in

#VenerdiVintage – 7 Serie Tv che hanno allietato la nostra infanzia/adolescenza

Collage serie tv

Chi nei primi anni del 2000 era un bambino di 10 anni o un adolescente non può non ricordare alcune serie che sono “tradizioni”. Sì, delle vere e proprie tradizioni: come lo svegliarsi presto prima di andare a scuola per guardare i “Digimon” su Rai 2, come il voler pranzare in tempo per poter cantare la sigla di “Dragon Ball”.
E’ il 2015, sono passati tanti anni, i bambini e gli adolescenti sono cresciuti. Ci sentiamo ancora in dovere di ricordare insieme ai nostri amici i pomeriggi passati a guardare serie televisive su Italia 1, il cosa stavamo facendo quando un’edizione straordinaria annunciava un triste avvenimento datato 11 settembre 2001: “sì, io stavo guardando la “Melevisione””, “io invece guardavo “Rossana” ed improvvisamente..”.
Quegli stessi amici che invitavamo a casa per guardare insieme la tv, oppure quegli amici che, per quanto non siano appassionati ora, erano schiavi anche loro della programmazione televisiva. E’ inutile stare qui a sottolinearlo, ma la generazione in questione è quella che prima di scendere in spiaggia doveva finire di guardare una puntata su Italia 1, quella che rinunciava al sonnellino pomeridiano per lo stesso motivo.
Definirei quasi intramontabili alcuni dei nostri “compagni mediatici”, come Buffy l’ammazza vampiri, Dawson’s Creek, Baywatch, Xena, Hercules.

In questo articolo mi soffermo su quelle serie televisive trasmesse su Italia 1 a cui ci siamo affezionati, ma che forse non rientrano nella rosa di quei telefilm che verrebbero ricordati nel tempo.

INSTANT STAR
Prendete una vincitrice di un talent, un produttore giovane, bello ed ex cantante di una boy band e tante belle canzoni che ti entrano in testa. “Instant Star” ha fatto sognare tante ragazzine del tempo, le stesse ragazzine innamorate di Nick Carter dei Backstreet Boys, Lee Ryan dei Blue, Justin Timberlake degli NSYNC. Jude Harrison, ragazza catapultata nel mondo dello spettacolo grazie al suo talento, si trova a lavorare con il leader dei Boyz Attack. Non riconosce il famoso Tommy Q inizialmente, il rapporto è costernato di alti e bassi. Come non appassionarsi ad una storia del genere, nei primi pomeriggi spensierati? Probabilmente ha attirato molte più ragazzine, ma non c’è da dimenticare una trama piacevole, canzoni più che orecchiabili e altri rapporti, come l’amico di Jude friendzonato dalla stessa.

serie: Instant Star


Written by Giuseppina Cataldo

Amo i viaggi (anche quelli mentali), i supereroi, i concerti, i colpi di scena, i tramonti, il mio letto, la pizza. Sono una Bridget Jones amante di apocalissi e fantascienza, per cui non ho paura di sognare in grande.
Sono ubriaca di mio, nonostante sia astemia.
Cambio look spesso, voglio captare ogni sfumatura prima di scegliere quella giusta.
In testa ho la mia isola di Lost personale.
Sono onnivora, nel senso più ampio del termine.
Odio l'ansia.

#VenerdìVintage – Gli esordi assurdi di Charles Dance

#VenerdìVintage – Gli esordi assurdi di Charlie Cox