in

Westworld – Thandiwe Newton conferma: presto le riprese della quarta stagione

Westworld
Westworld

Westworld, dopo il rinnovo dello scorso anno per una quarta stagione (qui trovate un articolo recap con le ultime informazioni), fa ripartire gli ingranaggi: Thandiwe Newton ha annunciato che le riprese per la nuova stagione partiranno molto presto. La campagna vaccinale negli Stati Uniti sta procedendo speditamente e ciò fa pensare che le riprese di molte serie, tra cui anche Westworld, non subiranno ulteriori rallentamenti a causa della pandemia (qui potete leggere della fine delle riprese di The Witcher, serie piuttosto bistrattata a causa del virus). Westworld è una serie che, proprio come The Witcher, necessita di un grosso lavoro di pre e post produzione: in questo articolo vi abbiamo svelato interessanti retroscena.

Thandiwe Newton, che nella serie interpreta Maeve, uno degli androidi del parco e forse quello dotato di una psiche più complessa e “umana”, ha condiviso sui social un’immagine in cui al logo di Westworld viene aggiunto il suo nome, commentando

“Aaaaah questo mi ha fatto sorridere oggi. Maeve – come potrò mai ringraziarla? Le riprese della quarta stagione inizieranno presto”.

Al momento non si hanno indicazioni più precise riguardo l’inizio delle riprese della quarta stagione di Westworld: ma le ipotesi dei fan sugli avvenimenti che vedremo nel prossimo capitolo già si sprecano. Il destino delle due protagoniste femminili, Dolores (interpretata da Evan Rachel Wood) e Maeve, in particolare, interessano gli spettatori. Il lavoro di decostruzione degli stereotipi sulla figura femminile come “damigella in difficoltà” da salvare è ormai un lontano ricordo: Maeve e Dolores hanno dimostrato di sapersela benissimo cavare da sole e di voler combattere per la loro libertà.

Intervistata sul futuro del suo personaggio nella quarta stagione di Westwold, Thandiwe Newton ha risposto che, ora che Maeve è riuscita a mettere in salvo sua figlia, il suo prossimo obiettivo è riacquistare la libertà.

“Maeve ha fatto di tutto per difendere sua figlia e portarla oltre la Porta, questo era il suo unico scopo. Non si sa bene chi abbia la chiave di questo mondo. Maeve necessita di uno scopo. Sennò finisce col diventare inanimata. Mi piacerebbe che in questa quarta stagione Maeve assaporasse finalmente la sua libertà, ma dico una vera libertà. Che non fosse più vittima di avidi e corrotti. Ciò che accade in Westworld è un po’ ciò che abbiamo visto in questi ultimi mesi di pandemia. Si sono riscoperti i veri valori. Tutti noi abbiamo capito che non è bello ritrovarsi bloccati e rinchiusi”.

L’attrice è di recente intervenuta per dichiarare che intende cambiare l’ortografia del suo nome, per tornare a quella originaria, Thandiwe. L’interprete di Westworld è stata finora conosciuta come Thandie, una versione anglicizzata del suo nome con la “w” assente. Tutti i suoi film successivi verranno accreditati con il nome Thandiwe (pronunciato “tan-DEE-way”) Newton in futuro. L’errore di trascrizione del suo nome risale al film Flirting del 1991, nel quale recitava a fianco di Nicole Kidman: ma ora l’attrice rivendica il diritto alla sua eredità, metà britannica e metà dello Zimbabwe.

“Questo è il mio nome. È sempre stato il mio nome. Mi riprendo ciò che è mio”.

Thandiwe Newton ha anche detto a Vogue di aver accolto con favore quanto sia migliorata la rappresentanza dei gruppi etnici minoritari nel panorama dell’intrattenimento.

“La cosa per cui sono più grata nella nostra attività in questo momento è essere in compagnia di altri che mi vedono veramente. E non essere complice nell’oggettivazione dei neri come altri, che è quello che succede quando sei l’unico”.

Il ruolo in Westworld le è valso un Emmy Award nel 2018 come miglior attrice non protagonista in una serie drammatica: ma Thandiwe ha dichiarato di aver anche rifiutato ruoli perché sminuivano la sua etnicità. Thandiwe Newton avrebbe dovuto recitare nel remake di Charlie’s Angels, ma ha rivelato l’anno scorso di aver abbandonato il ruolo dopo che le è stato chiesto di rispettare gli stereotipi razziali, aggiungendo che si sentiva anche “oggettivata” e che è stata fondamentale per affermarsi come attrice nera l’esperienza di Westworld.

Scritto da Giulia Vanda Zennaro

In un mondo popolato da Khaleesi, osa essere una Cersei Lannister.

friends

#VenerdìVintage – La storia del controverso 200esimo episodio di Friends

Game of Thrones

Game of Thrones compie 10 anni: tutte le iniziative ufficiali organizzate da HBO