in

7 pessime notizie sulle Serie Tv

matthew perry

Matthew Perry reduce dalla reunion di Friends, di cui potete trovare qui la nostra recensione, ha annullato il suo matrimonio proprio questa settimana mentre Raven’s Home potrebbe non tornare con la nuova stagione. E se avete già letto le 7 notizie che vi svolteranno la giornata di questa settimana, allora non potete perdervi anche le 7 pessime notizie dal mondo delle serie tv.

X-FILES: GILLIAN ANDERSON SVELA: “AVEVO CRISI DI PANICO SUL SET”

Gillian Anderson è tornata a parlare del suo periodo in X-Files, la serie iconica degli anni ’90, dove ha interpretato il ruolo dell’ agente Dana Scully per 9 stagioni. La serie le ha dato indubbiamente notorietà, ma l’attrice ha svelato che ci sono state anche enormi difficoltà nel lungo periodo passato sul set.

L’attrice ha infatti rivelato di aver avuto delle vere e proprie crisi di panico mentre girava la serie: «Sicuramente ho affrontato quell’esperienza mentre giravo le nove stagioni di X-Files. Durante quel periodo ho avuto un paio di crisi e al termine di queste non riuscivo a parlarne, non potevo fare nulla, nemmeno vedere le foto. Quello di cui avevo bisogno era immergermi immediatamente nel teatro in un altro paese. Poi dopo un po’ di tempo potevo abbracciare nuovamente il ruolo, ma quando lo facevo era come se mi separassi da me stessa. Come se quella che guardavo era l’immagine di un’altra persona. Quando ti immergi così tanto in una parte, e lo fai per un periodo di tempo molto lungo, ci sono sempre delle conseguenze. Ci sono di sicuro. Una volta finito con X-Files non sapevo se sarei riuscita a tornare su un set del genere ancora. Quindi a parte il voler tornare nel Regno Unito sapevo ci sarebbe voluto del tempo prima che potesse accadere una cosa simile, se avessi voluto rifarlo. E a Londra puoi alternare teatro e TV ed è sempre stato il mio sogno. Ma ogni attore vuole sempre di più di quello che ha già e io sono anche una cinefila e mi chiedevo: ‘Devo continuare a fare TV? Io voglio fare film’, però faccio ancora TV».

Fortunatamente Anderson ci ha ripensato e abbiamo così potuto godere delle sue recenti performance in Sex Education e The Crown, per non parlare del suo ritorno dal 2016 al 2018 in X-Files.

MAD MEN: CHRISTINA HENDRICKS RACCONTA DI QUANDO TUTTO VOLEVANO PARLARE SOLO DEL SUO REGGISENO

Christina Hendricks ha recitato in Mad Men nei panni di Joan Holloway e questa settimana è tornata a parlerei della sue esperienza con la stampa durante il periodo in cui la serie andava in onda.

L’attrice ha infatti dichiarato di aver spesso dovuto subire domande decisamente sessiste nei suoi confronti. Ad esempio, nonosta fosse stata candidata sei volte agli Emmy, i giornalisti continuavano a farle domande sugli indumenti intimi di Joan: «C’è stato sicuramente un momento in cui siamo stati acclamati dalla critica e abbiamo ricevuto molta attenzione per il nostro ottimo e duro lavoro, e tutti volevano solo chiedermi di nuovo del mio reggiseno. Ci sono solo due frasi da dire su un reggiseno».

Hendricks ha anche affermato che le star femminili di Mad Men non erano celebrate come le loro controparti maschili durante le prime stagioni: «Gli uomini hanno iniziato a vestirsi come Don Draper e Roger Sterling. Sono tornati gli abiti, sono tornate le cravatte sottili. Ci sono volute dalle tre alle quattro stagioni, e poi all’improvviso la gente ha voluto noi, le star femminili, sulle riviste. Eravamo tipo: è strano, lo facciamo da un po’».

JUPITER’S LEGACY: NETFLIX CANCELLA LA SERIE DOPO UNA SOLA STAGIONE

Netflix ha deciso di non proseguire con la seconda stagione di Jupiter’s Legacy ma ha invece deciso di puntare su uno spin-off.

Lo spin-off si intitolerà Supercrooks e racconterà la storia dei villain che abitano lo stesso universo narrativo di Jupiter’s Legacy. La serie continuerà quindi in qualche maniera, nonostante le risposte da parte di critica e pubblico non siano state eccezionali. Le critiche sono infatti state aspre, nonostante sia stata la serie sia stata la più vista nella sua settimana di debutto. Inoltre i costi di produzione, che si aggirano attorno ai 200 milioni di dollari, hanno contribuito al mancato rinnovo da parte di Netflix.

Andrew Horton, interprete di Brandon Sampson, ha scritto online: “Sono devastato. Jupiter’s Legacy era stata un’esperienza unica nella vita e non la dimenticherò mai. Sono triste e dispiaciuto per il fatto che non potremo continuare questo percorso. Provo la sensazione che fosse solo la punta dell’iceberg”.

SANDMAN: POLEMICHE ONLINE PER LA SCELTA DEL CAST, NEIL GAIMAN SI INFURIA

Sandman è il prossimo progetto fantasy di Netflix basato sull’omonimo fumetto scritto da Neil Gaiman. Ma questa settimana alcuni utenti online hanno aspramente criticato la scelta del cast per la serie, tanto da scatenare l’ira dello stesso Gaiman.

