da un numero (il 13) che sembra tornare in più occasioni. Ma c’è anche qualcosa di peggio del set di Glee: esplosioni inspiegabili, attacchi di tigri e corrispondenze tra film e realtà che fanno rabbrividire. Pronti a rimanere senza fiato?

1) Il Corvo

Brandon Lee

Tra le storie più inquietanti c’è sicuramente quella che ha vede protagonista il set del film Il Corvo, pellicola basata sull’omonimo fumetto che racconta la storia di un musicista rock resuscitato per vendicare la sorte subita. Tutto iniziò già il primo giorno di riprese quando i filmmaker si presentarono sul set e scoprirono un misterioso messaggio vocale: una voce li ammoniva a non iniziare a girare perché sarebbero accadute cose tremende.

Si decise naturalmente di ignorare quello scherzo di cattivo gusto ma ben presto le cose volsero al peggio. Quello stesso giorno un elettricista facendo retromarcia con un camioncino urtò un cavo dell’alta tensione e rimase fulminato prendendo fuoco. Trasportato d’urgenza in ospedale sopravvisse riportando ustioni di secondo e terzo grado ma perse entrambe le orecchie rimanendo sfigurato a vita.

È solo l’inizio: dopo non molto un uragano devastò il set. Il panico si diffuse e lo spettro di una maledizione iniziò a farsi largo. Principale imputato della superstiziosa convinzione venne individuato dai maligni in Brandon Lee, attore protagonista della pellicola. Il suo sarebbe un castigo ereditario che grava sulla famiglia da quando il padre, Bruce Lee, aveva trovato la morte in circostanze mai chiarite.

Le riprese continuarono tra storie sempre più assurde e terrorizzanti. Ma ecco il dramma finale: Brandon Lee doveva girare la scena in cui il suo personaggio trova la morte, colpito dallo sparo di una pistola. Naturalmente l’arma venne scaricata ma accadde l’impensabile: un proiettile si incastrò nella canna e quando il colpo partì fu abbastanza forte da colpire Lee. Dopo inutili tentativi di rianimazione l’attore morì in un letto di ospedale.

Il film venne poi completato con una complessa riscrittura e vari tagli e divenne un successo mondiale anche grazie a questo tragico evento.

Un set maledetto come quello del Corvo è difficile da trovare ma c’è stato perfino di peggio (e non è Glee).

Written by Emanuele Di Eugenio

Esteta contemplativo (un modo elegante per dire nullafacente), vive immerso tra libri impolverati e consunti osservando il mondo da una finestra. Che sia quella dello schermo di una tv, di un pc o le pagine di un romanzo russo poco importa.

Perché dovreste iniziare The Man in the High Castle

Friends

Dopo tanti disagi, Matthew Perry ha trovato l’amore della sua vita: ecco come!