in

L’Avvocato del Diavolo: tutti odiano Emily Waltham, ma è lei la vittima

emily waltham

Senza scomodare la poesia di Catullo né tantomeno la psicanalisi di Freud, amore e odio, due facce della stessa medaglia, sono sentimenti incredibilmente forti, assolutamente soggettivi e, spesso, inspiegabilmente irrazionali. Ci accompagnano durante la visione della nostra serie televisiva preferita facendoci amare od odiare i personaggi indipendentemente dal ruolo occupato. A chi non è capitato, per esempio, di amare incondizionatamente un delinquente e provare odio nei confronti del poliziotto che gli dà la caccia?
Molto spesso accade che questi sentimenti, proprio perché estremi, siano fonte di discussione tra amici. In altre occasioni, invece, capita che siano tutti d’accordo. Come nel caso di Emily Waltham, tra i personaggi più odiati delle serie televisive (qui, la trovate in compagnia di altri nove odiati personaggi).

Ma Emily Waltham, in FRIENDS, è davvero così odiosa come crediamo che sia?

Partiamo dall’inizio.
Chi è Emily Waltham e qual è la sua storia all’interno di FRIENDS?
Inglese, vive a Londra, è la nipote del capo di Rachel la quale sarebbe obbligata, per ovvi motivi di lavoro, a portarla una sera all’opera. Quella sera, però, coincide con l’appuntamento di Rachel con un cliente al quale la bionda sta facendo il filo da parecchie puntate. Così, invece di adempiere al suo dovere, la coinquilina di Monica incarica il suo ex fidanzato di andare all’opera in vece sua (stagione 4, episodio 14) provocando la scintilla che porterà Ross ed Emily direttamente all’altare.

L’attrazione tra i due è di quelle travolgenti e dopo pochi giorni passati insieme Emily, quando deve partire per tornare a Londra, si sente dire da Ross che l’ama lasciandola così sorpresa da rispondergli con uno sconvolgente “grazie” (stagione 4, episodio 17). C’è da dire che Emily sarebbe impegnata ma una volta tornata a Londra si libera del suo ragazzo e confessa anche lei di amare Ross. La loro relazione procede a distanza per un certo periodo finché Ross decide di chiedere a Emily di sposarlo. La londinese resta di nuovo scioccata ma poi, alla fine, accetta ritenendola la scelta più logica essendo i due innamorati (stagione 4, episodio 19).

Mentre vengono effettuati tutti i preparativi del caso Ross, dopo aver lungamente ripercorso la sua storia d’amore con Rachel, decide di non invitarla al matrimonio (stagione 4, episodio 21). Mentre il fatidico giorno si avvicina gli amici si trasferiscono a Londra: tutti tranne Phoebe, perché prossima al parto, e Rachel la quale si rende conto di amare Ross e decide di precipitarsi a Londra per farglielo sapere (stagione 4, episodio 23). Una volta a Londra Rachel decide di non confessare i suoi sentimenti all’ex ragazzo e si limita ad abbracciarlo innescando ovviamente la fine di tutto: Ross, infatti, pur avendo organizzato il matrimonio perfetto al momento di pronunciare il nome di Emily durante le promesse dice quello di Rachel scatenando l’ira della londinese che si precipita fuori dalla chiesa (stagione 4, episodio 24).

Nonostante questa situazione Ross ed Emily risultano sposati. La londinese decide di mettersi alle spalle il giorno più brutto della sua vita e dare a Ross una seconda chance in luna di miele. Quando si reca in aeroporto però vede Ross in compagnia di Rachel e se ne va (stagione 5, episodio 1). Mentre Ross cerca perdutamente Emily al telefono Rachel gli confessa di amarlo ancora (stagione 5, episodio 2). Finalmente Ross riesce a contattare Emily la quale sembra intenzionata a perdonarlo e trasferirsi a New York ponendo però una condizione: che il ragazzo non dovrà mai più vedere Rachel (stagione 5, episodio 4). Le condizioni di Emily diventano sempre più intransigenti: l’inglese vuole che Ross venda i mobili di casa sua e, perché no, lo obbliga a lasciare l’appartamento, ormai vuoto.

