in

Alicia Sierra: un po’ il Professore, un po’ Berlino, un bel po’ machiavellica

la casa de papel

I fan della serie La Casa de Papel hanno capito fin dai primi minuti che il personaggio interpretato da Najwa Nimri, la spietata ispettrice Alicia Sierra, avrebbe reso molto difficile la vita della banda del Professore.

Abbiamo fatto la conoscenza di Alicia con un video pubblicato dalla pagina Instagram ufficiale dello show in cui l’ispettrice annuncia molto tranquillamente:

“Il mio nome è Alicia Sierra e sto prendendo il controllo di questa operazione. Sto inseguendo le persone che voi amate così tanto. Voi li chiamate ‘La Resistenza’. Vi stanno prendendo in giro mentre le telecamere diffondono la loro propaganda. Non vi preoccupate, renderò la loro vita molto difficile”

La Nimri ha subito dichiarato che, secondo il suo punto di vista, Alicia Sierra non è una donna che si attiene ai classici codici morali a cui siamo abituati. Dopo aver conosciuto il personaggio in questione, i fan de La Casa de Papel non hanno potuto far altro che dare ragione all’attrice.

Abbiamo visto l’ispettrice dare del filo da torcere al Professore, molto di più di quanto non abbia fatto Raquel Murillo (ormai Lisbona). Alicia è intelligente, spietata e non ha il minimo scrupolo nell’ingannare gli altri facendo leva sui loro sentimenti più profondi: ricordate tutti quando ha rischiato di uccidere Nairobi attirandola con la promessa di poter rivedere suo figlio?

Utilizzare un bambino come esca è stata una delle scelte più discutibili del personaggio, ma sappiamo bene che non è stato né il primo né l’ultimo colpo basso.

Ma, d’altra parte, quando definiamo Alicia Sierra machiavellica è proprio questa la ragione: l’ispettrice ha dimostrato di non avere problemi a utilizzare l’astuzia anche a discapito di ciò che è morale. Lei, una donna incinta che sembra non interessarsi minimamente alla vita che ha in grembo, ha utilizzato il figlio di un’altra per tentare di ucciderla senza tra l’altro avere rimorsi.

Non siamo certi di cosa ci riserverà ancora La Casa de Papel, ma dopo aver lasciato il Professore con una pistola puntata addosso proprio dalla Sierra sicuramente non vediamo l’ora di sapere come (e se, soprattutto) Sergio riuscirà a cavarsela anche questa volta.

Tante le teorie su Alicia a cui i fan della serie tv hanno pensato: una delle più diffuse riguardava una possibile relazione tra la donna e Berlino. Secondo alcuni, infatti, la Sierra sarebbe proprio la bella Tatiana apparsa più volte nei flashback.

La somiglianza fisica tra Alicia e Tatiana è innegabile, e possiamo affermare con certezza che l’ispettrice è qualche anno più grande della donna che nei flashback si è rivelata essere la moglie di Berlino: il collegamento è venuto quasi spontaneo e ha convinto molte persone. E quindi sembrerebbe che il bambino che l’ispettrice porta in grembo sia il figlio di Berlino.

Come abbiamo già spiegato in questo articolo, tuttavia, noi ci teniamo ben lontani dall’ipotesi che vede la Sierra e Berlino come moglie e marito.

Da qualche giorno sta prendendo piede un’ennesima teoria che ruota attorno alla tanto temuta ispettrice e al Professore: secondo alcuni, infatti, i due personaggi sarebbero addirittura fratelli.

L’ipotesi si basa sul fatto che entrambi sono estremamente intelligenti e che non si fermano davanti a nulla pur di raggiungere un obiettivo agognato. L’utente di Reddit che ha dato vita a questa congettura un po’ folle ha affermato:

“I tre sono super intelligenti, sanno sempre prevedere le mosse degli avversari e amano la buona musica”

Parliamo, ovviamente, di “tre” persone perché se la Sierra fosse la sorella del Professore, probabilmente condividerebbe il suo patrimonio genetico anche con Berlino. Ed è proprio sulla somiglianza caratteriale con quest’ultimo che l’utente di Reddit ha voluto puntare per dare adito alla propria teoria:

Hanno la stessa personalità. A loro piace essere ammirati, hanno senso dell’umorismo, vogliono sempre avere il controllo e si divertono nel vedere gli altri soffrire.

la casa de papel

Ma quali sono, realmente, i punti d’incontro caratteriali di questi tre personaggi così apparentemente diversi l’uno dall’altro?

