Home » Uncategorized » Nero a Metà 3 si farà? Quando torna, trama, cast, tutto quello che c’è da sapere

Nero a Metà 3 si farà? Quando torna, trama, cast, tutto quello che c’è da sapere

nero a metà 3

Nero a metà 3, la fiction di RaiUno che ha ottenuto un grande successo di pubblico, è andata in onda lo scorso 8 ottobre con gli ultimi due episodi della seconda stagione. Ora la domanda è: ci sarà anche una terza stagione? La risposta, a quanto pare è sì, per la gioia dei fan, lasciati con il fiato sospeso. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla fiction e alcune anticipazioni.

Contenuti

  1. Di cosa parla l’amata fiction della Rai?
  2. Cosa è successo nella seconda stagione?
  3. Le questioni in sospeso
  4. Ma chi sono i personaggi di Nero a metà?
  5. Dove vedere Nero a metà?
  6. Quando andrà in onda Nero a metà 3?

Di cosa parla l’amata fiction della Rai?

L’ispettore Carlo Guerrieri, interpretato da Claudio Amendola, una testa calda che viene dalla strada, presta servizio nel commissariato del Rione Monti di Roma. Nelle sue indagini è affiancato dal giovane e promettente Malik Soprani (Miguel Gobbo Diaz), neodiplomato all’Accademia.

I due non potrebbero essere più diversi: Malik è originario della Costa D’Avorio ed è stato adottato in tenera età. Cresciuto in Italia, è cittadino italiano a tutti gli effetti. Il ragazzo è ambizioso e brillante e la sua presenza porterà molto scompiglio al commissariato: lui e Carlo, che al contrario è ribelle e fatica a fare carriera, troveranno inizialmente difficoltà ad andare d’accordo. Questo anche perché la figlia di Carlo, Alba, anche lei impiegata in polizia come medico legale, comincerà a provare una forte attrazione per il ragazzo, nonostante sia fidanzata con Riccardo. Carlo, rimasto vedovo quando la figlia aveva solo un anno, l’ha cresciuta da solo ed è molto protettivo nei suoi confronti. Inutile dire che queste premesse innescheranno delle dinamiche pronte a esplodere da un momento all’altro.

La squadra è poi completata da Mario Muzo, sovrintendente capo molto amico di Carlo, Cinzia Repola, sovrintendente incinta e perciò relegata ruoli d’ufficio, Marco Cantabella, compagno di accademia di Malik e Micaela Carta, dirigente della squadra mobile.

Nero a metà, che ha ottenuto un grande successo di pubblico e di critica, è andata in onda per un totale di due stagioni. Lo scorso 8 ottobre, su Rai 1, sono stati trasmessi gli ultimi due episodi della seconda stagione: Verità nascoste e La resa dei conti. Al centro degli ultimi due episodi c’è un’avvincente indagine relativa a un vecchio caso di sfruttamento della prostituzione. A tutto questo si intrecciano le vicende personali dei personaggi, che dovranno fare i conti con il loro passato.

Cosa è successo nella seconda stagione?

Carlo, mentre sta acquistando il bouquet per il suo matrimonio con Cristina, di cui è stato l’amante per anni, assiste alla morte del collega Paolo per opera di un pirata della strada. Marta, madre di Paolo e collega del protagonista, non riesce a darsi pace per la morte del figlio e convince l’ispettore a indagare più a fondo. E a quanto pare Marta ci aveva visto giusto: anche la moglie di Muzo, Olga, viene trovata morta pochi giorni dopo e non è affatto un caso. Carlo scopre infatti che la donna sapeva che la morte di Paolo non era un incidente. Muzo viene accusato della morte della moglie, ma l’ispettore si ostina a non credere alla sua colpevolezza, convinto che qualcuno stia cercando di incastrarlo. E infatti, sul luogo dell’incidente di paolo e a casa di Muzo vengono rinvenute tracce di amianto: prova che l’assassino è la stessa persona.

nero a metà

Intanto, alle vicende del commissariato si intrecciano quelle personali di Alba: la ragazza, infatti, va in Svizzera per incontrare la madre, che si è scoperto essere viva. Ma una volta arrivata, vedendola con la nuova figlia, se ne va e ha un ritorno di fiamma con Malik, nonostante lui si stia avvicinando alla collega Monica e Alba si stia frequentando con Enea. Intanto, al commissariato si scopre che tutti i cellulari sono stati hackerati. Quando Nusco cambia telefono viene accoltellato da un misterioso killer, ma fortunatamente Alba riesce salvargli la vita. L’uomo viene ricoverato in terapia intensiva e si scopre che fra gli obiettivi del killer ci sono anche Muzo e Marta, di cui Carlo si scopre innamorato, arrivando a lasciare Cristina per lei.

