in ,

Penny Dreadful: City of Angels 1×07 – Maria e la bestia

Maria and the Beast è il titolo della puntata di questa settimana, la puntata in cui finalmente riusciamo a capire qualcosa in più proprio sul personaggio che finora si è dimostrato il più intrigante.
Penny Dreadful: City of Angels 1×07 ci racconta Maria nel momento di maggiore preoccupazione per la sua famiglia, quando al suo fianco è rimasto solo Raul.

Ora come non mai i dettagli si intersecano e si intrecciano tra di loro a formare un’immagine però ancora distorta e sfumata della realtà. Da una parte Tiago, con le sue paure e i suoi rimorsi, dall’altra la sua famiglia che sembra quasi non trovare più un’identità comune che raccolga tutte le sue unità.

In Penny Dreadful: City of Angels 1×07 i tedeschi si fanno più pressanti e acquistano più potere irrompendo in maniera sempre più subdola all’interno della politica del consigliere.

Ma non solo, proprio nel momento in cui Michener e Tiago stanno per compiere uno dei gesti che avrebbe potuto cambiare la storia, alla riunione si aggiunge la madre di Molly, già palesemente coinvolta nell’allontanamento della figlia da Tiago.

Penny Dreadful: City of Angels 1x07

Chissà che Michener, Dottie e Tiago non trovino un’alleata nella consigliera che ha tutte le carte in regola per essere l’antagonista perfetta alla politica dell’odio e del rancore sconsiderato. Ma questo sarà tutto da scoprire e non farebbe altro che aumentare i collegamenti tra i personaggi.

D’altro canto, il solo legame che collega il dottor Craft e la signora Branson alla trama è Maria. Una speranza che nutro in maniera viscerale è che il personaggio della moglie di Craft non venga fatto fuori così brutalmente. Ha delle ottime potenzialità per rientrare nella scena e per farlo nella maniera più violenta e diciamolo, giustificata.
Ma prima che questo accada, se accadrà, bisogna documentare ciò che accade in casa del dottore. Tutto comincia a prendere una piega terrificante, a cominciare da Frank che non perde un attimo per mostrare al più piccolo dei fratelli Craft quanto lui sia pericoloso.

Maria viene pian piano lasciata ai margini e la signora Brenson è pronta ad allontanarla definitivamente da quella casa, nonostante sia ormai una di famiglia. Da qui, Maria si accorge di quanto male c’è in quella donna e di quanto male potrà fare ai bambini e allo stesso Craft. Non è la sua unica delusione, a casa trova uno scenario a cui non è abituata e adesso che Josephina sta abbracciando una nuova fede non può sentirsi che ferita e arrabbiata.

E finalmente accade di nuovo ciò che nella prima puntata ci ha fatto sperare nella visione di un prodotto eccelso. La Santa Muerte e Magda si incontrano, in uno scenario molto più macabro del primo. Magda si rivela come persona tradita, non amata e sua sorella è l’origine del suo male. Ecco, il loro rapporto continua ad avere dei segreti enormi. Quando arriverà il momento di scoprirli sarà forse più semplice mettere insieme gli ultimi tasselli.

D’altronde si tratta di questo più di ogni altro dettaglio. Mettere insieme e far combaciare i pezzi, uno per uno. E per ora sembra che l’unico elemento in grado di invocare tutti gli altri sia Maria.

Con il suo dono, ma forse sarebbe meglio chiamarla maledizione, può rivelare le crepe di un tempo che sembra governato da Magda e che non possono essere ricucite neanche per volere della Santa Muerte. Cos’è che limita l’angelo benedetto? Cosa le impedisce di rimettere tutto in ordine e di rassegnarsi così al volere della sorella?

Piangi nell’oscurità e in eterno

Come se le lacrime della Santa Muerte fossero il prezzo di una sfida vinta con onore. Ormai quelle lacrime sono anche una dichiarazione di fragilità che caratterizza la malinconia della Santa Muerte ma non quella della sua prediletta.

La vita deriva sempre dalla morte…

Le parole di Magda in Penny Dreadful: City of Angels 1×07 sono ormai impresse nella mente di Maria che, per amore della propria famiglia, dovrà fare una scelta. Quella scelta che prima si è presentata davanti a tutti gli altri personaggi, uno per uno.

Leggi anche: Penny Dreadful: City of Angels – Le recensioni

Written by Alana Santostefano

Si fa fatica a vivere la realtà quando si è capaci di sognare, si è così tanto legati all'astratto che si pensa di dover costruire cose assurde nel presente dell'esistenza unicamente per convincersi di essere vivi.
Sono una sognatrice, una di quelle che si guarda attorno e immagina un'altra vita, una di quelle che non vede l'ora di andare in un posto chiamato 'se stessi' per poter guardare lontano e immaginarsi coperti di nuvole a volare sul tempo.

Friends – Lisa Kudrow parla della reunion: «Ci sono anche altre cose dentro»

Vikings

5 grandi cliffhanger delle Serie Tv che si sono risolti in un modo deludente