in

7 pessime notizie sulle Serie Tv

this is us

This Is Us si concluderà con la sesta stagione mentre Netflix, Amazon e molti altri stanno boicottando i Golden Globe dopo la polemica che ha travolto l’associazione questa settimana. E mentre Warner sta pensando di produrre il reboot di Otto Sotto un Tetto l’attore che ha interpretato Steve Urkel ha raccontato il pessimo clima che c’era sul set della serie. Tutto questo e molto di più in 7 pessime notizie dal mondo delle serie.

SCANDALO GOLDEN GLOBE: NETFLIX È AMAZON CHIUDONO I RAPPORTI MENTRE NBC SI RIFIUTA DI TRASMETTERE LA PREMIAZIONE NEL 2022

Questa settimana Netflix e Amazon hanno chiuso i rapporti con l’associazione dei Golden Globe Awards, l’Hollywood Foreign Press Association. La causa è presto detta: tra i membri della commissione non è presente nessuna persona afroamericana e l’associazione pecca pesantemente d’inclusività. Dei più di 80 membri dell’associazione, non c’è neanche un rappresentante della comunità afroamericana nella commissione, anche se dopo la polemica scoppiata questa settimana è stata annunciata l’intenzione di diventare più inclusivi.

Anche NBC, storica emittente che da decine d’anni trasmette la premiazione, si è rifiutata di rinnovare il contratto di messa inonda per i Golden Globe del 2022. E alcune star hanno preso forti posizioni nei confronti dell’associazione, tra cui Scarlett Johansson, Mark Ruffalo e Tom Cruise. Quest’ultimo ha addirittura riconsegnato i tre Golden Globe vinti nel corso della sua lunga carriera.

OTTO SOTTO UN TETTO: JALEEL WHITE (STEVE URKEL) RACCONTA IL CLIMA OSTILE SUL SET

Questa settimana Jaleel White, interprete di Steve Urkel in Otto sotto un tetto, ha rilasciato un’intervista in cui ha confessato quanto sia stato difficile integrarsi in prinicipio con il resto del cast. Il personaggio di Urkel fu infatti introdotto solo a metà della prima stagione e solo in seguito al suo successo fu deciso di tenerlo come presenza fissa, tanto da farlo diventare il personaggio più memorabile della serie.

Ad accogliere con freddezza l’attore furono gli attori più adulti: Jo Marie Payton, Reginald VelJohnson e Telma Hopkins, che interpretavano Harriette, Carl e Rachel. Questi temevano di vedersi tolto il ruolo di star principali della serie e avrebbero condizionato anche le opinioni dei più giovani, Kellie Shanygne Williams (Laura), Darius McCrary (Eddie), e Jaimee Foxworth (Judy).

«Non pensavo che stessi pestando i piedi a nessuno, né che stessi prendendo la luce dei riflettori su di me. È molto importante che io dica questo: non sono stato affatto ben accolto nel cast, okay?».

Le critiche verso White si concentrarono soprattutto nelle occasioni in cui doveva interpretare la cugina di Steve, Myrtle Urkel, vestendosi da donna:

«Venivano da me, e mi dicevano che non stavo facendo un favore alle persone nere indossando quel vestito giallo».

PRODIGAL SON: FOX CANCELLA LA SERIE DOPO DUE STAGIONI

Brutte notizie per il pubblico di Prodigal Son. L’emittente FOX ha comunicato che non produrrà una terza stagione della serie con protagonisti Tom Payne e Michael Sheen. Una decisione che, sebbene non siano state fornite spiegazioni, è da ricondurre quasi sicuramente al crollo vertiginoso delle medie d’ascolto negli ultimi mesi, mentre una fonte vicina alla rete fa sapere che, indipendentemente da tutto, è stata “una decisione incredibilmente difficile”.

La serie racconta la storia di un profiler del Dipartimento di Polizia di New York e figlio di un famigerato serial killer che assiste la divisione Major Crimes nella risoluzione di casi raccapriccianti e non convenzionali, occasionalmente con il contributo del padre. Payne ha commentato la cancellazione con un messaggio su Twitter : “Che avventura. Interpretare Malcolm è stato una gioia e un privilegio. Il miglior cast della tv broadcast e la serie più unica in circolazione. L’abbiamo fatto con stile. Ho tanto affetto per tutti coloro che si sono divertiti con noi. E date un’occhiata agli ultimi due episodi! Sono incredibili”.

SCANDALO SUL SET DI DOCTOR WHO, DUE ATTORI ACCUSATI DI MOLESTIE SESSUALI: LA BBC INDAGA

Neanche Doctor Who si salva dagli scandali sulle molestie sessuali e, a distanza di anni, sono due i casi denunciati alla BBC avvenuti sul set della serie. Sebbene di natura molto diversa tra loro, riguardano Noel Clarke interprete di Mickey Smith tra il 2005 e il 2010, e di John Barrowman, l’incarnazione dell’amatissimo Capitano Jack Harkness.

