in ,

Stranger Things – Finn Wolfhard shock: «Alcuni adulti mi hanno seguito fino al mio appartamento»

Conosciamo tutti Finn Wolfhard, l’attore appena diciassettenne che è tra i protagonisti di Stranger Things e IT. Ebbene, il giovane attore ha lamentato una serie di attenzioni non richieste da parte di fan adulti iniziate da quando aveva soli 13 anni. Il successo della serie prodotta da Netflix, infatti, ha travolto i giovani protagonisti in maniera decisamente superiore alle aspettative. 

L’attore di Stranger Things, nello specifico, ha rivelato al Mastermind Magazine i dettagli di alcune esperienze a dir poco spiacevoli.

finn wolfhard

Spesso gli capita di essere seguito per strada, in taxi o peggio ancora assalito in cambio di un selfie o di un autografo. Questo è decisamente troppo per un ragazzino di appena 13 anni, a maggior ragione se gli artefici di tali atti persecutori sono degli adulti. 

Quando avevo 13 anni alcuni adulti mi hanno seguito fino al mio appartamento quando stavo girando It. Stranger Things era appena uscito, ed ero da solo. Camminavo più veloce e loro acceleravano il passo, così mi prese l’ansia finché non sono arrivato alla porta. All’improvviso sento “Hey amico, possiamo farci un selfie?”, e io “No che non potete! Perché non la smettete di inseguire dei bambini?”

Addirittura, lo stesso Finn è stato accusato di maleducazione e scortesia nei confronti di persone che gli si avvicinavano in maniera molesta per un autografo (qui potete saperne di più sull’accaduto). Spesso i fan non comprendono che i loro idoli prima ancora di essere degli attori famosi sono persone e nel caso specifico ragazzini. 

Ma Finn non è stato l’unico membro del cast di Stranger Things a lamentare attenzioni sgradevoli.

Netflix, stranger things

Anche la sua collega e amica Millie Bobby Brown si è recentemente lasciata andare in uno sfogo sul suo profilo Instagram (qui trovate maggiori informazioni in merito). La sedicenne, infatti, è stata vittima di cyber bullismo, sessualizzata e insultata in ogni modo nonostante la sua giovane età. La fama è un’arma a doppio taglio e ha molti lati oscuri che i piccoli protagonisti di Stranger Things hanno ben presto sperimentato.

Sia Finn che Millie hanno sottolineato il fatto che i comportamenti inappropriati e gli insulti possono incidere in maniera fortemente negativa sulle loro vite e sulla loro autostima. Entrambe le piccole star, tuttavia, hanno ricevuto il supporto e il sostegno di innumerevoli colleghi di tutte le età.

Leggi anche – 9 imperdibili accessori a tema Stranger Things già disponibili su Amazon

Written by Clotilde Formica

Scrivo, mi piace farlo.

Mi piace scivolare via veloce sulla cresta dei pensieri che si affollano, si inseguono, si punzecchiano e a volte mi scappano.

Love, Death & Robots – Zima Blue e l’arte di pulire l’azzurro

Dispatches from Elsewhere: il trailer della nuova serie con Jason Segel ci porta “altrove”