in

7 pessime notizie sulle Serie Tv

buffy
#
#

Si torna a parlare del tossico set di Buffy l’ammazzavampiri con James Marsters che racconta degli strani comportamenti del creatore della serie. Ma ancor più tragico è il lutto che ha colpito il mondo delle serie tv, è infatti deceduto prematuramente Willie Garson, attore di White Collar e Sex and The City. Inoltre è subito polemica dopo l’annuncio della seconda stagione di Tiger King, la docuserie più popolare di Netflix, e la cancellazione di Derry Girls, sono solo alcune delle pessime notizie della settimana.

#
#

DERRY GIRLS È STATO CANCELLATO, LA TERZA STAGIONE SARÀ L’ULTIMA

Questa settimana è stata ufficialmente cancellata la serie Derry Girls che terminerà dunque con la terza stagione. A confermarlo è stata proprio la creatrice della serie, Lisa Gee, con una dichiarazione rilasciata sui social:

“Il piano era sempre quello di dirsi addio dopo tre [stagioni]. Derry Girls è una storia di formazione che segue cinque adolescenti ridicole mentre lentamente… molto lentamente… iniziano a diventare adulte, mentre intorno a loro anche il posto che chiamano casa inizia a cambiare e l’Irlanda del Nord entra in una nuova fase più piena di speranza – era un piccola, magica finestra temporale. Derry Girls è una lettera d’amore per il luogo da cui vengo e per le persone che mi hanno formato. È stato un onore scriverlo e sarò per sempre orgogliosa di tutto ciò che ha realizzato…. Chissà se Erin, Clare, Orla, Michelle e James torneranno in qualche altra veste un giorno, ma per ora questo è tutto per noi e siamo entusiasti d’ iniziare le riprese di questa [stagione] con il nostro incredibile cast e la nostra troupe che si spera possano coinvolgere i nostri fan fedeli in un’ultima avventura”.

#
#

La serie è disponibile in Italia su Netflix e ancora non è stato comunicato quando arriveranno i nuovi episodi.

TRUE DETECTIVE: CARY FUKUNAGA PARLA DEI PROBLEMI AVUTI LAVORANDO CON NIC PIZZOLATTO

Cary Fukunaga è stato il regista della prima stagione di True Detective e recentemente ha parlato durante un’intervista delle difficoltà avute lavorando fianco a fianco con il creatore della serie, Nic Pizzolatto.

«Lo show mi era stato proposto nel modo in cui lo abbiamo presentato in giro, come un film indipendente realizzato per la televisione. Lo sceneggiatore e il regista sono un team. Durante l’evoluzione del progetto Nic continuava a comportarsi come se fosse il mio capo e io dicevo ‘Ma non lo sei. Siamo partner. Collaboriamo’. Quando siamo arrivati nella fase della post-produzione, persone come Michael Lombardo (ex presidente della programmazione HBO) gli stavano dando più potere. Mi ha scoraggiato perché non mi sembrava si trattasse di una collaborazione equa».

Il regista ha inoltre parlato delle differenze creative avute con Pizzolatto: «Nic è uno sceneggiatore davvero bravo, ma penso che si debba ridimensionare il suo lavoro. Si dà troppa importanza alla scrittura e non abbastanza alla dinamica della storia. Mi sono scontrato con lui per modificare alcune di queste scene con dialoghi lunghi e renderle più leggere. Avevamo un tono e un gusto diversi».

ADDIO A WILLIE GARSON, L’AMATO STANFORD BLATCH DI SEX AND THE CITY

Dopo una lunga battaglia contro un cancro al pancreas, ci ha lasciato questa settimana Willie Garson a soli 57 anni.

A confermarlo è stato il figlio tramite un annuncio su Instagram: “Ti voglio tanto bene, papà. Riposa in pace, e sono così felice che tu abbia potuto condividere le tue avventure con me e abbia raggiunto così tanti traguardi. Sono tanto fiero di te”.

Garson era un noto caratterista sia televisivo che cinematografico e in molti lo ricordano soprattutto per aver interpretato il ruolo di Stanford Blatch, l’amico gay di Carrie in Sex and The City, e per quello di Mozzie nella serie White Collar, al fianco di Matt Bomer.

È dunque prevista una sua ultima apparizione nel sequel di Sex and the City, And Just Like That…, che debutterà tra poche settimane su HBO Max. L’attore ha infatti girato le sue scene prima di morire ed è stato sul set fino all’ultimo, anche se non è comunque chiaro quali siano i piani per il personaggio.

