in

WandaVision – Paul Bettany parla del destino di Visione dopo il gran finale

WandaVision
WandaVision

WandaVision si è conclusa, e per il momento sembra definitivamente: il creatore Matt Shakman per il momento non ha programmi per una seconda stagione, come vi avevamo raccontato qui. Quello che conta, però, è che la serie Marvel uscita su Disney+ ha fatto la storia: non solo perché è piaciuta tanto a Tom Holland (come ha confessato di recente), o perché ha battuto in ascolti serie come Bridgerton, che sembravano inscalzabili dal podio, ma perché ha spiccato per qualità e innovazione: qui potete leggere la nostra recensione dell’ultimo episodio.

Una delle ragioni del successo di WandaVision è sicuramente la bravura dei suoi interpreti principali: Elizabeth Olsen e Paul Bettany. Proprio lui, intervistato da Esquire, ha parlato del futuro di Visione e del finale di stagione, che lascia aperta una finestra bella ampia per la cosiddetta fase quattro dell’universo cinematografico Marvel.

WandaVision non è solo una serie di supereroi, la versione animata dei fumettoni Marvel: è soprattutto la storia di come una donna elabora il suo dolore per la perdita della persona (o del sintezoide senziente) che ama.

“Ho sentito dire, spesso da persone che non hanno visto i film, che questi film di supereroi Marvel sono sempre gli stessi. E in realtà non lo sono. Sono consapevolmente diversi. C’è questa idea da parte di persone che non hanno visto i film: si ricordano dei supereroi in stile anni 80 e credono che il successo sia ripetere la formula. Il successo è che sono stati realizzati da fan che amano questo materiale sorgente, incredibilmente ricco. Siamo riusciti a fare una serie che celebra l’epoca d’oro della televisione americana, e parla anche del dolore. Penso che sia fottutamente divertente, strano e una cosa fantastica di cui far parte”.

Per Paul Bettany, il Visione di WandaVision è un uomo educato, sensibile e umano, nonostante la sua composizione al vibranio.

“In fondo, Visione è un uomo decente. Ordinato, senza ego, senza tempo … Lui ama in modo molto chiaro, ordinato e senza complicazioni.”

Nel finale di WandaVision, Wanda ripristina la situazione iniziale a Westview, di fatto condannando Visione e i suoi figli, la cui esistenza è legata all’artefatto di Wanda, a scomparire. Ma ora Visione bianco, riprogrammato dal Visione creato da Wanda, ha ripreso il controllo dei suoi ricordi: ciò significa che potremmo rivederlo di nuovo in futuro. Paul Bettany non si sbilancia troppo sul futuro di Visione ma noi continuiamo a sperare che non sia finita: anche l’ultima scena post credits, sebbene non direttamente riconducibile a lui, ci fa capire che le creazioni di Wanda non sono scomparse del tutto.

“Bene, cazzo. Come posso parlare di lui senza fare spoiler? Immagino che abbiamo visto tutti cosa succede a Wanda quando l’amore le viene portato via. Amo Visione, sono disposto a interpretarlo all’infinito”.

Paul Bettany ha parlato anche di una delle scene migliori del finale di WandaVision: quando i due Visione si affrontano.

“Differenziare quei due personaggi in un modo che non risultasse superficiale non era semplice… Voglio dire, certo, uno è viola e l’altro è bianco, per voi può senz’altro bastare questo. Ma volevo che quel Visione risultasse familiare e al tempo stesso intimidatorio. Per qualche motivo ero davvero spaventato all’idea. Ho continuato a rimandare lo scendere a patti con questa cosa perché sapevo che avremmo girato quelle scene molto tardi. Ero davvero spaventato!”.

L’attore ha inoltre ammesso di aver trollato i fan, parlando di un cameo a sorpresa nell’ottavo episodio: le teorie si sono sprecate, ma alla fine si trattava di lui. O meglio, della versione di Visione bianco, assemblata dallo SWORD.

Sapete quando pensate che qualcosa sarà divertente, la dite e poi andate nel panico? Per me è stato esattamente così. I fan hanno iniziato a provare a indovinare di chi si trattasse, ipotizzando persone come Benedict Cumberbartch o Patrick Stewart. Stavo pensando ‘Sarebbe una buona idea e resteranno delusi quando scopriranno che si tratta di me’“.

Come facciamo a non desiderare che ritorni, magari proprio in una seconda stagione di WandaVision?

Scritto da Giulia Vanda Zennaro

In un mondo popolato da Khaleesi, osa essere una Cersei Lannister.

Lucifer 1200x675

Lucifer 6 – Tom Ellis (e non solo) in lacrime all’ultimo tavolo di lettura

Snowpiercer 2×06, la Recensione – I fantasmi di Melanie