in ,

Su Amazon Prime Video è in arrivo Panic: teen drama dai toni dark

Panic

Amazon Prime Video ha deciso di investire su un progetto il cui nome è tutto un programma: Panic. Un paio di settimane fa la piattaforma ha inviato la serie tv a noi di Hall of Series perché la guardassimo in anteprima per farci un’idea. Successivamente ne abbiamo discusso durante una nostra intervista a Jessica Sula (qui ne trovate la trascrizione) – nota per i suoi ruoli in Skins e Scream – che in Panic interpreta il ruolo di una delle protagoniste, Natalie Williams. Oggi vogliamo dunque riportarvi le nostre impressioni su questa serie tv in arrivo su Prime Video domani 28 maggio.

Come appunto dicevamo il titolo è tutto un programma. Panic non suggerisce certo le migliori intenzioni e vi preannunciamo che ci saranno diversi momenti che vi faranno sobbalzare.

Tranquilli, niente che tocchi particolarmente il vostro stomaco. Panic, per utilizzare le parole della protagonista Heather Nill, è un gioco che punta a colpire le paure dei protagonisti. Avete capito bene, un “gioco”. La serie è ambientata in un piccolo paese del Texas che nasconde più segreti di quanti se ne possano immaginare. Tra questi proprio le dinamiche che interessano “Panic”, una sorta di gioco a prove affrontato ogni anno dai senior del liceo del paese.

Certo, una volta capito di cosa di tratta, chiamarlo ‘gioco’ appare terribilmente superficiale se non irresponsabile. Ma tale è, e d’altronde coinvolge diciassettenni che, come chiunque a quell’età, chiaramente non hanno ancora sviluppato questo gran senso della prudenza, per non dire di sopravvivenza, considerate le prove cui assisterete. E nonostante ciò la definizione di “gioco” apparirà comunque un eufemismo.

Panic

Ma non è solo semplice irresponsabilità quella che impregna le dinamiche di Panic. Dietro alla scelta di questi ragazzi di partecipare alla sfida che si svolge ogni estate a Carp c’è molto di più.

La sensazione di essere in trappola, prigionieri di un piccolo centro in cui le opportunità sono poche e per lo più legate allo status economco dei protagonisti. Il desiderio di evasione, di cambiamento, di fuga e di riscatto. Sono tutte tematiche preminenti della serie tv di Amazon Prime Video, estremamente coerenti con certe dinamiche sociali che possiamo immaginare facciano da padrone in certe aree del mondo come, in questo caso, un piccolo paesino del sud degli Stati Uniti. E di certo in linea con quel sentimento di evasione che chissà quanti di noi hanno provato a quell’età, quando eravamo ancora confinati in piccoli centri dai quali, chi per un motivo chi per un altro, non vedevamo l’ora di scappare.

Di questo e altro abbiamo discusso proprio con Jessica Sula, attrice del cast principale di Panic, che ci ha fornito il suo punto di vista sulla serie parlando dall’interno. Panic non è dunque un thriller che parla solo di prove pericolose messe in atto da un branco di teenager irresponsabili. Ma secondo l’attrice è soprattutto un dramma che esplora il desiderio di evasione e di riscatto che interessa spesso e volentieri molti giovani intrappolati in un mondo troppo piccolo e limitante per i propri sogni.

Al netto di queste osservazioni, tuttavia, Panic resta pur sempre un teen drama. Quindi non mancheranno le naturali dinamiche emotive viste in tanti altri show di questo genere.

Ci saranno cotte, storie d’amore che nascono, altre che finiscono, altre che affrontano le comuni incomprensioni dell’amore adolescenziale, e molto altro. I rapporti amichevoli, quelli familiari, in special modo quelli legati alla dimensione sociale ed economica in cui affonda le radici la storia narrata. Si parlerà di vendetta, di perdono, e non mancheranno i soliti teenager che si improvvisano detective in situazioni più grandi di loro.

Ma quel che porterà più turbamento potrebbe essere tuttavia il ruolo degli adulti. Non solo quello all’interno delle famiglie al centro della narrazione, ma anche quello all’interno della comunità stessa e del “gioco” protagonista della serie. Anche in questo caso avremo dei misteri da scoprire come nel più classico dei thriller, e tra questi misteri sarà proprio il ruolo rivestito da certi adulti a svelare il marcio di una narrazione in cui, a prima vista, può sembrare solo l’irresponsabilità degli adolescenti il vero problema.

Panic

Panic arriverà su Amazon Prime Video domani 28 maggio. Noi abbiamo già qualche idea sul tipo di polemiche che potrebbe suscitare ma attendiamo di vedere se e quanto il suo successo sarà tale da provocarne nei dibattiti online. Nel frattempo, dunque, vi invitiamo a guardarla per farci sapere cosa ne pensate.

Buona visione!

LEGGI ANCHE – Panic – La nostra intervista a Jessica Sula, protagonista della nuova serie Prime Video

Scritto da Cinzia Bevilacqua

Ad una realtà di numeri ne preferisco una fatta di lettere. Tuttavia sopravvivo con la prima, ma vivo della seconda.

Panic

La nostra intervista a Jessica Sula, protagonista della nuova serie Prime Video ‘Panic’

the 100

Il Muro del Rimpianto – The 100, il potenziale sprecato di una serie sulla sopravvivenza