in

Allen V. Farrow – HBO non rimuove i film di Woody Allen dal catalogo: «Gli spettatori decidano»

Woody Allen
Woody Allen

Woody Allen torna nell’occhio del ciclone per i presunti scandali sulla sua vita privata: qui vi avevamo raccontato del documentario Allen V. Farrow, in cui si racconta la burrascosa separazione tra il regista e Mia Farrow, con tanto di accuse di molestie ai figli adottivi. Un documentario che ha spaccato in due la famiglia: Woody Allen non è mai stato condannato, eppure questa storia getta ancora una cattiva luce di di lui. Ora HBO ha deciso che non rimuoverà i film del regista dal catalogo: sarà il pubblico a decidere se vederli o no. Qui abbiamo raccolto i migliori film di Woody Allen presenti sul catalogo di Amazon Prime Video.

Nel 1992, Allen è stato accusato da una dei suoi figli adottivi, Dylan Farrow, di abusi sessuali. Allen ha ripetutamente negato l’accusa, sostenendo che la sua relazione con Soon-Yi Previn avrebbe scatenato la gelosia e la conseguente vendetta da parte di Mia Farrow. L’accusa sessuale da allora è stata amplificata dal movimento Time’s Up e #MeToo, con Ronan Farrow deciso a rovinare il padre, paragonandolo al produttore cinematografico Harvey Weinstein.

Nonostante l’ascesa dei movimenti sociali come #MeToo e più rivelazioni di abusi sessuali portate alla ribalta nel mondo dello spettacolo, Woody Allen non è stato mai formalmente accusato di alcun illecito. La docuserie della HBO Allen V. Farrow riporterà gli spettatori a quando tutto è iniziato: quando Farrow e Allen si sono incontrati per la prima volta. Dalle prime recensione emerge che il documentario, che si avvale di testimonianze e reperti audio e video inediti, è fortemente sbilanciato verso il versante di Mia Farrow. Questo ha fatto infuriare Woody Allen, che ha replicato con dichiarazioni al vetriolo all’Hollywood Reporter.

“Un attacco feroce infarcito di falsità. I documentaristi non hanno alcun interesse nella verità, hanno passato anni collaborando furtivamente con i Farrow e i loro facilitatori”.

Woody Allen e la moglie Soon-Yi hanno dichiarato che il tempo riservato al loro contraddittorio all’interno del documentario è stato molto esiguo, non permettendo di fatto di chiarire la loro posizione.

Quando Woody Allen e Mia Farrow iniziarono a frequentarsi nel 1980, lei aveva recentemente divorziato dal compositore André Previn e stava crescendo i loro sei figli: i figli biologici Matthew, Sascha e Fletcher, e tre figlie adottive, Lark, Daisy e Soon-Yi, insieme al figlio Moses, che Farrow ha adottato dopo che la coppia si era separata. Farrow e Allen, che hanno lavorato insieme a 13 film, hanno avuto una relazione non convenzionale: le loro residenze erano separate e Woody Allen che non mostrava alcun interesse per la genitorialità. Ciò non ha scoraggiato Farrow dall’adottare Dylan nel 1985 e dare alla luce il figlio della coppia Satchel (ora noto come Ronan) nel 1987.

La prima parte della docuserie HBO Allen v. Farrow rivela che Mia Farrow ha appreso del coinvolgimento sessuale del suo partner di lunga data e regista Woody Allen con la figlia adottiva di lei Soon-Yi Previn nel 1992. Sempre in quella puntata Dylan Farrow parla delle molestie ricevute dal regista e all’epoca compagno della madre.

“Non importa quello che pensate di sapere: questa è solo la punta dell’iceberg. Mi sentivo in trappola. Mi diceva cose come: andremo a Parigi insieme. Sarai in tutti i miei film. E poi mi aggredì sessualmente. Mi concentrai a guardare i trenini di mio fratello. E poi… Si fermò. Aveva finito. E scendemmo di sotto”.

Moses Farrow, invece, difende il patrigno accusando Mia di essere stata una pessima madre. Il documentario lascia più dubbi di quanti ne risolva: e il fatto che sia firmato HBO, la rete che ha accordi di produzione e affari con Ronan Farrow, l’unico figlio biologico di Mia e Woody Allen, che ha spergiurato di rovinare il regista, non aiuta.

Soon-Yi ha sempre detto di aver incontrato per la prima volta Allen quando aveva 10 anni e di non aver mai avuto alcun legame familiare genetico con lui.

“Avevo già un padre. Era André Previn, e Mia non ha mai sposato Woody, né hanno mai vissuto insieme. Era il ragazzo di mia madre, semplice”.

La lotta tra gli ex coniugi continua, e il documentario di HBO non getta una nuova luce sui fatti: semmai infanga ancora di più la figura di Woody Allen.

Written by Giulia Vanda Zennaro

In un mondo popolato da Khaleesi, osa essere una Cersei Lannister.

Élite – Netflix annuncia il rinnovo dello show per la 5a stagione! [VIDEO]

Lucifer

Lucifer 5, brutte notizie: Tom Ellis travolto da critiche social per una gaffe sull’Italia [VIDEO]