in

5 casi in cui il body shaming legato alle Serie Tv ha superato ogni limite

Con il termine body shaming si intende l’atto di deridere il corpo altrui per una qualsiasi caratteristica fisica. Lo scopo? L’umiliazione. Che ci si riferisca all’adiposità o alla magrezza, all’altezza o alla bassezza, qualsiasi peculiarità considerata non aderente ai canoni estetici vigenti – anche addirittura una gravidanza, come nel caso di Blake Lively – può diventare il punto debole da mortificare.

In una società disgustosamente superficiale come quella in cui viviamo, dalla pubblicità del profumo alla copertina del settimanale, tutto sembra volerci istruire su cosa sia giusto e cosa sia sbagliato, su cosa sia bello e cosa non lo sia, seguendo una scala di valori fittizia che non ha nulla a che vedere con la reale diversità dei corpi.

Canoni estetici imposti arbitrariamente come se fossero legge scritta sono la causa scatenante di una forma di bullismo sempre più incessante come quella del body shaming, modalità fattasi ormai dilagante con l’avvento dei social network che promulgano loro stessi aspettative completamente falsate del corpo.

Se pensate che questo tipo di prevaricazione sia attuato solo ai danni della gente comune vi sbagliate di grosso, sono molti infatti i casi in cui anche personaggi dello showbiz hanno subito analoghe prese in giro per il loro aspetto fisico, basti pensare all’eclatante caso di Blake Lively di queste ultime settimane di cui parleremo più avanti.

Anche nelle serie tv, purtroppo, nonostante la variante fisica sia irrilevante ai fini dell’intrattenimento, moltissimi attori di show televisivi hanno subito i danni del body shaming divenendo anche loro vittime di bullismo: scopriamo insieme i protagonisti di questa lista e i casi che li hanno visti protagonisti.

1) Jesse Plemons

El Camino

Sicuramente il volto di Jesse Plemons non vi è nuovo, sia che abbiate visto il film conclusivo di Breaking Bad, El Camino, sia se non sappiate neanche di cosa stia parlando.

Non esiste persona sulla faccia della terra, infatti, che non abbia visto almeno una volta un meme su Todd – il personaggio interpretato da Plemons – il quale appare nel film, 6 anni dopo la fine dello show, ingrassato di alcuni chili.

Pioggia di like e tempesta di commenti sono state le immediate risposte al suo aumento di peso, un successo comico clamoroso che non ha mai destato in nessuno il sospetto che ridere della forma fisica altrui sia crudele.

Qualcuno si giustificherà dicendo che il protagonista delle prese in giro era il personaggio e non l’attore, dimenticandosi che le due entità sono strettamente correlate, ancor più se si parla di forma fisica e non di prestazione artistica.

Ma non si può ridere su niente? Se con ‘niente‘ si intende criticare e bullizzare una persona per il suo aumento di peso allora in questo caso no.

Ogni attore, personaggio famoso o comune mortale è una persona reale con sentimenti autentici, e ferirli senza pietà non è comicità ma cattiveria.

Written by Claudia Balmamori

Ho finito Netflix.

gossip girl

Le 10 vendette femminili più iconiche delle Serie Tv

friends from college

5 Serie Tv che hanno delle recensioni insospettabilmente positive