LA RUOTA DEL TEMPO: DÓNAL FINN SOSTITUIRÀ UNO DEI PROTAGONISTI NELLA SECONDA STAGIONE

La prima stagione de La Ruota del Tempo debutterà su Amazon Prime Video il 19 novembre ma la serie sta già perdendo pezzi e questo non è sicuramente di buon auspicio.

È infatti stato ufficialmente comunicato che Dónal Finn sostituirà l’attore Barney Harris che nella prima stagione ha interpretato Mat Cauthon, uno dei tre giovani protagonisti della serie.
Per ora la produzione non ha svelato i motivi alla base del recasting ma questa discontinuità potrebbe pesare sulla seconda stagione.
Finn ha recentemente avuto un piccolo ruolo in The Witcher e prossimamente apparirà nella serie della BBC SAS: Rogue Heroes.

TIGER KING: CAROLE BASKIN POLEMIZZA SULL’ ANNUNCIO DELLA SECONDA STAGIONE


Questa settimana è stato annunciato che verrà prodotta una seconda stagione di Tiger King e Carole Baskin ha prontamente fatto sentire la sua polemica voce. Baskin ha affermato di sapere che stavano girando contenuti aggiuntivi per una nuova stagione ma non pensava che venisse distribuita così presto: «Conosco alcune persone che sono state coinvolte e stavano facendo più riprese, quindi ho pensato che a un certo punto sarebbero usciti con un Tiger King 2. Ci sono voluti cinque anni per mettere insieme il primo, quindi ho pensato che ci sarebbe voluto molto più tempo».

Ha inoltre raccontato che è stata contattata dalla produzione per chiarire le cose ma lei ha risposto di dimenticare il suo numero perché la serie non era affatto quello su cui avevano concordato di lavorare: «Non chiamerei Eric Goode e Rebecca Chaiklin (i registi) veri documentaristi. Voglio dire, era un disastro totale di reality show».
Nonostante ciò Baskin ha detto di essersi trovata nelle condizioni di dover guardare lo show per difendersi dalle critiche del pubblico: «Il mio telefono ha iniziato a squillare per tre mesi di fila, le persone mi insultavano dicendo che volevano radere al suolo il posto e volevano uccidere me, la mia famiglia e i miei gatti».

I GRIFFIN: ALCUNI FAN CREDONO CHE MEG SIA RAZZISTA

Meg Griffin è razzista. Questa è l’ultima (strampalata) teoria dei fan riguardo alla serie animata I Griffin.

A supporto della teoria alcuni fan portano ad esempio tutte le cotte che Meg si è presa nel corso delle stagioni della serie. La ragazza si è infatti presa una cotta per Quagmire, una per Joe e poi per suo figlio Kevin, e c’è anche l’episodio in cui si innamora di Brian. L’unico amico intimo per cui Meg non ha mai perso la testa è Cleveland e questo ha portato molti fan a concludere che, forse, Meg è razzista.

È dunque una pura coincidenza o Meg Griffin è veramente razzista? Forse non lo sapremo mai ma se la teoria dovesse arrivare all’orecchio di Seth MacFarlane, il creatore della serie, potrebbe anche darsi che decida di riportarla in uno dei futuri episodi e magari di dare una spiegazione o, più probabilmente, d’ ironizzarci sopra.

BUFFY: JAMES MARSTERS TORNA A PARLARE DEI PROBLEMI SUL SET CON JOSS WHEDON

James Marsters è tornato ha parlare di alcuni momenti spiacevoli sul set di Buffy. Non è infatti la prima volta, ne l’unico membro del cast, ha lamentarsi del comportamento sul set di Joss Whedon, il creatore di Buffy.

L’attore, che in Buffy interpretava Spike, non ha ovviamente commentato le accuse dei colleghi verso Whedon specificando che ognuno di loro aveva avuto un rapporto e un’esperienza diversa. Ha però raccontato di quando Whedon ha scoperto di non poter uccidere il personaggio perché al pubblico piaceva, e lo ha spinto contro il muro dicendogli “Non m’importa quanto sei popolare, ragazzino, tu sei morto! Morto!“. L’attore si è inoltre più volte sentito oppresso dalla mania di perfezione di Whedon per Buffy, che portava molti ad aver paura che si arrabbiasse o anche peggio. Sembra infatti che Marsters sia stato minacciato per non essere all’altezza delle richieste del creatore di Buffy.

Scopri Hall of Series Plus, il nuovo sito gemello di Hall of Series in cui puoi trovare tanti contenuti premium a tema serie tv

Scritto da Ambra Pugnalini

"Never be cruel, never be cowardly. And never ever eat pears!"

all or nothing

10 grandi documentari sportivi da vedere assolutamente

Fringe

Fringe for Dummies