Vai al contenuto
Home » SERIE TV » 10 Attori delle Serie Tv che sono spariti dalle scene dopo aver interpretato un ruolo iconico

10 Attori delle Serie Tv che sono spariti dalle scene dopo aver interpretato un ruolo iconico

Il mondo delle Serie Tv ha dato vita ad alcuni dei personaggi più iconici e magistrali mai scritti. Personalità enormi, piene di sfumature che si sono rivelate essere in grado di contribuire nel successo non solo del singolo personaggio, ma anche dell’intera serie. In questo senso spicca immediatamente anche l’attore che ha prestato il volto facendo sua l’anima del personaggio, facendolo diventare di fatto una vera e propria icona. Corpo e anima, così, si fondono in un’interpretazione che concretizza la vita e la personalità di un personaggio che fino a quel momento era stato soltanto messo su carta. Grazie ad alcune perfette interpretazioni abbiamo stretto la mano ad alcuni degli attori che più hanno rappresentato, e continuano a rappresentare, il volto della serialità. Ma a tutto questo esiste un però. Molti di questi attori sono infatti diventati vittime dello stesso personaggio che gli ha permesso la grandezza, e questo perché non sono stati in grado di andare oltre, non riuscendo quindi a conquistare anche altre interpretazioni per cui venire ricordati. Potremmo dire che in questo senso esistano due tipi di attori delle Serie Tv: i George Clooney e i Matthew Fox. I primi riescono nella loro impresa di staccarsi dal primo grande personaggio dando vita a una gran carriera cinematografica e seriale, i secondi invece rimangono ancorati alla stessa interpretazione per tutta la vita, non svestendo mai i panni del loro iconico personaggio. In questo senso abbiamo conosciuti diversi attori che, una volta compiuta questo tipo di interpretazione, hanno abbandonato le scene o comunque ridotto vertiginosamente la loro carriera prendendo parte a pochissimi prodotti in ruoli marginali. Gli esempi a tal proposito non sono pochi, e vedono come protagonisti alcuni degli attori che più – ancora oggi – ricordiamo grazie a un loro iconico ruolo.

Da Matthew Fox a Misha Barton: ecco dieci attori delle Serie Tv spariti dalle scene

1) Jack Gleeson

Jack Gleeson possiede uno dei volti più odiati del mondo delle Serie Tv, e questo è un forte segnale della sua bravura. Il personaggio di Joffrey non poteva che essere esattamente come è stato concretizzato: sguardo sveglio, malizioso, con occhi di ghiaccio e capelli chiari. Nulla della sua interpretazione faceva pensare che l’attore potesse non continuare la propria carriera, ma così è presto stato. Infatti, dopo una breve esperienza nel 2020 all’interno di una comedy, Gleeson ha deciso di mettere in pratica quel che aveva già deciso dalla fine di Game Of Thrones: abbandonare il mondo della recitazione per continuare a studiare. Il successo internazionale non ha dunque prevalso mantenendo l'(ex?) attore con i piedi ben saldi sul pavimento. Le priorità non sono state dimenticate, e questo – alla fine – è comunque un motivo valido per fare un passo indietro nel mondo della recitazione.

2) Simon Baker

Simon Baker è diventato uno dei volti delle Serie Tv grazie a The Mentalist, la Serie Tv in cui ha preso parte nei panni di protagonista per ben sette anni. La fine della serie non gli ha concesso tutto quello che, forse, ci saremmo aspettati dalla sua carriera. L’attore ha infatti preso parte solo a pochi progetti, divenendo di fatto un fantasma all’interno del mondo della recitazione. All’interno di The Mentalist aveva mostrato delle doti attoriali capaci di farlo diventare uno dei volti del crime, ma purtroppo – a quanto pare – tutto questo non rimarrà altro che un ricordo, sia per noi che per lui.

3) John C. McGinley

John C. McGinley ha prestato il volto a uno dei personaggi più iconici di Scrubs, dando vita a un cinismo fatto di capelli ricci e pochissima pazienza. Il Dottor.Cox è presto diventato uno dei protagonisti più amati dal pubblico che ha visto in lui una delle parti più reali dell’intera serie. Il talento di John C. McGinley non è dunque passato inosservato, anche se il futuro non è stato roseo come pensavamo. A parte alcune poche apparizioni in Serie Tv sfortunate e un ultimo progetto cinematografico risalente al 2017, McGinley è praticamente sparito. Speriamo che per lui le porte della recitazione non si siano ancora chiuse, anche se questa assenza non fa pensare al meglio.

4) Matthew Fox

attori serie tv

Matthew Fox ha scritto una delle pagine più importanti della storia della serialità grazie a Lost, la Serie Tv cult a cui ha preso parte nel ruolo di protagonista. Matthew Fox è stato il perfetto Jack Shephard fin dalla prima puntata sia per noi che per la critica, conquistando di fatti un Saturn Award, una nomination agli Emmy Awards e una ai Golden Globe. Sul suo volto sembravano essere presenti le premesse per un gran futuro, ma quando questo è diventato presente le cose non sono andate come immaginavamo. Nel dettaglio, l’attore protagonista di Lost ha preso parte a pochissimi altri prodotti, spesso anche fallimentari. Complici le sue problematiche personali – accuse di violenza, guida in stato di ebbrezza – Matthew Fox ha interrotto la sua carriera, forse stanco di non sentire più le soddisfazioni di un tempo. D’altronde, cominciare la propria carriera con un ruolo cult potrebbe implicare anche questo: dare tutto subito, senza riuscire più a rifarlo.

