in

Scrubs, la rabbia di Donald Faison: «Ero sempre il “ragazzo nero” della Serie Tv»

scrubs
scrubs

La lotta contro le discriminazioni razziali e le ingiustizie ha coinvolto anche il mondo dello spettacolo. Sono state infatti molte le celebrità del piccolo schermo che si sono mobilitate per diffondere messaggi di vicinanza, nonché informazioni legate al movimento Black Lives Matter. E le ultime star a prendere posizione sono stati i protagonisti di Scrubs, Zach Braff e Donald Faison.

Durante un’intervista, rigorosamente a distanza, al Kelly Clarkson Show i due amatissimi attori si sono schierati a fianco dei manifestanti che ormai da settimane cercano di far sentire la propria voce. A tal proposito, a prendere la parola è stato proprio Faison, il quale ha dichiarato di aver subito parecchie discriminazioni a causa del colore della sua pelle.

Fa paura essere giudicato per il colore della tua pelle. Mi è successo spesso nel corso della mia vita. Anche il modo in cui le persone mi descrivevano in Scrubs. Ero il “ragazzo nero” di Scrubs”, non uno degli attori di Scrubs ma “il ragazzo nero” di Scrubs. Incoraggio quindi tutti a informarsi. Una volta fatto questo, sarete in grado di vedere che siamo tutti uguali e insieme possiamo eliminare il razzismo.

Donald Faison si è così fatto portavoce di un importante messaggio, invitando i fan dello show (che presto potrebbe diventare un film) e le persone che lo seguono a informarsi e a prendere posizione contro le discriminazioni razziali.

Il razzismo è ovunque. Non se ne è mai andato, è sempre stato qui. Non è una sorpresa quello che sta accadendo, ma sta finalmente venendo alla luce. (…) Incoraggio chiunque non faccia parte di qualche minorità, chiunque non sia una persona di colore a imparare la storia di quest’ultimi, ascoltando e facendo ricerche.

scrubs

A sostenere le sue dichiarazioni è intervenuto anche Zach Braff, collega nonché migliore amico. L’attore di Scrubs ha spiegato quanto crescere in un ambiente multiculturale abbia influito sulla sua vita e che l’attuale crisi in America e nel mondo gli abbia fatto capire quanto sia importante informarsi e cercare di agire nel proprio piccole affinché sia possibile cambiare in meglio le cose.

Anch’io ho ancora molto da imparare, non è abbastanza dire “Oh, il mio migliore amico è nero!”, “Oh sono cresciuto in un ambiente multiculturale”. Ci sono altri modi per essere più attivo di quanto sia stato, piuttosto che dire “Io vado bene così, ho già un amico nero”. (…) Sto cogliendo questa opportunità per ascoltare gli altri e imparare, e vedere in che modo posso essere utile anch’io.

Le due star di Scrubs, tra un messaggio importante e qualche risata, hanno poi discusso della loro lunga amicizia e del podcast che conducono insieme, Fake Doctors, Real Friends with Zach + Donald. Durante il talk-show, che è possibile seguire su Spotify o IHeartRadio, Faison e Braff commentano gli episodi della comedy di successo Scrubs, ricordando i dietro le quinte e i vari aneddoti mai svelati prima.

Leggi anche – Scrubs: come la Serie Tv ha disintegrato il Maschio Alpha

Written by Simona Mainenti

Innamorata della scrittura, ossessionata da film e serie tv.
Sono fermamente convinta che la cultura sia il superpotere più figo di tutti.

friends

Fedez ha rivelato cosa gli ha scritto Jennifer Aniston nei messaggi che si sono mandati

Cursed: rilasciati data e TRAILER della nuova serie Netflix con Katherine Langford