La situazione è decisamente drammatica ma Ross appare intenzionato a eseguire gli ordini della moglie. In una telefonata tra i due, fatta i presenza di Rachel, Ross confessa a Emily che non potrà mai fare a meno dei suoi amici, Rachel compresa, chiedendo alla moglie di fidarsi. Ma la londinese non è in grado di farlo e decidono insieme di lasciarsi (stagione 5, episodio 6). Ci sarà poi un ultimo, estremo, tentativo di riappacificarsi quando Emily, in procinto di sposarsi con un altro chiama Ross lasciando un messaggio in segreteria. Sarà Rachel (qui, vi spieghiamo la sua evoluzione all’interno della serie) a convincere Ross che riprovarci con Emily sia un errore gravissimo mettendo così una pietra, tombale, sul loro amore (stagione 5, episodio 20).

La cronaca, doverosamente oggettiva dei fatti intercorsi tra la prima e l’ultima apparizione di Emily Waltham all’interno della serie, è obbligatoria per evidenziare il modus operandi di Ross e Rachel e scagionare così, dall’odio subito ingiustamente, il personaggio interpretato da Helen Baxendale. Emily, all’interno del triangolo rigorosamente scaleno creatosi tra lei, Ross e Rachel, è l’angolo più distante e più piccolo la cui unica colpa è quella di essersi innamorato di Ross ed essersi fatto trascinare dalla frenesia del paleontologo.

Cosa fa, dunque, Emily Waltham per farsi odiare?

Niente. La povera londinese, infatti, è vittima di un gioco (e della crudeltà degli sceneggiatori) al quale non sa nemmeno di partecipare. Non è né la prima né l’ultima fidanzata di Ross (quando tua sorella parla bene di te), tra una storia con Rachel e l’altra, eppure è quella della quale ci si ricorda di più e alla quale più facilmente viene mandato un accidenti. Nemmeno la prima moglie, Susan, viene così tanto detestata, anzi.

Prima del matrimonio, durante il brevissimo fidanzamento, Emily appare come una ragazza dolce, sincera, sicuramente sensibile, che si impegna a comprendere le logiche del magico sestetto perché parte integrante della vita del suo ragazzo. Si confronta con Monica (alla quale chiederà di occuparsi dell’abito da sposa), con Phoebe e persino con Rachel con la quale sembra avere un rapporto spontaneo, cordiale e sincero (forse non ricambiato?). Certamente è inglese e questo non l’aiuta rendendola di fatto un po’ snob e comunque un po’ sulle sue. Ma del resto è una caratteristica tipica di quelli che stanno fuori dal sestetto sentirsi non propriamente a loro agio perché, diciamolo pure apertamente, il gruppetto di Central Perk (qui vi parliamo del caffè più iconico delle serie televisive) è un gruppo molto chiuso che tende ad avere più di un problema con gli elementi esterni.

Emily, più che ogni altra fidanzata di Ross, sembra però essere l’unica capace di andare oltre e riuscire a compenetrare le barriere create dal gruppo pur palesando delle sincere difficoltà che dovrebbero risuonarle come un campanello d’allarme. Del resto quando Ross le dice di amarla risponde con un semplice grazie e quando le propone di sposarla accetta solo dopo un momento di incertezza dimostrando di essere, tra i due, quella più matura. I due probabilmente si amano, sono sinceri. Ma di fatto Emily deve scontrarsi con il fantasma di Rachel che, come un avvoltoio, volteggia sulla carcassa di Ross mentre il pubblico fa apertamente il tifo per l’ex fidanzata di Brad Pitt.

Nei giorni precedenti il matrimonio, quando tutto sembra complottare perché i due non si sposino (e anche qui, altri campanelli d’allarme) Emily appare fragile, pensierosa, persino indecisa. Ha i suoi desideri, vuol vedere realizzati i suoi sogni, esattamente come lo vorrebbe una qualsiasi futura sposa. Sogni che Ross, complimenti a lui, fa di tutto per realizzare, riuscendoci alla perfezione. I due finalmente sono pronti per coronare il loro sogno d’amore e chi compare? Rachel, non invitata, la quale sente l’irrefrenabile desiderio di confessare (della serie “chi ha qualcosa da dire parli ora oppure taccia per sempre“) di amare ancora, Ross. Per un oscuro motivo l’ex compagna evita di fare la confessione a quello che ormai considera solo un amico, limitandosi a un abbraccio, sufficiente però a bloccare le sinapsi nel cervello del paleontologo e fargli pronunciare il nome sbagliato all’altare. Apriti cielo!

