Vai al contenuto
Home » Friends » Come sarebbe cambiata la prima puntata di Friends se fosse stata mandata in onda nel 2022 e non nel 1994

Come sarebbe cambiata la prima puntata di Friends se fosse stata mandata in onda nel 2022 e non nel 1994

Friends è una pietra miliare della serialità, la madre delle comedy che ancora a distanza di anni fa sentire la sua influenza, sempre presente come ispirazione per altre serie tv, con riferimenti e rimandi nella cultura pop di tutti i giorni. Grazie a Netflix, poi, anche le nuove generazioni si sono approcciate a questo cult facendolo rivivere e restare sempre in tendenza. Sicuramente parte del fascino è dato dall’ambientazione: gli anni ’90, con la loro moda e il loro stile, a cui continuiamo costantemente a buttare un occhio. Eppure, alcune cose ormai – così come le abbiamo viste rappresentate in Friends – non potrebbero più essere le stesse.

Ma allora, come sarebbe cambiato il primo episodio di Friends se fosse stato ambientato nel 2022 anziché nel 1994?

friends

Nel primo episodio di Friends, Rachel è disperata: dopo aver lasciato Barry all’altare non sa a chi rivolgersi. Suo padre le aveva detto di non sposarsi così giovane e di studiare per poi trovare un marito. Ma lei si era fissata e alla fine, a poche ore della cerimonia, si era resa conto che prima di sposarsi c’erano davvero tante cose che avrebbe voluto fare, esperienze e conoscenze. Che si era sempre sentita soffocare dagli uomini della sua vita. In preda al panico, su un taxi, apre Instagram e distrattamente scorre le storie: degli invitati, delle sue sorelle e poi quelle di persone che segue quasi per cortesia, perché tanto ormai non si sentono dai tempi del liceo. E allora vede che Monica, la sua vecchia amica, aveva pubblicato una foto circa venti minuti prima di un frappuccino, taggando la posizione di uno Starbucks lì vicino. Di solito Monica condivide soprattutto Reel di persone che sistemano in modo maniacale in sacchetti e scatolini ogni singola inutile cosa nella propria casa. È un segno del destino: chiede al taxi di fare inversione e irrompe nella caffetteria.

Arrivata lì, si guarda intorno alla ricerca di Monica e la trova seduta a un tavolo insieme ad altri ragazzi. Ross, il fratello di Monica è cambiato dagli anni del liceo. Di lui aveva perso ogni traccia perché, come scoprirà, aveva deciso di non usare i social come forma di protesta visto che nessuno apprezzava i suoi lunghi post sulla paleontologia. Sta seduto e si lamenta dell’ex moglie, scappata – anche lei – con una donna. Un ragazzo con la giacca di pelle e un atteggiamento spavaldo gli spiega che sono proprio i suoi commenti rancorosi a creare pregiudizi nei confronti della comunità Queer, alla quale anche lui appartiene. Un altro ragazzo se la ride sotto i baffi, mentre scrolla distrattamente il cellulare. E infine, nota una tipa alternativa, vestita con abiti di seconda mano e eyeliner colorati. Qualcuno nel locale fa un video alla strana tizia che se ne va in giro in abito da sposa.

Monica le va incontro e procede con le dovute presentazioni.

La scena si sposta a casa di Monica, nel bell’appartamento che era di sua nonna e che le ha lasciato in eredità, ma che altrimenti non si sarebbe mai potuta permettere. Mentre i ragazzi guardano Netflix, Rachel ha una lite con il padre che – da bravo boomer – il desiderio di libertà della figlia proprio non lo capisce. Così alla fine, Rachel si ritrova sola e si autoinvita a restare a casa dell’amica.

friends

Con suo disappunto scopre che tutti hanno un lavoro e che tutti faticano a stare al passo con i prezzi sempre più alti di New York. Chandler, dopo essersi laureato in economia, svolge un noioso lavoro d’ufficio che lo disturba, ma che gli permette di mantenersi e mantenere Joey che cerca di diventare una star delle serie tv, ma che per il momento viene preso solo per reality show mandati in onda alle quattro di mattina. Ross millanta invece la sua laurea in paleontologia e si vanta del suo lavoro di ricercatore sottopagato.

Phoebe ha aperto un canale YouTube dove cerca di diffondere messaggi positivi; ha un profilo Instagram dove si spaccia per mental coach qualificata e un profilo su TikTok dove fa tutorial su come indossare abiti dismessi e avere uno stile unico. Ogni tanto pubblica anche dei video dove canta (male) ed è orgogliosa di affermare che fanno ridere le persone. Pian piano svelerà il suo passato traumatico e di come la terapia l’abbia aiutata ad accettare lutti e abbandoni, rendendola una perfetta rappresentate della Generazione Z. Monica attualmente lavora come cuoca in una catena di ristoranti e tiene un blog di ricette “MonicaBotanica”.

Proprio quest’ultima è costretta a lasciare gli amici: ha matchato un bel ragazzo su Tinder, Paul, che vende vino, si trova a 20 km di distanza ed è alla ricerca di una donna che possa curare il suo cuore spezzato. Inutile dire che l’appuntamento si rivelerà un fallimento totale. Ma d’altronde Joey l’aveva avvisata che Tinder serve principalmente per curare i propri bisogni sessuali. Molto utile per altro: è riuscito a combinare diversi appuntamenti con tutti i ragazzi gay della zona, ovviamente fingendosi Ken Adams.

Alla fine del primo episodio di Friends, dopo aver cercato lavoro e scoperto che la sua unica possibilità si rivela essere proprio lo Starbucks vicino casa, Rachel decide di iniziare a vendere su Vinted capi dismessi per racimolare qualche soldo in più per le spese extra. La verità è che il mondo fa schifo, come le hanno detto, ma una volta assodato, l’unica possibilità è godere di quegli anni per farlo proprio e vivere secondo le proprie regole. Insieme alla sua nuova famiglia: gli amici.

Scopri il primo libro di Hall of Series: 1000 Serie Tv descritte in 10 parole è disponibile ora su Amazon!