in

Bridgerton, le schede: skills e abilità speciali dei personaggi

Che ci piaccia ammetterlo o meno, Bridgerton è stata la serie dei record delle nostre ultime feste. Shonda Rhimes ancora una volta dimostra di sapere che cosa deve dare in pasto al pubblico, alla faccia dei dubbi iniziali di molti suoi fan che hanno guardato con sospetto l’ultimo leggero progetto in costume della produttrice. È riuscita a macinare numeri da record nonostante il suo ultimo parto non possedesse le note drammatiche di Grey’s Anatomy o quelle accattivanti di How to Get Away with Murder. Ci ha tenuti seduti sul nostro divano con gli occhi ben puntati sullo schermo, mentre le sorelle Bridgerton si straziavano per drammi inconsistenti che ci lasciano inebetiti e, allo stesso tempo, incapaci di smettere di seguire.

Merito della trama scioccherella ma comunque intrigante, quel tanto da volerci far sapere chi è Lady Whistledown a tutti i costi ma soprattutto dell’aitante e fascinoso Simon Basset, che ha già preso un posto d’onore nel catalogo dei cosiddetti manzi seriali.

Tuttavia anche gli altri personaggi, frivoli o meno che siano, hanno contribuito a rendere Bridgerton un successo televisivo impossibile da ignorare.

Andiamo ad esaminarli nello specifico quindi, valutando skills e difetti come fossero i protagonisti di un videogame a cui non vogliamo ammettere di aver giocato fino a tarda notte, troppo stupido ma irresistibile.

Daphne Bridgerton

La tronista più desiderata della stagione televisiva appena iniziata ma che si vede scippare il titolo a causa di un Gianni Sperti fraterno, decisamente poco sagace. La storia ruota attorno al suo bisogno di non finire sui giornali scandalistici con il titolone sbagliato sopra la testa, sostituito in corsa dal suo desiderio di farsi amare dal bellone della trasmissione che fa i capricci. La ragazza non capisce perché, nonostante applichi tutte le regole basilari del corteggiamento sociale e televisivo imposto dalla trasmissione, finisca per dover correre lei dietro a lui.

Abilità: La delicata Daphne può risultare un po’ scarsina a livello di skills in questo gioco del trono versione Harmony, laddove per trono s’intende quello su cui rischia di sedersi quando tra i suoi corteggiatori spunta nientemeno che il Principe Vattelapesca. Tuttavia, come ogni donna che si trova di fronte a un amore facile e conveniente, lei sceglie quello astioso e costellato di drammi ma che alla fine darà i suoi tanto sospirati buoni frutti. Visto che la fanciulla non brilla certo per originalità e personalità, ci sentiamo dunque di annoverare tra le sue doti la capacità fisica combattiva, quella dimostrata dal gancio destro sferrato all’odioso Sir Nigel Berbrooke. Insieme a quella seduttiva, così motivata da saper tenere in scacco, seppur per pochi minuti, le convinzioni sessuali del buon duca di Basset.

Debolezze: Ah beh, la lunghezza di un treno temo non basterebbe a contenerle tutte ma direi che la lacunosa conoscenza della logistica riproduttiva sia la più evidente. E imputare tale mancanza alla povera madre, considerata la presenza di tre fratelli maschi in casa e la curiosità piuttosto spiccata delle altre sorelle, qualche indizio su come si viene al mondo deve pur averlo ricevuto a una certa.

Simon Basset

Bridgerton

Che dire, così figo che già si chiede di lui al servizio di sua Maestà la Regina come nuovo 007. Dall’uscita della serie lo scorso dicembre si parla sempre e solo di lui e della sua notevole capacità di rendere un cucchiaino da thè un oggetto del desiderio.

Abilità: Esiste. Eh niente direi che può bastare anche così. Quando ci fa dubitare che ci voglia qualcosa di più in una serie per meritarsi tutta questa attenzione internazionale, si mette a leccare cucchiaini e a correre sotto la pioggia con la camicia inzuppata e appiccicata addosso. Eh sì, lo ammettiamo, ci basta. Non guardiamo Bridgerton per farci illuminare sulle verità del mondo o per riflettere sui drammi del pianeta, lo facciamo per avere cinquanta minuti di frivola e piacevole distrazione, e che le Greta Thunberg del mondo ci perdonino, ma Simon Basset basta allo scopo.

Debolezze: Eh beh, senza ombra di dubbio il ragazzo è del segno dello Scorpione. Rancoroso al punto che neanche la morte lontana del padre lo spinge a venir meno alla sua velenosa promessa sul letto di morte. Tiene in scacco la povera Daphne e la sua voglia di procreare con la stessa vendicativa determinazione che si riserva all’ex che ti pianta il giorno di San Valentino.

