Vai al contenuto
Home » SERIE TV » 5 Serie Tv che non si sono fatte tentare da una seconda stagione » Pagina 2

5 Serie Tv che non si sono fatte tentare da una seconda stagione

Serie Tv

2) Quarry

quarry serie tv

Basata sui romanzi di Max Alan Collins e prodotta dalla Cinemax, questa intrigante serie neo-noir è ambientata negli anni ’70. La storia vede come protagonista un marine tornato dalla guerra per la seconda volta, ma senza più un posto da chiamare “casa”. Accusato di aver commesso un terribile massacro, Mac Conway vede chiudersi le porte in faccia da chi diceva di amarlo. Reinserirsi nella società sembra impossibile, fino a che non gli arriva la proposta di diventare un sicario.

La serie è stata acclamata dal pubblico e dalla critica, e prometteva di avere ancora molti episodi davanti. Eppure a distanza di mesi dalla messa in onda del finale e con metà della seconda stagione scritta, è arrivata la conferma della cancellazione dal co-ideatore Michael Fuller:

E così, dopo un processo protratto e doloroso, abbiamo la conferma finale che Quarry non tornerà in televisione. Diversi fattori hanno contribuito al destino finale dello show, ma un cambio di direzione di HBO e un nuovo re-branding di Cinemax sono stati particolarmente significativi. Abbiamo cercato di trovare alla serie un’altra collocazione ma non ci siamo riusciti. Da quasi tutti i punti di vista (rating, risposta della critica) la serie ha avuto un successo tale da farle meritare una seconda stagione ma […] questo è quanto. La tv è dura e la vita lo è ancora di più, e allo stesso modo del protagonista, Quarry è stata vittima di un sistema inesorabilmente implacabile.

3) Alias Grace

Serie Tv

Alias Grace è un thriller psicologico canadese diretto da Mary Harron e scritto da Sarah Polley, tratto dall’omonimo romanzo del 1996 di Margaret Atwood. La protagonista Grace Marks viene interrogata dallo psichiatra riguardo gli omicidi che l’hanno vista coinvolta, per stabilire se deve essere assolta per infermità mentale. Lei afferma di non ricordare nulla, o forse questo è solo un modo per difendersi… dagli altri e da se stessa.

Se in The Handmade’s Tale si indaga la condizione della donna in un futuro distopico neanche troppo improbabile, Alias Grace persegue lo stesso compito in un passato realistico, in un Ottocento falsamente idealizzato. La serie nel corso di sole sei puntate ha raccontato ampiamente la vicenda di Grace e ulteriori approfondimenti non sono necessari nè ventilati dalla casa di produzione. Tuttavia potrebbe essere interessante riprendere la stessa struttura narrativa per raccontare di altre donne oppresse dalla società del tempo.

Pagine: 1 2 3 4