Vai al contenuto
Home » Heartstopper » 7 curiosità su Joe Locke, il tenerissimo protagonista di Heartstopper

7 curiosità su Joe Locke, il tenerissimo protagonista di Heartstopper

joe locke

Di recente, sotto i riflettori del mondo delle serie tv, ad avere avuto un proprio momento di gloria è stata la fenomenale Heartstopper (qui trovate la recensione della serie), peculiare teen drama tratto dall’omonima graphic novel che è stata in grado di scioglierci il cuore e di farci appassionare alle vite e alle avventure di un gruppo di ragazzi che vivono un percorso di scoperta/riscoperta di sé. Una gioia per gli occhi che oltre a farci sognare ci ha colpito per le ottime interpretazione dei suoi attori protagonisti. A brillare particolarmente però non sono stati solo volti già conosciuti come Kit Connor (che qui interpreta il dolce Nick Nelson), già convincente in Rocketman e in His Dark Materials, ma anche alcuni esordienti, tra cui spicca Joe Locke, che qui dà vita al personaggio Charlie Spring. Con una dolcezza e tenerezza inaudita l’attore britannico non solo ha reso giustizia alla caratterizzazione del protagonista, ma ha saputo dare quel quid in più alla propria controparte cartacea.

Ma cosa sappiamo di questo giovane e talentuoso attore? Le notizie sul suo conto di fatto scarseggiano, essendo solo agli inizi della propria carriera e dimostrando di essere parecchio riservato. Nonostante ciò, siamo riusciti a scovare alcune piccole curiosità sul suo conto.

Senza ulteriore indugi, ecco a voi 7 curiosità su Joe Locke, il tenero protagonista di Heartstopper.

1) Joe Locke è nato e cresciuto sull’Isola di Man

Il giovane Joe Locke, classe 2003, è nato e cresciuto a Douglas, capoluogo dell’Isola di Man, dipendenza della corona britannica situata tra Regno Unito e Irlanda. Essere lontano dal centro dell’Inghilterra non ha mai scoraggiato l’attore esordiente, che grazie alla formazione ricevuta nella propria scuola, la Ballakeremeen, ha potuto farsi le ossa partecipando a frequenti recite scolastiche e ad altri spettacoli organizzati dal Dipartimento dell’Istruzione, dello Sport e della Cultura Kensington Arts. Pare infatti che la città di Douglas abbia molto a cuore l’arte e la cultura, spingendo i ragazzi del posto a esibirsi e a portare avanti i propri sogni grazie al programma Connections del National Theatre nel Regno Unito.

2) Ha imparato a suonare la batteria per poter interpretare al meglio Charlie

Dedizione e impegno, ma soprattutto tanta voglia di mettersi in gioco per dare il miglior risultato possibile: ci sono attori che non solo sanno recitare alla perfezione, ma che fanno di tutto per rendere credibile la propria performance e Joe Locke è sicuramente tra questi. Pare infatti che il giovane attore per poter rendere al meglio la personalità e le abilità di Charlie si sia davvero impegnato e abbia imparato a suonare la batteria partendo da zero, ottenendo grandi risultati, visibili nella serie. La musica in Heartstopper gioca infatti un ruolo di rilievo e le sequenze in cui vediamo Charlie suonare la batteria sono sempre pregne di significati sottesi e riescono a tramettere le emozioni del protagonista.

3) Joe Locke è molto amico di Sebastian Croft, l’interprete di Ben

Se visionando la serie pare subito chiaro che il personaggio di Ben, il primo “ragazzo” di Charlie, abbia un’influenza negativa sul protagonista, con cui vive una relazione altamente tossica e negativa, lo stesso non si può dire del rapporto instauratosi tra i due loro interpreti. Joe e Sebastian Croft (già candidato ai BAFTA per i ragazzi) infatti sono davvero molto uniti, come testimoniato dagli stessi attori e da foto postate due rispettivi social. I ragazzi infatti non solo vanno molto d’accordo, ma si vedono moltissimo anche fuori dal set. Un’amicizia destinata a continuare.

4) Ha rubato un sacco di cravatte dal set di Heartstopper

Joe Locke

Una delle tradizioni più consolidate all’interno dei dietro le quinte di film e di serie tv è per gli attori quello di “prendere in prestito” alcuni degli oggetti scenici dei set: nemmeno Joe Locke fa eccezione. Il giovane interprete ha infatti dichiarato di essersi appropriato indebitamente di numerose cravatte della divisa scolastica del suo Charlie. Ma non è finita qui, perché l’attore ha anche confermato di aver preso anche un paio di Converse All Star facenti parte dell’ampia e colorata collezione del proprio personaggio. Joe Locke ha però promesso che le riporterà sul set nel caso l’ipotetica seconda stagione venisse finalmente confermata.

5) Al liceo ha presentato una petizione per far accogliere dei rifugiati siriani

Joe Locke

Seppur non si abbiano notizie sui suoi social prima dell’aprile 2021, è cosa risaputa che Joe Locke sia molto partecipe nel campo della lotta per i diritti umani. Oltre a spingere i propri follower a riflessioni riguardo a temi importanti come la difesa dei diritti della comunità LGBTQ+, sappiamo che già ben prima di diventare famoso l’attore si sia battuto per importanti cause. Quando era ancora solo al liceo infatti Joe Locke e altri tre studenti della Ballakermeen High School hanno presentato una petizione volta a spingere ad accogliere i rifugiati siriani sull’isola di Man, fatto che in precedenza era stato escluso dal Consiglio dei Ministri. Un grande spirito combattivo sin dall’età di sedici anni.

6) Le parole associate al suo nome su Twitter sono “brutto” e “Gay”

Questa è stata la scoperta che lo stesso attore ha fatto provando a cercare il suo nome su Twitter. Una scoperta sicuramente poco piacevole. Ma lui ha risposto con grande maturità: “Ooh, simpatico! Tutti dovrebbero avere diritto a un’opinione, ma sappiate che noi vediamo maggior parte delle cose che persone pubblicano online“.

Che un giovane attore esordiente dalle grandi speranze si già stato costretto a sopportare una simile cattiveria online non può fare altro che lasciarci amareggiati.

7) Vorrebbe interpretare il primo principe gay della Disney

Joe Locke

Certo, per ora questo è solo un piccolo sogno nel cassetto, ma Joe Locke, nel corso di un’intervista con la rivista The Indipendent, parlando del grande contributo che la serie Heartstopper potrebbe dare ai membri più giovani della comunità LGBTQ+, ha affermato che gli piacerebbe tanto poter interpretare un giorno il primo principe apertamente gay del mondo Disney. Certo, per ora si tratta solo di un grande sogno, ma l’attore ha comunque voluto ripostare l’intervista in questione su Twitter taggando direttamente la Disney. Chissà che magari prima o poi la Casa di Topolino non decida di dare una chance all’attore!

LEGGI ANCHE – Joe Locke: Heartstopper ci insegna come infrangere le regole dei classici teen drama