Berlino, che la maggior parte dei fan rimpiange e ammira, si è dimostrato essere un uomo astuto, coraggioso e caparbio. Autoritario e poco incline al perdono, non si è fatto il minimo problema a consegnare Tokyo alle autorità dopo un errore di quest’ultima.

Andrés de Fonollosa è semplicemente un’anima glaciale. Così come anche la nostra Alicia Sierra che, tuttavia, ci ricorda anche un po’ il Professore.

Fino alla quarta stagione de La Casa di Carta pensavamo che nessuno fosse in grado di battere in intelligenza il nostro Sergio Marquina, ma probabilmente ci sbagliavamo. Imprevedibile e fuori dagli schemi, la Sierra ha dimostrato di essere un’abile e temibile avversaria: quando viene data in pasto alla stampa, l’ispettrice decide immediatamente di non darsi per vinta.

È quello il momento in cui decide di iniziare a indagare da sola, di giocare al gatto e al topo col Professore. Vuole riprendersi la gloria che i suoi colleghi le hanno tolto pur di far ricadere tutta la colpa dei vergognosi trattamenti riservati a Rio su di lei.

Alla fine, quando sembra che il Professore sia tornato sé stesso e abbia messo da parte i sentimenti che gli impedivano di pensare lucidamente, l’uomo decide di sferrare un ennesimo attacco alla polizia:

Questo è un messaggio per la Resistenza. La polizia ha iniziato una campagna per screditarci. Sono loro quelli che usano la violenza come unica moneta. Che hanno sequestrato, torturato, molestato molti di noi. Che hanno osato usare un bambino come esca. Non possono fare altro che mentire, perché anche avendoci attaccato con tutto quello che avevano, non hanno ottenuto nulla. Non lasciate che v’ingannino. Vogliamo che la verità venga fuori. Per Nairobi. Per Lisbona. Per la verità.

Il problema è che, anche se apparentemente Sergio ha lasciato nuovamente spazio al Professore, noi sappiamo bene che così non è. Questa volta ci sono troppi sentimenti in ballo, emozioni e persone che l’uomo ama. È proprio questo che gli impedisce di vedere ciò che lo circonda: proprio quando pensa di aver vinto l’ennesima battaglia, Sierra lo mette nel sacco.

È questo il vero punto di forza della donna: lei, a differenza del suo avversario, non ha niente da perdere. Non si lascia guidare dai sentimenti, ma soltanto dalla ragione, dalla voglia di vincere e – dopo essere stata ingannata dai suoi colleghi – di riscattarsi.

Questo la rende molto più pericolosa.

Non sappiamo, ovviamente, quale sia la verità. I fan de La Casa di Carta sperano davvero che l’utente abbia fatto un buco nell’acqua con la sua ipotesi che, ammettiamolo, sarebbe davvero surreale. La serie tv, che già ha raggiunto picchi di trash che ci hanno fatto accapponare la pelle in più di un’occasione, diventerebbe quasi una soap opera davvero difficile da continuare a seguire.

Non ci resta che aspettare e sperare che gli autori abbiano in mente ben altro per la temutissima Alicia Sierra.

LEGGI ANCHE – La Casa de Papel: sta per arrivare il remake coreano della Serie Tv?

Written by Palma Vasta

Ho sempre seguito le Serie Tv e amo scrivere. Un giorno ho pensato di unire le due cose... e ogni tanto ne esce fuori addirittura qualcosa di interessante.

the office

Michael Scott è un uomo amabilmente insopportabile

7 curiosità su Tony Dalton, il “loco” Lalo Salamanca di Better Call Saul