in

A quanto pare, il colpaccio della Disney sta davvero arrivando

Disney

Siamo in quella che sembra essere l’era delle piattaforma streaming a pagamento. Amazon, Netflix, la piattaforma streaming della DC disponibile attualmente solo in America e tante altre meno note. Tutti ottimi servizi, perfettamente legali e pieni di prodotti, che hanno riscosso buon successo anche in Italia.

Sembra cioè che l’era degli abbonamenti on demand come Sky o Mediaset Premium si stia concludendo lentamente, per lasciare la supremazia allo streaming completamente online.

Il catalogo di ogni piattaforma è estremamente vasto. Inoltre, viene aggiornato e ampliato mensilmente e questo ci permette di avere a disposizione prodotti sempre nuovi e sempre migliori a una modica cifra. Sicuramente minore rispetto a quanto si potrebbe invece spendere per delle home-video di film o serie tv.

Netflix

Come poteva mancare la Disney all’appello?

Già all’inizio di quest’anno Disney si era mostrata interessata all’acquisto di Fox, compresi tutti i suoi prodotti. Acquisto che si è poi concretizzato qualche mese fa. Contestualmente è arrivato l’annuncio definitivo del lancio della piattaforma streaming.

Disney Play (questo sembra essere il nome del servizio secondo Variety) dovrebbe fare il suo debutto dopo la seconda metà del 2019. Il Ceo della compagnia ha definito il lancio della piattaforma come “una delle maggiori priorità del 2019“.

Insomma, la Disney sembra proprio intenzionata a fare il colpaccio l’anno prossimo.

Tra l’acquisto della Fox e il proprio catalogo amplissimo, la piattaforma vedrà probabilmente diverse serie tv originali e non, tra le quali spiccano le due su Scarlet Witch e Loki e quelle su Star Wars, inclusa la serie animata e la nuova stagione di The Clone Wars. Altri prodotti saranno tutti i film del Marvel Cinematic Universe, probabilmente rimossi da Netflix, i film degli X-Men e vari prodotti della Fox, i film della Pixar per non parlare poi dei film d’animazione firmati da Disney!

disney simpson

Il catalogo sembra quindi ricchissimo di prodotti interessanti, e si vocifera che l’abbonamento potrebbe costare addirittura meno rispetto a quello di Netflix.

Netflix che, come detto dalla stessa Disney, perderà i diritti dei loro prodotti a partire dal 2019, eccezion fatta per le serie Marvel: queste dovrebbero rimanere dove sono salvo modifiche dell’ultimo minuto.

Altri progetti già annunciati proprio per la piattaforma sono: il live action di Lilli e il Vagabondo, di Dumbo e de La Spada nella Roccia, oltre ai remake di classici come Genitori in Trappola e Tre Uomini e un Bebè e molto altro ancora.

Vedremo inoltre disponibili on demand i prossimi film di punta della Disney. Captain Marvel, Toy Story 4, Frozen 2 sono solo i nomi più noti. 

Assenti saranno invece i prodotti vietati ai minori di 17 anni o censurabili. Questi saranno caricati su Hulu, piattaforma della quale Disney detiene il 30% dei diritti. 60%, se consideriamo quelli che ha acquisito con l’acquisto di Fox, a partire da gennaio 2019.

Da quel momento, inoltre, potremo vedere gli eroi dell’universo cinematografico Fox entrare a far parte di quello Marvel. Il pensiero di un recasting di tutti i personaggi (escluso Deadpool) fa ancora storcere il naso a molti appassionati delle trasposizioni Fox degli X-Men, ma staremo a vedere.

Cosa altro vi serve di più? Avrete contenuti di altissimo livello, un catalogo estremamente vasto capace di andare incontro alle esigenze di tutti a un prezzo che si ipotizza sarà abbastanza moderato e capace di fronteggiare la concorrenza delle altre piattaforme.

Insomma, autunno 2019: segnate la data e iniziate a mettere da parte i soldi!

Leggi anche – Disney abbandona Netflix e crea una piattaforma streaming tutta sua: tutti i dettagli!

Written by Daniela Reina

Studentessa, nel tempo libero viaggia attraverso il tempo, spazio e mondi di fantasia in compagnia di una buona serie.

daredevil

Daredevil 3×13: La rinascita del Diavolo di Hell’s Kitchen

apu

Fermi tutti: Apu potrebbe essere salvo!