in

7 curiosità su Regé-Jean Page, l’affascinante Simon Basset di Bridgerton

Bridgerton

Netflix non ha fatto in tempo a rendere disponibile la prima stagione di Bridgerton che già sembra ce ne sia una seconda in produzione, dato l’incredibile successo ricevuto e gli ascolti da record in pochi giorni. I fan sono stati incantati dalle atmosfere del XIX secolo, dagli incantevoli e monumentali palazzi delle classi elevate, dalla colonna sonora moderna riadattata in chiave classica e ultimo, ma non per importanza, dall’affascinante duca di Hastings, Simon Basset.

Il pubblico è letteralmente impazzito per Regé-Jean Page, il nostro caro protagonista. Per questo motivo oggi vogliamo scoprire tutto quello che c’è da sapere su di lui e sulla sua carriera nel mondo del cinema, in attesa di scoprire quale destino questa nuova serie in costume riserverà al personaggio e alla duchessa Daphne Bridgerton (Phoebe Dynevor).

Non siete curiosi? Vediamo insieme tutte le curiosità su Regé-Jean Page.

1) Ha origini zimbabwesi

Regé-Jean Page

Regé-Jean Page è nato nel 1990 a Londra ed è figlio di un predicatore inglese e di un’infermiera originaria dello Zimbabwe, per questo il bellissimo protagonista di Bridgerton possiede sia la cittadinanza britannica che quella zimbabwese. All’età di 14 anni poi, si è definitivamente trasferito a Londra con la sua famiglia e qui ha capito fin da subito quale fosse la sua strada. Ha infatti iniziato a studiare al Drama Centre London, con la speranza di arrivare fin dove la fama lo ha portato oggi. La sua passione per la recitazione si è manifestata fin da subito e i suoi genitori gli hanno permesso di seguire i propri sogni.

Written by Elena Scipione

Cerco sempre la magia anche nelle più piccole cose. Potete trovarmi con la testa immersa fra le pagine di un libro o in qualche puntata di una serie tv. Per il resto del tempo per lo più scrivo e metto alla prova i miei poteri magici.

cobra kai

Cosa non ha funzionato nella terza stagione di Cobra Kai

Vikings

Vikings, Alexander Ludwig si sposa in segreto: l’unico invitato è il suo cane Yam