5) Mischa Barton

attori serie tv

Facciamo un salto nel passato tornando alla terza stagione di The Oc. Come alcuni di voi sapranno già, è stata l’attrice a chiedere che il suo personaggio iconico di Marissa Cooper morisse, e questo perché aveva le idee abbastanza chiare sul suo futuro: voleva di più, voleva provare altro. L’esperienza successiva a The Oc, però, non fu rosa e fiori. Per prima cosa, lo stato di salute dell’attrice era fragilissimo a causa soprattutto dell’abuso di stupefacenti fatto fino a quel momento. Passato quel periodo, però, le cose non migliorarono. L’attrice prese parte ad alcuni progetti, ma tutti dal risultato fallimentare. La critica li ignorava, e il pubblico fece praticamente lo stesso. La carriera della Barton suona per questo come una carriera a metà di cui si ricorda soltanto l’inizio.

6) Matthew Perry

attori serie tv

Matthew Perry ha fatto il proprio scacco matto grazie al suo ruolo da protagonista all’interno di Friends, la Serie Tv cult comedy degli anni ’90. Ma i problemi dell’attore non hanno mai aspettato la fine della serie, sviluppandosi di fatto anche durante le riprese. Guardando Friends riuscirete infatti a notare gli impressionanti e continui cambiamenti fisici di Perry dovuti all’abuso di farmaci e sostanze. Questa brutta parentesi della sua vita è stata una delle protagoniste del dietro le quinte della serie, portando l’attore a non continuare la sua carriera nel migliore dei modi. A parte qualche cameo – ed escludendo ovviamente la Reunion di Friends – Perry si è praticamente ritirato dalle scene. A testimonianza di ciò e del suo smarrimento, l’attore ha dichiarato di star scrivendo un libro sulle sue memorie. A quanto pare, dunque, sapremo molto di più riguardo a quel che è successo.

7) Erik DaRe

attori serie tv

Erik DaRe ha preso parte a una delle Serie Tv più importanti del secolo, ma non ha goduto di questa fortuna nel futuro della sua carriera. L’attore ha infatti definitivamente interrotto la sua professione durante i primissimi anni del 2000. Dopo aver preso parte all’acclamata Twin Peaks, infatti, l’attore recitò soltanto in alcuni film, per poi ritirarsi totalmente dalle scene.

8) Fran Drescher

Fran Drescher è stata la perfetta Francesca Cacace fin da subito. Il suo volto è presto diventato una vera e propria icona non solo nel mondo della serialità, ma anche in quello della moda. Gli outfit della sua protagonista sono infatti uno dei simboli degli anni ’90 e della moda dell’epoca. Peccato però che anche in questo caso il futuro non ha scelto di sorridere all’iconica Drescher. L’attrice ha infatti preso parte soltanto a poche altre produzioni dopo la fine de La Tata, tra cui ricordiamo A Casa Di Fran e Indebted. Per il resto si parla, purtroppo, soltanto di apparizioni brevi.

9) Chris Colfer

Con Chris Colfer siamo di fronte a un vero e proprio cambio di carriera. L’attore aveva infatti conquistato grandi soddisfazioni grazie alla sua partecipazione all’interno della Serie Tv cult Glee, riuscendo anche a vincere un Golden Globe come migliore attore non protagonista e ben due nomination agli Emmy nella stessa categoria. Aveva soltanto vent’anni, e il futuro era più roseo che mai. Ma è stato proprio Colfer a sfavorire la sua evoluzione scegliendo di intraprendere la strada della scrittura, dando vita a dei libri per bambini.

10) James Van Der Beek

James Van Der Beek è stato molto chiaro durante una recente intervista: è stanco di essere associato sempre e solo a Dawson’s Creek. L’attore ha spiegato che quella è una bellissima parentesi, ma vecchia di vent’anni. Capiamo il punto del suo discorso, ma è purtroppo anche vero che in questo lasso di tempo così ampio le possibilità per tirarsi fuori dai panni del suo Dawson sono state nulle o addirittura inesistenti. Infatti, a parte qualche Serie Tv e dei film natalizi, James Van Der Beek non ha mai preso parte a grandi progetti. Da qualche tempo il suo nome non è più apparso nei titoli di coda di alcun prodotto e questo, in qualsiasi maniera la si ponga, si concretizza soltanto così: James Van Der Beek è sparito dalle scene esattamente come tutto il resto degli attori citati. Ed è proprio questa tematica a spiegare la dinamicità del successo: ottenerlo non è (sempre) complicato. La vera magia risiede nel mantenerlo.

LEGGI ANCHE – 10 attori delle Serie Tv che non erano la prima scelta per un ruolo iconico interpretato