Anthony Bridgerton

Bridgerton

Il maggiore dei fratelli Bridgerton ha suscitato la simpatia di molti telespettatori nonostante non faccia esattamente i salti mortali per guadagnarsela. Oscillando tra dovere e diletto, alla fine ottiene quell’empatia necessaria a promuoverlo al secondo posto tra i più desiderati dell show.

Abilità: Diciamo l’equilibrio. Il ragazzo si tiene ben in esercizio tra fermezza e malleabilità, amicizia e risentimento, senso del dovere e bisogno di appagare il suo cuore. Romantico ma mai smielato, passionale quanto serve in una serie che fa dei suoi intrecci amorosi il perno del suo universo. Protettivo e orgoglioso ma capace di sapersi fermare quando si rende conto che le sue doti da sponsor sono più sabotatrici di tua madre che sforna pizze per mezzo vicinato il giorno che ti dichiari a dieta ferrea.

Debolezze: Decisamente il tempismo. Il ragazzo arriva in ritardo all’appuntamento con i migliori intrecci della trama. Capisce per ultimo che sta per dare la sorella in pasto al peggiore soggetto da incorporare nella propria famiglia. Intuisce che l’amico che ha fatto il cazzone per anni prova davvero qualcosa per la sorella quando ormai l’hanno capito pure i lampioni per strada, ma soprattutto arriva tardi, come spesso accade, alla corte della sua bella. Liberandosi dei legami sociali in favore del vero amore solo dopo aver concesso alla poveretta tutto il tempo per farsi venire pure i dubbi che non aveva.

Eloise Bridgerton

Bridgerton

Una Elizabeth Bennett che non ci ha creduto abbastanza. Anticonformista sì, ma incarnando gli stereotipi base che hanno saputo rendere pure l’anticonformismo noioso. Perché è arrivato il momento di dirlo, anche fare gli alternativi a tutti i costi finisce per diventare una moda quando lo si sbandiera ai quattro venti.

Abilità: La lingua rapida e cinica non ci dispiace. In mezzo a tanti intrallazzi amorosi e sospiri drammatici, le sue sopracciglia perennemente arcuate in una teatrale dimostrazione di scocciataggine ci regalano qualche attimo di moderno sollievo.

Debolezze: La ragazza, come tutti quelli che si credono più furbi degli altri, finisce per rivelarsi la meno attenta, dando la caccia a Lady Whistledown come un segugio chiacchierone e saccente, finendo invece per averla costantemente sotto al naso.

Penelope Featherington

bridgerton game of thrones

Facile empatizzare con il cuore più buono di tutti quelli esibiti a corte. Così come è facile sbagliarsi di grosso. Un personaggio sfaccettato che di sicuro non sembra scritto da John Grisham ma che comunque regala qualche bel colpo di scena.

Abilità: Ah beh perdonate lo spoiler, ma ovviamente la capacità di perculare chi le sta intorno. Se a un certo punto diventa evidente che Lady Whisteldown non può che essere lei, dall’altro ha preso piuttosto bene per i fondelli amici e familiari, fingendosi timida e remissiva oltre ogni limite.

Debolezze: L’impulsivita. Va bene la gelosia, va bene la rabbia nel vedere l’eterno oggetto della sua cotta inespressa vittima di un inganno ben orchestrato, ma la ragazza ci mette letteralmente cinque secondi a scaraventare la famiglia nella disgrazia e nella vergogna sociale. Calma sorella che la strada è ancora lunga.

Marina Thompson

Abilità: Le sue capacità seduttive. La ragazza pare esserne inizialmente inconsapevole, stupendosi dell’attenzione che mezza corte le riserva vedendola. Capacità che inizia a sfruttare quando inizia a sentire il fiato sul collo della sua precaria situazione. Senza scrupoli ma come biasimarla, ingannatrice ma con grazia. La ragazza sa capire come sfruttare le situazioni avverse a suo favore, riesce persino a sintonizzarsi sulle corde neurali dell’insopportabile Lady Featherington, trasformandola da nemica in alleata.

Debolezze: La botanica, parrebbe. Mischiare lacrime amare con acqua calda e quattro erbe non ha mai risolto certi problemi a nessuna, così come le fa notare l’attentato abortista. Casa Featherington non è Hogwarts e per risolvere il suo sconveniente problema ci vorrà qualche conoscenza in più.

LEGGI ANCHE – 7 curiosità su Regé-Jean Page, l’affascinante Simon Basset di Bridgerton

Scritto da Krizia Parrino

"Anni, amori ed episodi delle Serie Tv sono cose che non si dovrebbero mai contare."

The Bold Type giunge ufficialmente al capolinea

10 attori delle Serie Tv che hanno interpretato personaggi troppo vecchi rispetto alla loro età