Dopo il matrimonio succede di tutto. La fantasia degli sceneggiatori ha un che di perverso perché Emily riesce, nel dramma più assoluto del quale è sfortunatamente protagonista, a esser messa da parte per via della nuova relazione tra Chandler e Monica. La povera londinese appare sconvolta, offesa e giustamente furibonda perché oltre la danno subito probabilmente sta finalmente cominciando ad aprire gli occhi. Riesce comunque a mettere da parte l’orgoglio ferito per dare un seguito al proprio matrimonio probabilmente convinta di poter cancellare la rivale dalla mente di Ross che, col suo solito fare goffo e imbranato, si prostra ai suoi piedi e a quelli dei suoceri. Ma all’aeroporto chi incontra in compagnia del marito? Rachel.

Così preferisce sparire, rendendosi irreperibile e da questo momento le sue scelte risultano essere quelle di chi, con il cuore infranto non una ma due volte, non ne imbrocca più una.
Insistentemente cercata da Ross, il quale è in preda ai sensi di colpa più miseri, accetta di parlargli ed è persino disposta a tornare con lui cominciando però a dettare condizioni che, in ultima istanza, faranno in modo da allontanarla definitivamente dal marito.

Abbiamo perciò tre versioni di Emily Waltham. La prima, che viene odiata perché si prende Ross e accetta di sposarlo. La seconda, che viene odiata perché fa i capricci prima di sposarsi pretendendo chissà cosa. E la terza, che viene odiata perché vuole rovinare il rapporto tra i ragazzi di Central Perk.
Queste, almeno apparentemente, sono le tre Emily con le quali ci si deve confrontate. Risulta evidente che il personaggio della londinese parte sconfitto già in partenza. Lo sanno tutti che Rachel e Ross sono fatti per stare insieme. Fino alla quarta stagione (ma sarà poi così fino all’ultima) c’è sempre stato un motivo perché la coppia d’oro stesse insieme e un altro perché si lasciassero. Tra un prendersi e un mollarsi entrambi hanno avuto storie di poco importanza (e Ross è stato persino con Oh-mio-Dio Janice che lo molla perché troppo lagnoso!) senza rendersi conto della loro incapacità di dare un taglio netto, definitivo, e andare avanti. A farne le spese sono sempre e solo i partner di questa coppia di immaturi perennemente insoddisfatti, capaci soltanto di guardare (e invidiare) la felicità altrui.

Certo, tutti tifano per Ross e Rachel. E chi si intromette tra loro può far ridere, storcere il naso oppure, come nel caso di Emily, essere odiato. Ma la colpa non è sua, anzi. Ignara di quale putiferio possa scatenare su di sé l’accettare di sposarsi con Ross e usurpare quel ruolo a chi, a detta dei fan, ne aveva più diritto, Emily Waltham dimostra di essere capace di quei sentimenti che soltanto un grande personaggio, reale, vero, concreto è in grado di provare e far provare al telespettatore. Fermarsi all’odio significa giudicarla in maniera superficiale. E’ normale che sia arrabbiata, delusa e si lasci trasportare dalle cosiddette brutte emozioni. Ma chi sarebbe diverso in una situazione simile? Nessuno. Di certo non Rachel o Monica o Phoebe.

Emily Waltham non è perfetta e chiaramente non le si può chiedere di comportarsi diversamente da quello che ha fatto. Le sue imperfezioni risultano esser negative e fanno arrabbiare anziché come capita con il sestetto risultare positive e far sorridere. Così, per ovvi motivi, dev’essere, Emily non è la protagonista della storia. Nel microcosmo di FRIENDS però è l’unica a dire le cose come stanno. Lo fa come può, coi suoi difetti, le sue gelosie, le sue insicurezze arrivando persino a riprovarci un’ultima volta venendo affossata definitivamente dalla sua rivale. Facile criticare ma cos’altro avrebbe potuto o dovuto fare? Certo, probabilmente non avrebbe dovuto mettersi con Ross, avrebbe dovuto dar retta ai campanelli d’allarme, avrebbe potuto prendersela più comodamente ma l’amore, come l’odio, è irrazionale e quando arriva è difficile da governare.

Scopri Hall of Series Plus, il nuovo sito gemello di Hall of Series in cui puoi trovare tanti contenuti premium a tema serie tv



Scritto da Gianpaolo Torchio

Ho scoperto che non basta divorare un sacco di serie tv per essere considerato un nerd.

La classifica dei 10 divorzi più sofferti nel mondo delle Serie Tv

breaking bad

10 libri che non possono proprio mancare sul comodino di Walter White