in

10 domande esistenziali ricorrenti per un telefilm addicted

Ho già scritto dei disagi, dei drammi: mancavano solo le domande esistenziali del telefilm addicted.
Noi drogati di serie tv siamo persone con strane turbe mentali, e questi sono i risultati:


#1. Recupero serie tv o ne inizio una delle mille che voglio iniziare?

#2. E’ più importante amare, essere amati o essere in pari con le serie tv? (evergreen)

 

#3. Ma questa “VITA SOCIALE” di cui sento parlare cos’è? La trovo in streaming? Quante stagioni ha?

#4. Perchè cercare l’amore se ho già le mie settemila crush nelle serie tv?

 

#5. E se l’attesa che una ship diventi canon sia essa stessa la ship?

#6. La gente si chiede perchè ho problemi ad affezionarmi alle persone, avete mai provato l’ebbrezza di innamorarvi di un personaggio e subirne le amare conseguenze quando questo viene brutalmente fatto fuori?!

#7. Dicono che gli opposti si attraggono: io esisto e le mie crush no, funziona anche così?

 

#8. Perchè non inventano il lavoro dello sperimentatore di serie TV?

#9. Dormire per poter vedere più serie tv domani o non dormire perchè se dormissi intanto non potrei vedere serie tv?

#10. E se in realtà tutta la nostra vita fosse una gigantesca serie tv -tipo Truman Show-? (penso che se così fosse, sicuramente la mia apparterrebbe al circolo drammatico di Shondaland….)

The Walking Dead

The Walking Dead, il darwinismo secondo Kirkman

Marvel’s The Defenders: i quattro eroi nella mini-serie di Netflix