in ,

5 frame epici che racchiudono l’intera storia di 5 Serie Tv

breaking bad

ATTENZIONE: l’articolo potrebbe contenere SPOILER su Breaking Bad, Westworld, Game of Thrones, Lost e Mr. Robot.

Sono tanti i momenti delle serie tv che sono riusciti a risuonare negli spettatori, lasciando un segno indelebile nella loro anima.

Così come nel mondo dello spettacolo che è cambiato per sempre, grazie a show poliedrici e viscerali come Breaking Bad e Mr. Robot.

Nel corso degli anni, la serialità ha fatto passi da gigante, non facendoci mancare mai momenti mozzafiato. Ma sono pochi quegli show che sono stati in grado di racchiudere la loro storia in un unico frame. Un compito delicato e difficile, considerata la complessità e lunghezza di molti prodotti. Ma non per questo impossibile.

A volte basta una frase netta e presuntuosa per incarnare la storia di un ego smisurato, altre volte scelte stilistiche azzeccate che portino lo sguardo sui personaggi chiave. Oppure un’immagine suggestiva che chiuda il cerchio e dia un nuovo significato a ciò che già conosciamo. Non è facile riassumere il viaggio di anni in un unica scena, ma alcune delle nostre serie preferite ci sono riuscite, regalandoci momenti memorabili ed emozionanti.

Andiamo dunque a vedere insieme 5 frame epici che racchiudono l’intera storia di queste serie tv:

1) “Dì il mio nome” (Breaking Bad)

Breaking Bad Walter White (dì il mio nome)

Breaking Bad è una serie costellata da momenti di altissimo livello. Ma ce n’è uno in particolare che riassume perfettamente l’essenza dello show.

L’episodio Say my name è un gioco di scambi affilati e compromessi, che si infiamma con la celebre scena nel deserto in cui Walter rivela la sua identità. Dì il mio nome” non è una richiesta, è una pretesa. Un momento determinante per l’ego del protagonista, che finalmente ottiene ciò che ha sempre voluto: la notorietà del fuorilegge, diventare leggenda. Una necessità nata dalla sua paura del nulla, un abisso da cui era sommerso all’inizio di Breaking Bad. Il Walt della prima stagione era infatti un professore insoddisfatto della propria vita e con la dignità sotto i piedi. Sarà la malattia a evocare quel vigore che lo porterà a rivelare la sua vera natura.

Con quattro semplici parole, il protagonista si mostra per quello che è: un uomo intelligente e geniale, dalle enormi capacità e in grado di gestire un impero senza l’aiuto di nessuno. Ma anche estremamente tronfio e pieno di sé. La cautela di Walter White è svanita, lasciando il posto all’arroganza e la superbia di Heisenberg. Una figura non più evanescente e idealizzata, ma reale e inattaccabile. In questa iconica scena di Breaking Bad, l’orgoglio del protagonista esplode, mentre il suo ego viene alimentato dall’incredulità di Declan.

Per quanto esaltante, questo momento è anche indicativo dell’illusione di Walt. Inebriato dal potere, si sente invincibile, una macchina inarrestabile di fronte alla quale chiunque si dovrebbe inchinare. Ma l’ascesa del suo impero non è priva di danni collaterali. E questo momento di gloria gli costerà caro.

Scritto da Ambra Verzucoli

Sono una ragazza dai mille amori e dai mille interessi, amante della bella musica e del buon cibo, del profumo dei libri e del rumore degli scatti fotografici. Sempre curiosa e in cerca di ispirazione, adoro viaggiare, perdermi nei boschi, incontrare nuove culture e capire chi è diverso da me. Appassionata da sempre di serie TV e cinema, non potrei mai fare a meno della mia dose giornaliera di personaggi eccentrici e universi strabilianti.

lucifer 5

Lesley-Ann Brandt su una scena della quinta stagione di Lucifer: «Ho pianto a dirotto»

Tutti i villain di Peaky Blinders a confronto