in

How I Met Your Mother non ha scelto belloni di proposito nel suo cast?

How I Met Your Mother

How I Met Your Mother è una storia d’amicizia e d’amore. Grazie alla genuinità dei sentimenti trasposti sullo schermo dalla serie tv, immedesimarsi nei protagonisti è davvero semplice. Ted, Lily, Marshall, Barney e Robin sono personaggi estremamente reali e ben delineati per una comedy.

Sul finire di How I Met Your Mother ci si rende conto di conoscere bene i protagonisti, i loro scheletri nell’armadio, le ambizioni e i difetti. L’intero episodio Spoiler Alert è incentrato sui difetti dei ragazzi del MacLaren’s Pub e ci aiuta a riconoscerci pienamente in loro. Ma un altro elemento che ci aiuta a riconoscerci nei protagonisti di How I Met Your Mother è il loro aspetto “ordinario”.

Serie Tv

Il cast non è composto da supermodelli e bellezze inarrivabili, ma da attori che, oltre a essere competenti e indubbiamente piacevoli alla vista, hanno volti più umani che divini. Ad esempio, per quanto Cobie Smulders sia bella e affascinante è sicuramente più semplice identificarsi nei suoi lineamenti acqua e sapone che nella bellezza dirompente di Alexandra Daddario.

Lo stesso vale per gli altri membri del cast. Neil Patrick Harris ad esempio è sicuramente un uomo piacente e pieno di carisma, ma non ha il volto angelico di Charlie Hunnam.

La domanda sorge spontanea: How I Met Your Mother non ha scelto belloni di proposito nel suo cast?

Per raccontare una storia che permetta agli spettatori di rivedersi nei conflitti e nelle vittorie dei personaggi può risultare efficace optare per attori dall’impronta scenica naturale. Nulla di esagerato o artificiale. In questo elemento apparentemente insignificante risiede invece la prova di un casting molto accurato, che ha con tutta probabilità escluso a priori i Blake Lively e Tom Hardy di turno.

Attori e attrici appartenenti alla categoria “belli da star male” sono decisamente meglio impiegabili in ruoli meno ordinari. Ciò di cui stiamo parlando in questa sede non è una realtà discriminatoria, ma una strutturata scelta del cast in modo tale da “vendere” il prodotto al target desiderato.

Prendiamo come esempio una sitcom piuttosto famosa. In The Big Bang Theory Kaley Cuoco è l’elemento di rottura. La bella Penny s’incastra nella scelta autoriale di creare uno show partendo dall’incontro tra una ragazza estremamente piacente e un gruppo di nerd. La decisione di far interpretare Penny proprio all’attrice californiana è stata a dir poco impeccabile. È bella oltre ogni ragionevole dubbio, sì, ma è dotata di un’espressività e una verve comica tali da renderla estremamente “digeribile”. Ultimo ma non meno importante: è credibile.

Megan Fox sarebbe stata altrettanto credibile nel ruolo di Penny?

No. Ma non perché non sia una brava interprete. È innegabilmente una bellezza troppo accecante per poter rendere bene nel ruolo dell’aspirante attrice che lavora al Cheesecake Factory. Ma torniamo a How I Met Your Mother. La semplicità con la quale è possibile immedesimarsi nei protagonisti della serie è disarmante e questo è vero anche grazie ai loro volti freschi e genuini. Non so voi ma io nella mia vita avrò incontrato almeno due sosia di Ted Mosby.

Serie Tv

A proposito di sosia…

Una delle indimenticabili particolarità di How I Met Your Mother è proprio la famosa “ricerca dei sosia” dei protagonisti. Ricorderete infatti come nella serie ciascun personaggio avesse un sosia la cui ricerca si annoverava tra gli sport preferiti dei cinque amici. Questo elemento potrebbe porre le basi proprio nel desiderio di suggerire allo spettatore un sentimento di familiarità.

È chiaro dunque come How I Met Your Mother non abbia scelto belloni di proposito nel suo cast. Ciò ha indubbiamente agevolato l’immedesimazione con i protagonisti innescando un meccanismo di familiarità. Questo genere di considerazioni sono ragionevolmente alla base di ogni casting seriale. Una volta inquadrato il livello di immedesimazione a cui si vorrebbe condurre lo spettatore, è il momento di aprire le danze e associarvi un volto perfetto!

LEGGI ANCHE – How I Met Your Mother: 8 cose interessanti che Cobie Smulders ha detto su Robin Scherbatsky

Written by Sammy Morano

Scrivo per essere meno logorroica. Sogno una casa al 221b di Baker Street e una al 31 di Spooner Street. Una a Wisteria Lane, una al 7 di Craven Road e già da bambina ne sognavo una dove il cap è 90210.

game of thrones 8x04

Game of Thrones 8, una delle più grandi teorie su Jon Snow è stata ufficialmente smentita!

game of thrones

Game of Thrones 8 – Sono arrivate le ultime ansiogene immagini del finale