Clarke è stato accusato da diverse donne di bullismo e condotta sessuale inappropriata. Diverse fonti si sono fatte avanti per affermare di essere state molestate sessualmente o toccate in modo inappropriato dall’attore. Stando ai dettagli, nel 2004 Noel Clarke si sarebbe spinto ben oltre con un’assistente di produzione, la quale ha affermato di aver ricevuto dei commenti inappropriati mentre si trovavano insieme in un trailer. A lei si aggiunge un’autista che ha raccontato di essere stata toccata in modo inappropriato dall’attore, che le avrebbe anche fatto osservazioni esplicite sul suo aspetto; e infine una runner, che ha sostenuto di essere stata molestata insieme a un’altra collega durante un incontro di lavoro. Ma non solo persone della produzione: ci sarebbe anche un’attrice di Doctor Who, la quale ha preferito restare anonima, che ha raccontato come Clarke le avesse fatto delle avance indesiderate. Dopo essere stato respinto, lui avrebbe sparlato di lei con la troupe.

Barrowman era invece solito comportarsi in maniera fin troppo “scherzosa” sul set, presentandosi senza pantaloni o mostrando il suo pene davanti ai colleghi. L’interprete di Jack Harkness ha risposto dicendo che il suo “comportamento vivace” era “inteso solo per portare buon umore”: «Con il senno di poi, capisco che ciò poteva aver causato un certo turbamento, e mi sono scusato per questo».

Un portavoce della BBC ha dichiarato: “La BBC è contraria a tutte le forme di comportamento inappropriato e siamo scioccati nel sentire queste accuse. Per essere assolutamente chiari, indagheremo su qualsiasi accusa specifica fatta da individui alla BBC – e se qualcuno è stato sottoposto o ha assistito a comportamenti inappropriati di qualsiasi tipo, li incoraggiamo a parlarne direttamente con noi”.

GREY’S ANATOMY, SANDRA OH SU UN POSSIBILE RITORNO DI CRISTINA: HO CHIUSO CON LA SERIE

Questa settimana Sandra Oh ha distrutto ogni speranza dei fan di Grey’s Anatomy che pensavano si potesse assistere a un ritorno, o anche a un piccolo cameo, di Cristina Yang nel nella serie che l’ha resa nota al grande pubblico.

L’attrice ha infatti dichiarato che si è lasciata alle spalle il mondo dell’ospedale di Seattle: «Non apparirò, anche se amo il personaggio, e apprezzo realmente la serie e il fatto che continuino a farmi delle domande in proposito. Ho lasciato quella serie quasi sette anni fa. Quindi, nella mia mente, è finita. Ma per molte persone si tratta di qualcosa di ancora molto vivo e, anche se lo capisco e lo apprezzo, io sono andata avanti».

CHICAGO MED: YAYA DACOSTA E TORREY DEVITTO LASCIANO IL CAST DELLA SERIE

Chicago Med ha perso due delle sue attrici protagoniste proprio questa settimana. È infatti stato annunciato che né Yaya DaCosta Torrey DeVitto, nel cast della serie sin dall’esordio nel 2015, riprenderanno il proprio ruolo, rispettivamente l’infermiera April Sexton e la pediatra Natalie Manning, nella settima stagione.

DaCosta ha salutato la serie con un post su Instagram: “Dopo sei fantastiche stagioni durante le quali ho lavorato con alcune delle persone più dedite del settore, imparando il folle gergo medico e crescendo come attrice e come persona, il mio tempo nei panni di April Sexton in Chicago Med volge al termine[…] Mi mancheranno tantissimo tutti e, naturalmente, mi mancherete voi che seguite lo show religiosamente e siete entrati a far parte della famiglia One Chicago. Grazie e vi voglio bene”. DeVitto ha scritto invece: “Tutte le cose belle finiscono. È stato un grande onore e pura gioia dare vita alla Dott.ssa Natalie Manning per tutti voi in Chicago Med nelle ultime sei stagioni. Ma ora è arrivato per me il momento di andare e di salutarci. Grazie a ognuno di voi, fedeli spettatori che l’avete amata tanto quanto me. Non vedo l’ora di condividere con tutti voi ciò che verrà. Nuove avventure attendono!”.

Al momento non è chiaro come le storie di April e Natalie si concluderanno e se gli autori lasceranno eventualmente una porta aperta a un loro futuro ritorno.

THIS IS US: CONFERMATO CHE LA PROSSIMA STAGIONE SARÀ L’ULTIMA

This Is Us si concluderà con la sesta stagione, che sarà quindi l’ultima a venire prodotta, come aveva già anticipato più volte il creatore della serie Dan Fogelman.

Mentre in Italia da poche settimane sono ricominciate le puntate della quinta stagione di This Is Us, pesantemente condizionata dalla pandemia che di fatto è diventata la principale storyline della serie, arriva quindi questa conferma che gli spettatori innamorati della famiglia Pearson di This Is Us si sarebbero risparmiati volentieri.

Fogelman, rispondendo a una domanda su un eventuale cambiamento dei suoi progetti dopo quanto accaduto con la quarta stagione di This Is Us, ha dichiarato: «Si concluderà con la sesta, è quello il momento in cui la storia dei Pearson arriverà al suo epilogo». Non ci rimarrà dunque che consolarci con Noi, la versione italiana di This Is Us.

Written by Ambra Pugnalini

"Never be cruel, never be cowardly. And never ever eat pears!"

Domina – Il potere a Roma ha il volto di una donna: la recensione della nuova serie Sky