Alcuni utenti si sono infatti scagliati contro il cambio di genere o di etnia di alcuni personaggi, con commenti anche molto sgradevoli come questo: “Ma che c***o è questo? Seriamente, cos’è? Metà di queste persone dovrebbero essere uomini, i pronomi non sono necessari e posso già sentire il fetore di chi vuole spingere la propria agenda. Avete rovinato tutto ancora una volta. Nessuno di voi riesce a fare le cose per bene”. In questo caso si riferisce soprattutto al personaggio di Desiderio, interpretato dall’attore non binario Mason Alexander Park, nella cui descrizione è stato usato il pronome They/them. Gaiman ha così risposto: “La parte con “metà di queste persone dovrebbero essere uomini” è quella che dovrebbe farvi capire che alcune persone che si lamentano potrebbero non aver letto Sandman”.

I protagonisti di Sandman sono infatti personificazioni di concetti astratti e come tali possono assumere le più svariate forme. Un’altra accusa è stata la seguente: “Perché ti sei venduto? Rimani fedele al tuo lavoro, oppure ti manca il coraggio? Quello che mi dà davvero fastidio è che non te ne frega niente”. A cui lo scrittore ha risposto: “Me ne frega tantissimo del mio lavoro. Ho passato 30 anni a combattere con successo brutti film tratti da Sandman. Quello di cui non me ne frega nulla sono le persone che non capiscono o non hanno letto Sandman e si lamentano del fatto che Desiderio è di genere non binario o che Morte non è abbastanza bianca. Guardate la serie e poi decidete”.

Ha inoltre risposto a chi criticava la scelta di un attrice nera, Kirby Howell-Baptiste, per il ruolo di Morte: “Se pensate che gli Eterni abbiano una specifica appartenenza o forma, allora vi siete persi qualcosa in Sandman. Non preoccupatevi, guardate la serie”. La serie dovrebbe debuttare nel 2022.

JOE LARA, PROTAGONISTA DELLA SERIE TARZAN – LA GRANDE AVVENTURA, È MORTO IN UN INCIDENTE AEREO

Joe Lara, noto per aver interpretato Tarzan negli anni novanta, è morto in un incidente aereo lo scorso sabato. L’attore, che aveva 58 anni, ha perso la vita quando il piccolo aereo su cui viaggiava insieme ad altre sei persone si è schiantato in un piccolo lago del Tennessee. Insieme a lui c’era la moglie, la scrittrice Gwen Lara, fondatrice di un programma di perdita di peso basato sulla fede.

Lara era apparso per la prima volta nei panni di Tarzan nel 1989 per il film TV della CBS Tarzan a Manhattan. Qualche anno dopo, fu il protagonista della serie Tarzan – La grande avventura, andata in onda tra il 1996 e il 1997. La serie raccontava le vicende dell’iconico personaggio dopo il suo primo contatto con la civiltà, prima di sposarsi con Jane, ed era basata sui racconti di Edgar Rice Burroughs.

RAVEN’S HOME: LA SIT-COM POTREBBE NON TORNARE CON LA NUOVA STAGIONE

Il revival di Raven’s Home potrebbe non tornare sui nostri schermi e a rivelarlo è stata proprio l’attrice Raven-Symoné, protagonista della sitcom di Disney Channel.

Dopo aver affrontato ritardi di produzione a causa della pandemia di COVID-19, la quarta stagione è attualmente in onda. La prossima stagione invece non è stata ancora confermata dall’emittente e gli spettatori sono diminuiti dalla stagione di debutto. Per quanto riguarda Symoné, dice che sarebbe felice di continuare a fare lo show. L’attrice ha implorato i fan della serie che vogliono vedere ancora i protagonisti a far conoscere i loro desideri:

«Non posso dirti lo stato di Raven’s Home perché non lo conosco di persona. Spero che le persone tornino a guardare la serie, che ne scrivano e twittino, pubblichino ciò che vorrebbero perché alla fine siamo qui per i fan. Noi sono qui per intrattenerli. Se adoro il mio cast? Sì. Voglio lavorare con loro il più a lungo possibile? Certo. È una mia decisione? No, è una decisione di Disney Channel. Quindi aspetta, fai rumore, batti i piedi, fai quello che puoi e vedremo cosa succede».

MATTHEW PERRY ANNULLA LE SUE NOZZE: «A VOLTE LE COSE NON FUNZIONANO»

Questa settimana Matthew Perry, il Chandler Bing di Friends, ha annunciato l’annullamento del proprio matrimonio con la ventinovenne manager letteraria Molly Hurwitz.

Matthew Perry aveva chiesto a Molly Hurwitz di sposarlo solamente il novembre scorso e si era dichiarato l’uomo più fortunato del mondo. Matthew Perry non ha però rivelato i motivi dell’annullamento, ma ha invece augurato a Molly tutto il meglio, dichiarando semplicemente che le cose a volte non funzionano.

Non appena la notizia dell’annullamento è iniziata a circolare, i fan si sono stretti come sempre attorno al loro idolo, sperando che arrivi presto la donna che possa veramente rendere felice Matthew Perry.

Written by Ambra Pugnalini

"Never be cruel, never be cowardly. And never ever eat pears!"

Christina Hendricks attacca duramente i media: «Mi chiedevano solo la taglia del reggiseno»

due uomini e mezzo

5 sit-com che hanno chiuso con un finale stranissimo