Muzo e Marta sono accomunati da una vecchia indagine: avevano infatti incastrato Graziano Imardi, costruttore protagonista di un caso di sfruttamento della prostituzione. Una volta uscito dal carcere, si è reso irreperibile, motivo per cui i sospetti si rivolgono a lui. Tuttavia, il suo cadavere viene trovato murato in un cantiere di sua proprietà, smentendo così tutte le teorie. I sospetti ricadono dunque su Leonardo Sfera, accusato sempre da Muzo e Marta dell’omicidio della fidanzata Xenia, coinvolta nel giro di prostituzione di Imardi e rilasciato da poco. Muzo, capendo che probabilmente Olga è stata uccisa per ritorsione nei suoi confronti, tenta il suicidio, ma Carlo lo ferma giusto in tempo.

Procedendo con le indagini, che arrivano a coinvolgere un ex compagno di cella di Sfera, sospettato di aver hackerato i cellulari, emerge la tragica verità: Sfera è animato da un desiderio cocente di vendetta, perché è stato accusato di un crimine che non ha commesso. Colpevole della morte di Xenia è nientemeno che Nusco, ancora ricoverato in ospedale e in coma.

Tuttavia, si scopre che l’ex compagno di cella di Sfera non ha nulla a che fare con le sue attività di hacker. C’è dunque qualcun altro, a piede libero, che gli sta dando una mano. Marta scopre che si tratta di Lucia Canovo, un’agente immobiliare. Ma la donna decide di tenere l’informazione per sé, meditando vendetta per il figlio Paolo.

Intanto, anche la vita di Carlo sta subendo scossoni dalle fondamenta: dalla Svizzera giunge la ex moglie Clara, che rivela a lui e alla figlia di volersi costituire. Anni prima, infatti, era stata coinvolta nel giro di droga di un collega corrotto di Carlo, che aveva poi ucciso. L’ispettore, disperato, arresta la ex moglie, ma chiede che venga portata in un altro commissariato.

Intanto, Sfera continua a portare avanti il suo piano di vendetta: fa in modo che nell’ospedale dove è ricoverato Nusco avvenga un’esplosione. Nonostante il piano vada a buon fine, i due protagonisti riescono a salvare Nusco. Sfera, armato di pistola, prende in ostaggio Cinzia. Carlo cerca di persuadere Sfera a lasciarla andare, assicurandogli che Nusco pagherà per quanto ha fatto. L’uomo, quindi, lascia andare Cinzia, ma si dà alla fuga. Nusco, sveglio, rivela infine la verità: era innamorato di Xenia e l’ha uccisa in un raptus, facendo poi ricadere la colpa su Sfera. Carlo, intanto, capisce che Marta è andata a vendicare il figlio e cerca di fermarla. La donna, dopo aver interrogato Lucia Canovo, giunge al nascondiglio di Sfera, gli punta la pistola in faccia, ma non lo uccide.

Una volta chiusa l’indagine, la stagione si conclude con il matrimonio di Cinzia e del suo compagno, Marco, a cui assistono Malik con Monica e Alba con Enea. Carlo, invece, è di nuovo solo: non è infatti riuscito a perdonare Marta per aver agito di testa sua, senza coinvolgerlo. Nonostante questo, l’ultima puntata si conclude con Carlo che trova sul parabrezza della sua auto una lettera di Marta, che lo ringrazia per quanto ha fatto per lei.

Le questioni in sospeso

Nonostante la suspense, gli sceneggiatori hanno rassicurato i fan della fiction: Nero a metà 3 si farà e sono già al lavoro sulla stesura dello script della nuova stagione.

D’altra parte, il finale andato in onda nel 2020 è decisamente aperto. Ci si chiede, infatti, se fra Marta e Carlo sia effettivamente tutto finito e anche la storyline che coinvolge Alba e Malik (Miguel Gobbo Diaz) non sembra affatto conclusa. È infatti evidente che i due provano forti sentimenti l’uno per l’altro, malgrado le nuove relazioni. Comunque, anche Claudio Amendola, protagonista di Nero a metà, ha rilasciato dichiarazioni rassicuranti in proposito: “La terza stagione la stanno scrivendo ora. Ipotizziamo di poterla girare tra gennaio e febbraio dell’anno prossimo. Se do dei suggerimenti? Ci confrontiamo mentre la scrivono“.

Ma chi sono i personaggi di Nero a metà?

Nero a metà si distingue per un cast d’eccezione, che vede fra interpreti, Claudio Amendola, Miguel Gobbo Diaz, Fortunato Cerlino, Rosa Diletta Rossi, Alessandro Sperduti, Margherita Vicario, Eugenio Franceschini, Alessia Barela, Antonia Liskova, Claudia Vismara, Angela Finocchiaro e Nicole Grimaudo. 

