in

Yashahime: Princess Half-Demon – Il sequel di Inuyasha debutta in Giappone: ECCO LA SIGLA!

Diversi mesi fa venne annunciato il sequel di Inuyasha, Yashahime: Princess Half-Demon (La principessa mezzo demone), che sin da subito scatenò un fervente dibattito. I fan dell’opera di Rumiko Takahashi da un lato hanno dimostrato grande entusiasmo, ma dall’altro hanno presentato qualche remora sostenendo che questo nuovo arco narrativo inventato di sana pianta possa rovinare la storia principale. Insomma, si tratterebbe secondo alcuni di un anime che avrebbe le stesse intenzioni di Boruto.

Il 3 ottobre la serie anime ha fatto il suo debutto sulle tv giapponesi solleticando l’attenzione dei fan con l’effetto nostalgia. Sebbene da noi non sia ancora stata trasmessa, è possibile guardare e ascoltare l’opening per iniziare a farci un’idea della storia e dei personaggi poiché sappiamo tutti che purtroppo le sigle degli anime, se guardate attentamente, hanno la capacità di spoilerare molto più del dovuto.

Yashahime

Al di là delle critiche mosse contro questo nuovo prodotto, additato di essere solo una pura strategia di marketing, le aspettative sono molto alte considerando la genialità e la coerenza di Inuyasha, tra gli anime su cui Netflix ha deciso di puntare. Dunque se molte cosa verranno smentite o stravolte la delusione del pubblico determinerà il definitivo fallimento di questo nuovo arco narrativo.

Le domande sulla trama di Yashahime: Princess Half-Demon sono molte.

Ad affiancare i tanti quesiti ci sono chiaramente molti misteri e il primo tra tutti riguarda proprio la Principessa mezzo demone. A chi si riferisce il titolo della storia? Si riferirà alle figlie di Sesshomaru o alla figlia di Inuyasha e Kagome?

La domanda è lecita, anche se probabilmente il titolo potrebbe riferirsi a Setsuna poiché è per poter recuperare i suoi ricordi che le protagoniste iniziano il loro viaggio. Ebbene sì, fatte sempre le dovute distinzioni, sembra che la Takahashi abbia voluto trarre qualche spunto dalle CLAMP realizzando una Sakura tutta sua. Ma prima di puntare il dito aspettiamo di vedere i primi episodi per capire quale sia l’obiettivo di questo nuovo capitolo, ed ecco che la sigla ci viene in aiuto.

Un dettaglio che scalda i cuori è che poco prima che la sigla inizi appare sullo schermo Kagome, che improvvisamente scatena il desiderio di iniziare l’ennesimo rewatch di Inuyasha. In effetti nell’attesa che gli episodi di Yashahime: Princess Half-Demon vengano caricati su Crunchyroll possiamo rivedere l’opera originale o guardare infinite volte la sigla.

LEGGI ANCHE: 10 imperdonabili errori degli anime che forse non avete mai notato

Scritto da Anastasia Gervasi

Amo leggere e, anche se sono consapevole di non poter superare il record di libri letti da Rory Gilmore (qualcuno può?), sono certa di aver visto più serie tv di lei. Sin da bambina ho sempre amato le storie (okay forse quelle horror un po' meno) e ho sempre voluto parlarne, specialmente dopo averle conosciute grazie a serie tv avvincenti e ricche di feels e angst. Sono cresciuta con i telefilm di Buffy e FRIENDS e ho capito che, come gli amici di tutti i giorni, anche loro sono dei buoni compagni di vita. Ho incontrato personaggi che mi hanno ispirata e mi hanno spinta a migliorare come persona, trasmettendomi anche una carica di adrenalina pazzesca. Sono storie che ti portano ad imboccare una strada, in parte, ancora sconosciuta. Io spero che la mia sia tanto bella, avvincente e avventurosa quanto quella delle mille storie che ho letto e visto in questi anni. Per il resto mi affiderò al Carpe diem di Orazio.

dark

La religione in Dark

La Casa di Carta

30 adorabili foto di Úrsula Corberó e Alba Flores insieme