Claudio Amendola, che impersona il protagonista Carlo, ha dichiarato entusiasta che Guerrieri ama  “la fallibilità, che fa parte  dell’umanità. Mi piace come si rapporta con le persone e il fatto che sia un uomo che sbaglia. Mi piace la sua difficoltà nell’ammettere gli errori e le bugie che ha detto nella vita, perché ci somiglia. È un po’ come siamo tutti noi e poi è anche divertente, appaga il mio ego da attore.”.

È un personaggio estremamente umano in ogni singola puntata, dunque, che porta sul piccolo schermo tutti i suoi pregi e i suoi difetti. Ed è questo che lo rende speciale e ha contribuito a farlo entrare nel cuore degli italiani, insieme all’eccellente interpretazione del simpaticissimo Claudio Amendola.

Miguel Gobbo Diaz è invece Malik Soprani, la spalla di Carlo e coprotagonista. Il suo personaggio, soprattutto nel corso della seconda stagione, dovrà affrontare un grande conflitto interno, a causa per il suo amore apparentemente irrealizzabile per Alba, figlia del collega. L’incontro con un ragazzino, Alex, che gli ricorda lui da piccolo e con una nuova fiamma, Monica, gli faranno valutare la possibilità di voltare definitivamente pagina.

Rosa Diletta Rossi è Alba Guerrieri, figlia di Carlo e medico legale. È il braccio destro della professoressa Giovanna Di Castro, che le fa da mentore ed è decisa a lasciarle le redini, dopo aver appurato il suo grande talento. Nel corso della seconda stagione avrà parecchie prove da affrontare, incluso l’incontro con la madre, creduta morta e ora latitante.

Fortunato Cerlino è Mario Muzo, collega e migliore amico di Carlo. Amendola ha dichiarato che Fortunato “Ha la battuta pronta in qualunque situazione.”.

Margherita Vicario è Cinzia Repola, che si occupa di tabulati e intercettazioni. Soprattutto, ora che è incinta, è relegata al lavoro d’ufficio. La donna aspetta la figlia di un collega, già sposato e che non intende prendersi le sue responsabilità. Cinzia troverà però il supporto di Marco, un giovane collega da tempo innamorato di lei, che decide di riconoscere la bambina come sua.

nero a metà 3

Alessandro Sperduti è Marco Cantabella, compagno di Cinzia e ragazzo sensibile e affidabile, disposto a tutto pur di salvaguardare l’equilibrio del nascente nucleo familiare.

Antonia Liskova è Micaela Carta, dirigente della squadra mobile. Dopo un inizio conflittuale, l’indagine condotta da Carlo nella prima stagione l’ha portata ad apprezzare il poliziotto, con cui si è sviluppato un buon rapporto.

Angela Finocchiaro è Giovanna Di Castro, geniale patologo giunto da Milano. Mentore di Alba, sta seriamente pensando di lasciare il lavoro e lasciarne il controllo ad Alba, che però non intende lasciarla andare così facilmente.

Nicole Grimaudo è Marta Moselli, collega e nuova fiamma di Carlo. Quando vede il figlio Paolo morire sotto i suoi occhi, viene mossa dall’unico intento di vendicare la sua tragica morte.

Eugenio Franceschini è Enea Chiesa. È un ragazzo forte e determinato, che non si lascia scoraggiare dalle difficoltà: rimane molto colpito da Alba, sua tutor al laboratorio di medicina legale e le chiede di uscire, insistendo malgrado capisca che ci sia ancora del sentimento fra lei e Malik.

nero a metà 3

Claudia Vismara è Monica Porta, nuovo interesse amoroso di Malik. Psicologa forte e capace, è cruciale nel rapporto che si instaura fra Malik e Alex, ragazzino rimasto solo dopo l’arresto della madre.

nero a metà 3

Dove vedere Nero a metà 3?

La fiction, andata in onda su RaiUno, si può recuperare in streaming sia su Raiplay, disponibile anche come app per IOS e Android, sia su Netflix.

Quando andrà in onda Nero a metà 3?

Come già assicurato dagli sceneggiatori e dallo stesso Amendola, malgrado l’inevitabile stop causato dalla pandemia di Covid-19, Nero a metà 3 si farà, ma non nel 2020. Come ha dichiarato il regista Marco Pontecorvo e secondo quanto riportato da TVBlog, “Stiamo lavorando ai casi di puntata, alla trama orizzontale. Dovrebbe essere pronta per il 2021.”.

La terza stagione sarà dunque trasmessa il prossimo anno, ma non si ha ancora una data certa. Quasi sicuramente, verrà regolarmente trasmessa su Rai1 il mercoledì sera in prima visione, al consueto orario delle 21.20.

Anche per quanto riguarda la trama, al momento non è possibile fare anticipazioni, in quanto Nero a Metà 3 è ancora in fase di preproduzione. Sicuramente verranno portate avanti le vicende personali dei protagonisti e di Carlo e Malik in particolare, dato che, come abbiamo visto, le questioni in sospeso sono ancora molte.